Il senatore Warren e l’AOC chiedono risposte ad Amazon dopo la morte del magazzino

Un gruppo di legislatori democratici progressisti, guidati dalla senatrice Elizabeth Warren (D-MA) e dai rappresentanti Cori Bush e Alexandria Ocasio-Cortez, chiede risposte ad Amazon dopo che sei persone sono state uccise in un tornado in uno dei suoi magazzini in Illinois .

Una lettera inviata lunedì al CEO di Amazon Andy Jassy e al fondatore Jeff Bezos afferma che gli eventi accaduti il ​​10 dicembre presso la struttura di Edwardsville “si adattano a uno schema più ampio: Amazon mette a rischio la sicurezza dei lavoratori nelle situazioni quotidiane e nelle emergenze”.

“Mentre lavoriamo per garantire che tragedie come questa non si ripetano, cerchiamo risposte su quello che è successo nel tuo magazzino di Edwardsville”, continua la lettera, “e se le tue politiche potrebbero aver contribuito a questa tragedia”.

Il tornado faceva parte di un complesso di condizioni meteorologiche estreme centrato nel Kentucky occidentale il 10 dicembre, lasciando almeno 58 morti in più di 150 miglia. Il percorso di distruzione ha incluso il centro logistico di Amazon a Edwardsville, che è stato completamente distrutto dallo sciopero. All’indomani del crollo dell’edificio, sono emerse segnalazioni secondo cui i lavoratori del magazzino non hanno ricevuto un’adeguata formazione sulla sicurezza e una generale mancanza di preparazione da parte di Amazon ha lasciato i lavoratori in pericolo, nonostante gli avvisi meteorologici che quel giorno sarebbero stati probabili tornado.

Warren ha detto in una e-mail a Il Verge che le circostanze a Edwardsville sono servite come “un altro promemoria del fatto che le pratiche anti-lavoratori e anti-sindacali di Amazon mettono direttamente in pericolo i loro lavoratori. Mettere i profitti aziendali al di sopra della salute e della sicurezza dei lavoratori è inaccettabile”.

Oltre al rappresentante Cori Bush (D-MO), la lettera è firmata anche da Democratic Sens. Bernie Sanders (I-VT), Sherrod Brown (D-OH), Alex Padilla (D-CA), Ron Wyden (D -OR), Ed Markey (D-MA) e Reps. Ayanna Pressley (D-MA), Rashida Tlaib (D-MI), Jesus Garcia (D-IL), Jan Schakowsky (D-IL), Mondaire Jones ( D-NY), Barbara Lee (D-CA), Jerry McNerny (D-CA), Ilhan Omar (D-MN), Donald M. Payne, Jr. (D-NJ), Paul D. Tonko (D-NY) ), Bonnie Watson Coleman (D-NJ) e Andy Levin (D-MI). Ha problemi con una lunga lista di problemi nelle strutture di Amazon.

La lettera include un elenco di domande a cui Amazon dovrà rispondere entro il 3 gennaio. In particolare, i legislatori chiedono chi lavorasse nel magazzino di Edwardsville il 10 dicembre e quali politiche di sicurezza avesse adottato Amazon, nonché se Amazon avesse richiesto ai lavoratori dello stabilimento di rimanere al lavoro nonostante l’avvertimento del tornado.

La scorsa settimana, Bloomberg ha riferito che un autista nelle vicinanze è stato incaricato di continuare le consegne appena 90 minuti prima dello sciopero del tornado, essendo stato informato dal loro spedizioniere che le sirene della tempesta erano “solo un avvertimento”. Amazon sta indagando sull’incidente e ha affermato che il corriere “avrebbe dovuto immediatamente indirizzare l’autista a cercare riparo”.

I legislatori scrivono anche di essere “profondamente preoccupati” per i rapporti secondo cui Amazon intende ripristinare il divieto di telefoni cellulari, che ha sospeso nel 2020 a causa del COVID. Tuttavia, ha detto la portavoce di Amazon Alisa Carroll Il Verge la scorsa settimana che la società aveva aggiornato la sua politica sui telefoni cellulari. “Tutti i rapporti secondo cui è stato ripristinato il periodo pre-COVID non sono semplicemente veri e di fatto errati”, ha affermato Carroll.

Due delle persone uccise nel crollo del magazzino di Edwardsville erano componenti del rappresentante Bush, che rappresenta un distretto di St. Louis. Ha detto in una dichiarazione che “i profitti di Amazon non dovrebbero mai venire a scapito della vita, della salute e della sicurezza della nostra comunità. Questo non può diventare il costo per fare affari in America”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.