Cyril Ramaphosa del Sud Africa ha COVID-19, afferma la presidenza | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il presidente sudafricano si sta autoisolando a Città del Capo e sta ricevendo cure per sintomi lievi, afferma la presidenza.

Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa è risultato positivo al test per il COVID-19 e sta ricevendo un trattamento per sintomi lievi, ha affermato il suo ufficio.

Ramaphosa, che è completamente vaccinato, ha iniziato a sentirsi poco bene dopo aver lasciato un servizio commemorativo statale per l’ex presidente FW de Klerk a Cape Town domenica, ha detto.

Il leader di 69 anni è ora in autoisolamento a Cape Town ed è monitorato dal servizio sanitario militare sudafricano, ha affermato.

Ha delegato tutte le responsabilità al vicepresidente David Mabuza per la prossima settimana.

La presidenza non ha detto se Ramaphosa fosse stato infettato dalla variante Omicron del coronavirus.

La variante altamente mutata, che è stata rilevata per la prima volta in Sudafrica il mese scorso, ha scatenato il panico globale per i timori che sia più contagiosa di altri ceppi del coronavirus.

La presidenza ha affermato che Ramaphosa e il suo team sono stati sottoposti a test per COVID-19 più volte la scorsa settimana durante le visite a quattro paesi dell’Africa occidentale.

Alcuni membri della delegazione del presidente sono risultati positivi in ​​Nigeria e sono tornati direttamente in Sudafrica. Per il resto del viaggio, Ramaphosa e la sua delegazione sono risultati negativi.

“Il presidente e la delegazione sono tornati in Sudafrica dalla Repubblica del Senegal mercoledì 8 dicembre 2021, dopo aver ottenuto risultati negativi ai test.

“Il presidente è risultato negativo anche al suo ritorno a Johannesburg l’8 dicembre”, ha affermato.

La dichiarazione citava Ramaphosa che affermava che la sua stessa infezione è servita da monito a tutti i cittadini dell’importanza di vaccinarsi e di rimanere vigili contro l’esposizione.

“La vaccinazione rimane la migliore protezione contro malattie gravi e ospedalizzazioni”, afferma la nota.

“Si consiglia alle persone che hanno avuto contatti con il presidente oggi di prestare attenzione ai sintomi o di sottoporsi a test”, ha aggiunto.

Il Sudafrica sta attualmente combattendo una rapida rinascita guidata dalla variante Omicron, affermano i funzionari sanitari.

All’inizio di novembre, il Sudafrica registrava circa 200 nuovi casi, ma subito dopo le infezioni hanno iniziato ad aumentare drammaticamente.

Il Paese ha registrato domenica notte oltre 18.000 nuovi casi confermati di COVID-19.

Si stima che più del 70 percento dei casi provenga da Omicron, secondo i sondaggi sul sequenziamento genetico.

Finora, la maggior parte dei casi è stata relativamente lieve e la percentuale di casi gravi che necessitano di ossigeno è stata bassa, affermano i medici.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.