L’Europa si prepara alla “tempesta” di Omicron, gli Stati Uniti annunciano nuove misure | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Martedì i paesi di tutta Europa hanno preso in considerazione nuovi limiti al movimento, mentre il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha fatto appello a tutti gli americani affinché si vaccinassero per combattere la variante di Omicron che sta attraversando i giorni del mondo prima del secondo Natale della pandemia.

Le infezioni da Omicron si stanno moltiplicando in Europa, negli Stati Uniti e in Asia, compreso il Giappone, dove un singolo cluster di casi COVID-19 in una base militare è cresciuto fino ad almeno 180.

“Se non sei completamente vaccinato, hai buone ragioni per essere preoccupato”, ha detto Biden alla Casa Bianca, dove ha svelato i piani per acquistare 500 milioni di test rapidi COVID-19 da distribuire gratuitamente agli americani che ne faranno richiesta a partire da Gennaio.

Colpendo un tono terribile sui rischi per un adulto americano su quattro ancora non vaccinato, ha detto: “La tua scelta può fare la differenza tra la vita e la morte”.

Biden ha anche attivato circa 1.000 personale medico militare per sostenere gli ospedali sopraffatti.

Hans Kluge, il capo europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità, ha dichiarato in una conferenza stampa a Vienna che entro poche settimane Omicron avrebbe dominato in più paesi della regione, “spingendo i sistemi sanitari già tesi sull’orlo dell’orlo”.

“Possiamo vedere un’altra tempesta in arrivo”, ha detto Kluge.

Biden parla della lotta del Paese contro il coronavirus [Kevin Lamarque/Reuters]

Omicron ora rappresenta il 73% di tutti i nuovi casi negli Stati Uniti, rispetto a meno dell’1% all’inizio del mese.

Parlando con Al Jazeera via Skype da Los Angeles, Jennifer Victor della George Manson University ha affermato che due cose si sono distinte dalle nuove iniziative COVID di Biden.

“Uno è una risposta politica molto più deliberata, a tutto volume e a tutto gas da parte del ramo esecutivo per rispondere al COVID”, ha affermato Victor.

“La seconda cosa che penso che stiamo vedendo è che la Casa Bianca sta usando la sua piattaforma pubblica … e tutti i media e il controllo possono assumere l’agenda pubblica per attirare l’attenzione della gente su questo problema, che penso sia particolarmente degno di nota”.

I paesi pesano i cordoli

Germania, Scozia, Irlanda, Paesi Bassi e Corea del Sud sono tra i paesi che hanno reintrodotto blocchi parziali o totali o altre misure di distanziamento sociale negli ultimi giorni.

Il Portogallo ha ordinato la chiusura di locali notturni e bar e ha detto alle persone di lavorare da casa per almeno due settimane a partire da sabato.

Nicola Sturgeon, primo ministro della Scozia – parte del Regno Unito ma con responsabilità devolute per la salute – ha stabilito piani per ulteriori restrizioni sui grandi eventi pubblici, comprese le partite sportive, per tre settimane dopo Natale.

“Sfortunatamente significherà anche che le celebrazioni di Hogmanay su larga scala, inclusa quella pianificata qui nella nostra capitale [Edinburgh], non procederà”, ha detto, riferendosi alle tradizionali feste del capodanno scozzese.

Il cancelliere Olaf Scholz ha affermato che la Germania introdurrà nuove misure, inclusa la limitazione degli incontri privati ​​per le persone vaccinate a un massimo di 10 prima di Capodanno. Scholz ha concordato con i premier dei 16 stati federali che i grandi eventi, comprese le partite di calcio, sarebbero stati senza spettatori.

La Svezia esorterà tutti i dipendenti a lavorare da casa, se possibile, e imporrà regole più severe per il distanziamento sociale.

“Capisco che molti sono stanchi di questo – anche io – ma ora abbiamo una nuova variante del virus, il che significa che siamo in una nuova situazione”, ha affermato il primo ministro Magdalena Andersson.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha dichiarato che non introdurrà nuovi cordoli COVID-19 nel Regno Unito prima di Natale, ma la situazione è rimasta estremamente difficile e il governo potrebbe dover agire in seguito.

Il ministro delle finanze Rishi Sunak ha annunciato 1 miliardo di sterline (1,3 miliardi di dollari) di sostegno extra per le imprese più colpite da Omicron, che sta martellando il settore dell’ospitalità e altre imprese.

La gente pattina sul ghiaccio intorno all’albero di Natale a Londra [Kevin Coombs/Reuters]

Il ministro della risposta al COVID-19 della Nuova Zelanda, Chris Hipkins, ha affermato che il suo paese, che ha imposto alcune delle misure COVID-19 più severe al mondo, stava ritardando l’inizio di una riapertura scaglionata del suo confine fino alla fine di febbraio.

“Tutte le prove finora indicano che Omicron è la variante COVID-19 più trasmissibile finora”, ha affermato.

Ma in Australia, dove Omicron è cresciuto ma i ricoveri rimangono relativamente bassi, il primo ministro Scott Morrison ha esortato i leader statali e territoriali a evitare ulteriori blocchi.

La variante è stata rilevata per la prima volta il mese scorso nell’Africa meridionale e a Hong Kong ed è stata trovata in almeno 89 paesi.

La gravità della malattia che provoca rimane poco chiara, ma l’OMS ha avvertito che si sta diffondendo più velocemente della variante Delta e sta causando infezioni nelle persone già vaccinate o che si sono riprese dalla malattia COVID-19.

È stato segnalato che più di 274 milioni di persone sono state infettate dal coronavirus a livello globale da quando la pandemia è iniziata quasi due anni fa. Sono morte più di 5,65 milioni di persone.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.