La startup di veicoli elettrici Canoo perde il chief technology officer e due co-fondatori

La startup di veicoli elettrici Canoo sta perdendo tre alti dirigenti, incluso il suo chief technology officer Peter Savagian, come parte di un’apparente riorganizzazione del suo team di leadership. Savagian, l’ex ingegnere capo dell’auto elettrica EV1 di General Motors, lascerà Canoo entro la fine dell’anno, secondo il ultima riga di un comunicato stampa pubblicato lunedì.

Gli altri due sono alcuni dei restanti co-fondatori di Canoo, secondo due attuali dipendenti che hanno parlato con Il Verge a condizione di anonimato, anche se non sono stati nominati nel comunicato stampa: Bill Strickland, capo dei programmi per i veicoli di Canoo e dirigente Ford di lunga data, e Alexi Charbonneau, che ha lavorato sia a SpaceX che a Tesla e ha supervisionato la divisione powertrain di Canoo. Strickland e Charbonneau non hanno risposto immediatamente ai messaggi in cerca di commenti. Canoo non ha risposto a una richiesta di commento.

Rimangono tre del gruppo fondatore originale. Sohel Merchant sostituirà Savagian come CTO. Richard Kim, capo designer di Canoo, si occuperà ora anche dei contenuti creativi e, ad interim, del merchandising. Il terzo, Christoph Kuttner, rimane responsabile dell’allestimento interno ed esterno dei veicoli Canoo.

Canoo è stata fondata alla fine del 2017 quando l’ex dirigente BMW Stefan Krause ha lasciato la startup di veicoli elettrici Faraday Future. Krause e alcuni degli altri dirigenti che hanno co-fondato Canoo – che allora si chiamava Evelozcity – sono stati citati in giudizio da Faraday Future per bracconaggio di dipendenti e presunto furto di segreti commerciali, sebbene la causa fosse risolta alla fine del 2018.

Krause ha lasciato Canoo nel giugno 2020 prima di fondersi con una società di acquisizioni per scopi speciali (SPAC) ed essere quotata alla borsa del Nasdaq. (I dettagli della fusione SPAC di Canoo sono attualmente oggetto di indagine da parte della Securities and Exchange Commission.) Il sostituto di Krause, il collega co-fondatore di Canoo ed ex dirigente della BMW, Ulrich Kranz, si è dimesso lo scorso aprile e ha accettato un lavoro con Apple lavorando sul suo veicolo elettrico autonomo segreto. progetto auto. Phil Weicker, leader del gruppo propulsore e co-fondatore originale, se ne andò all’inizio del 2021.

Anche il capo avvocato di Canoo se ne andò contemporaneamente a Kranz, sebbene non fosse un co-fondatore. Suo Il direttore finanziario Paul Balciunas si è dimesso ad aprile.

La startup ha annunciato lunedì di aver assunto un nuovo chief information officer, Ram Balasubramanian, che “ha ricoperto posizioni di senior technology management per più di due decenni in aziende come Salesforce.com, Motorola Solutions e PepsiCo”.

Le priorità di Canoo si sono spostate insieme alla composizione del suo team di leadership da quando l’investitore Tony Aquila ha assunto la carica di presidente esecutivo alla fine del 2020, subito dopo che la startup è diventata pubblica. (Aquila ha anche assunto il ruolo di CEO dopo le dimissioni di Kranz.) Da allora, Aquila ha riorientato la startup verso la realizzazione di veicoli elettrici commerciali da vendere a piccole imprese e flotte. Ha fatto naufragare un accordo con Hyundai. Ha spostato la sede di Canoo da Torrance, in California, a Bentonville, in Arkansas, e ha annunciato un impianto di produzione nel nuovo stato di origine della startup (dopo averne annunciato un altro in Oklahoma).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.