5G ora significa che alcuni voli non saranno in grado di atterrare quando i piloti non possono vedere la pista

Verizon e AT&T sperano che nuove aree dello spettro radio cellulare in banda C contribuiranno a rendere il clamore del 5G più vicino alla realtà, ma il grande lancio del 5G a banda media potrebbe avere un effetto collaterale. Gli aeroplani si affidano ai radio altimetri per dire quanto sono alti dal suolo per atterrare in sicurezza quando i piloti non possono vedere, e la FAA sta ora istruendo 6.834 di loro a non Fai quello in alcuni aeroporti a causa dell’interferenza del 5G.

La FAA ha stabilito martedì che quelle migliaia di aerei statunitensi (e alcuni elicotteri) non saranno in grado di utilizzare molti dei sistemi di atterraggio guidati e automatici progettati per funzionare in condizioni di scarsa visibilità, se atterrano in un aeroporto dove si ritiene che ci sia abbastanza interferenza da rendere i loro altimetri non affidabili. “Gli atterraggi durante i periodi di scarsa visibilità potrebbero essere limitati a causa delle preoccupazioni che il segnale 5G potrebbe interferire con la precisione del radio altimetro di un aereo, senza altre mitigazioni in atto”, dice un portavoce della FAA Il Verge.

Ciò probabilmente significa ritardi dei voli: “Queste limitazioni potrebbero impedire l’invio di voli verso determinate località con scarsa visibilità e potrebbero anche comportare deviazioni dei voli”, si legge in una parte della spiegazione scritta della FAA.

“Siamo impegnati con gli operatori wireless, così come i nostri partner interagenti, per fare tutto il possibile per assicurarci che le mitigazioni siano adattate per prevenire interruzioni”, ci dice un portavoce della FAA.

La sentenza della FAA dà una via d’uscita alle compagnie aeree e ai piloti, se possono dimostrare che i loro aeroplani hanno altimetri protetti o altrimenti non saranno interessati da interferenze. Nessuna compagnia aerea commenterebbe Il Verge sui ritardi previsti, né lo avrebbe fatto il gruppo industriale Airlines for America che le compagnie aeree ci hanno indicato.

Non è ancora chiaro quali aeroporti specifici potrebbero limitare i voli a bassa visibilità, ma puoi immaginare che probabilmente si troverebbero negli stessi luoghi in cui i vettori stanno implementando il 5G a banda media – con poche eccezioni, sono gli Stati Uniti più -città popolate. A partire da dicembre, i rollout previsti (PDF) si trovano in 46 mercati designati come aree economiche parziali (PEA), inclusi 1-4, 6-10, 12-19, 21-41 e 43-50. (Puoi vederli tutti qui (PDF).) La FAA prevede di emettere avvisi per aeroporti specifici in seguito.

Verizon e AT&T hanno accettato di posticipare il lancio della banda C di un mese (a gennaio 2022) e si sono anche offerti di ridurre la potenza delle torri 5G per i sei mesi successivi per affrontare le preoccupazioni. I vettori e il loro gruppo di pressione, il CTIA, hanno suggerito che non c’è una ragione valida per temere interferenze, ma la FAA finora non è stata convinta. Né un gruppo di lobby dell’aviazione, l’Aerospace Industries Association, che lunedì ha inviato una lettera alla FCC suggerendo che i limiti di potenza proposti da AT&T e Verizon non vanno abbastanza lontano per la sicurezza. La FCC, non la FAA, è l’ente che regola l’interferenza wireless.

Sebbene la banda C 5G e questi radio altimetri non funzionino effettivamente nella stessa banda, le bande sono abbastanza vicine da far sì che la paura esista. Una possibile soluzione è un filtro di banda per quegli altimetri, ma organizzazioni come la Radio Technical Commission for Aeronautics (RTCA) hanno avvertito (PDF) che potrebbero volerci anni per certificarli e adattare tutti gli aerei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.