Il governo ombra del Myanmar approva le criptovalute come valuta ufficiale | Cripto


Il governo di unità nazionale afferma che consentirà l’uso di Tether mentre cerca di finanziare la “rivoluzione” contro il governo militare.

Il governo ombra del Myanmar ha affermato che consentirà l’uso della stablecoin più grande del mondo, Tether, come valuta ufficiale, rendendo potenzialmente più facile raccogliere fondi ed effettuare pagamenti.

Il governo di unità nazionale (NUG), che comprende gruppi pro-democrazia e resti dell’amministrazione civile del Myanmar che è stata rovesciata in un colpo di stato militare all’inizio di quest’anno, ha cercato di raccogliere fondi per la sua “rivoluzione” per rovesciare il governo militare al potere.

Il governo militare ha messo fuori legge il NUG e lo ha designato un movimento “terrorista”.

Tin Tun Naing, ministro di NUG responsabile della pianificazione, delle finanze e degli investimenti, ha dichiarato in un post su Facebook dell’11 dicembre che il NUG riconoscerà ufficialmente USD Tether, che secondo lui consentirà transazioni migliori e più veloci.

Tether può essere trasferito in modo simile ad altre criptovalute come Bitcoin, rendendo difficile per i governi e altre autorità monitorare o impedire i pagamenti.

Tuttavia, il suo valore è ufficialmente ancorato al dollaro USA e quindi rimane stabile, a differenza della maggior parte delle altre criptovalute.

Stabilità finanziaria

Tether ha un valore di mercato di 76 miliardi di dollari e, a seguito di critiche e sospetti sul valore delle attività alla base della stablecoin, la società, chiamata anche Tether, pubblica regolarmente rapporti dei revisori delle sue riserve.

Dal colpo di stato, il sistema bancario e finanziario del Myanmar è stato in subbuglio mentre i gruppi di opposizione cercano di soffocare gli sforzi dei militari per consolidare il potere incoraggiando le persone a non pagare le tasse, nonché partecipando a proteste, una campagna di disobbedienza civile e boicottaggi di organizzazioni legate all’esercito imprese e una lotteria nazionale.

Nel frattempo, il NUG è escluso dall’accesso ufficiale ai fondi governativi e il mese scorso ha iniziato a vendere obbligazioni, in gran parte a cittadini del Myanmar all’estero, per raccogliere fondi.

Nei mesi successivi al golpe, le banche del Myanmar sono rimaste a corto di contanti e la valuta locale, il kyat, è scesa di oltre il 60 per cento.

I sostenitori di Tether affermano che il suo utilizzo da parte del NUG sottolinea i vantaggi dei metodi di pagamento difficili da rintracciare per le autorità.

Tuttavia, le stablecoin sono state esaminate dai regolatori finanziari nelle economie sviluppate, in parte per lo stesso motivo, poiché temono che il loro uso diffuso in un ambiente non regolamentato possa minare la stabilità finanziaria a causa della loro relativa mancanza di trasparenza.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.