La rivista Time nomina Elon Musk Persona dell’anno | Notizie di tecnologia


La rivista Time ha nominato Elon Musk, CEO di Tesla e SpaceX, come Persona dell’anno, per gli incredibili 12 mesi di risultati in cui ha lottato per la corona di persona più ricca del mondo e ha reso il suo account Twitter una lettura obbligata mentre spostava l’ago sul clima cambiamento, criptovalute, esplorazione dello spazio e banda larga universale.

Ad aprile, la NASA ha concesso alla società missilistica di Musk SpaceX un contratto esclusivo per portare gli astronauti degli Stati Uniti sulla luna per la prima volta dal 1972, spostando Musk un passo avanti rispetto alla compagnia missilistica rivale della vecchia guardia Boeing e un passo più vicino al suo obiettivo dichiarato di aiutare rendere l’uomo una specie multiplanetaria.

A maggio, Musk ha ospitato il Saturday Night Live, usando lo show televisivo come piattaforma per prendersi gioco di se stesso e per aumentare la consapevolezza della sindrome di Asperger, una forma lieve di autismo, annunciando di averlo.

A ottobre, la crescente ricchezza di Musk ha ricevuto l’ennesima carica di turbo dopo che la società di autonoleggio Hertz ha dichiarato di voler acquistare 100.000 Tesla per i suoi clienti. La notizia ha fatto impennare le azioni Tesla e la valutazione della società di veicoli elettrici ha superato $ 1 trilione.

Sebbene i veicoli elettrici costituissero solo lo 0,43% di tutti i veicoli in funzione negli Stati Uniti nella prima metà di quest’anno, Tesla controllava circa i due terzi di quel mercato, secondo Experian Automotive.

Elon Musk, fondatore e CEO della compagnia missilistica SpaceX e amministratore delegato di Tesla, posa nell’immagine di copertina dell’edizione 2021 “Person of the Year” della rivista Time [Mark Mahaney/Time via Reuters]

Tutte queste pietre miliari non hanno represso il comportamento bizzarro (e talvolta costoso) di Musk. Condivide regolarmente meme umoristici con i suoi 65 milioni di follower su Twitter. Il mese scorso, le azioni di Tesla hanno subito un duro colpo dopo che Musk ha chiesto in un sondaggio su Twitter se avrebbe dovuto vendere le sue azioni Tesla, che ha per una somma di quasi $ 11 miliardi di dollari, secondo la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti.

Ha anche usato Twitter come piattaforma per aiutare a spostare maggiormente le criptovalute nel mainstream. A febbraio, Musk ha annunciato che Tesla aveva acquistato $ 1,5 miliardi in Bitcoin e ha segnalato la sua intenzione di iniziare ad accettarlo come pagamento. Ha anche esaltato Dogecoin attraverso una serie di meme che hanno contribuito a trasformare la criptovaluta un tempo scherzosa in una risorsa digitale ricercata.

Ma ha anche mostrato i limiti del suo potenziamento delle criptovalute, twittando a maggio che Tesla avrebbe sospeso l’accettazione di pagamenti in Bitcoin e citando preoccupazioni sull’impronta di carbonio della criptovaluta.

Non solo dollari e meme

Il voltafaccia su Bitcoin ha conferito maggiore credibilità al più alto obiettivo dichiarato di Musk di frenare il cambiamento climatico.

Il Cybertruck di Tesla è esposto al Meatpacking District di Manhattan a New York, negli Stati Uniti [File: Jeenah Moon/Reuters]

“Se le 800.000 Tesla vendute nell’ultimo anno fossero state auto alimentate a gas, avrebbero emesso più di 40 milioni di tonnellate di CO₂ nel corso della loro vita, equivalenti alle emissioni annuali della Finlandia”, ha scritto la rivista Time nel suo profilo di Musk.

Ma limitare le emissioni è solo una parte della sua grande visione dell’umanità. Musk vuole anche che le persone inizino a colonizzare Marte.

“L’obiettivo generale è stato quello di rendere la vita multiplanetaria e consentire all’umanità di diventare una civiltà spaziale”, ha detto Musk a Time.

Quando è stato chiesto da Time sulla linea temporale per l’invio di persone su Marte e il rifornimento di carburante sul Pianeta Rosso per tornare sulla Terra, Musk ha risposto: “Sarò sorpreso se non atterreremo su Marte entro cinque anni”.

Tornato qui sulla Terra, Musk sta lavorando per colmare il divario digitale con Starlink, un servizio satellitare a banda larga con quasi 2.000 satelliti lanciati fino ad oggi. Spera di lanciarne altri 42.000 per fornire servizi Internet alle comunità rurali e in via di sviluppo svantaggiate in tutto il mondo.

Musk è anche in trattative con il governo brasiliano su come i satelliti di Starlink possono aiutare a combattere la deforestazione e gli incendi boschivi dell’Amazzonia. E sta prendendo provvedimenti per fornire servizi Internet all’India rurale.

Musk arriva prima del lancio del razzo SpaceX Falcon 9 con la capsula Crew Dragon, prima del lancio della missione commerciale dell’equipaggio della NASA al Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida, negli Stati Uniti [File: Joe Skipper/Reuters]

Ma le cose non sono tutte rose e fiori per il miliardario. Alcuni ex dipendenti hanno accusato le sue aziende di favorire un ambiente in cui prevalgono molestie sessuali, cattive condizioni di lavoro e razzismo. All’inizio di quest’anno, una giuria federale ha ordinato a Tesla di sborsare oltre $ 137 milioni a un ex dipendente afroamericano presso la fabbrica del produttore di veicoli elettrici a Freemont, in California, che ha affermato che Tesla ha chiuso un occhio sugli abusi razziali.

Tesla è stata multata per violazioni normative. E la National Highway Traffic Safety Administration sta esaminando la sicurezza del software Autopilot di Tesla dopo che una denuncia lo ha coinvolto in un incidente.

Il tocco di Mida di Musk e l’espansione del patrimonio netto lo hanno anche portato nel mirino della disuguaglianza e nel dibattito sull’opportunità o meno del governo di costringere i ricchi a pagare più tasse.

“Gran parte della spinta per un maggiore coinvolgimento del governo e l’espropriazione dei beni da parte del governo è spinta da un gruppo di politici che in realtà stanno dicendo che le risorse nel controllo dei privati ​​dovrebbero essere sotto il controllo del governo. In pratica stanno dicendo che vogliono il controllo delle risorse”, ha detto Musk alla rivista Time in un’intervista.

Nato a Pretoria, in Sudafrica, Musk si è trasferito negli Stati Uniti per frequentare la Stanford University come candidato al dottorato, ma ha abbandonato. Ha co-fondato il servizio di mappatura Internet Zip2 e la società di pagamenti elettronici PayPal, che sono stati poi venduti rispettivamente a Compaq e eBay.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.