Gli insulti più sbalorditivi della terza stagione (finora)


Ce l’abbiamo, Successione La terza stagione potrebbe essere la più esilarante e selvaggia di sempre.

Il successo della HBO è a metà della sua terza stagione, e non ne abbiamo mai abbastanza degli insulti e dei colpi che la famiglia Roy continua a lanciarsi l’un l’altro. Per chi deve ancora sintonizzarsi, questo capitolo di Successione ha un figlio Kendall (Jeremy Strong) e padre Logan (Brian Cox) ancora una volta alla gola dell’altro.

Questa guerra civile è avvenuta grazie alla decisione di fare il doppio gioco di Kendall alla fine della seconda stagione, dove ha esposto suo padre per aver saputo di cattiva condotta e altri illeciti nella compagnia. E mentre Logan vorrebbe che Kendall si “staccasse” in questa stagione, l’ex erede si rifiuta di fare marcia indietro, offrendo molte opportunità per i litigi familiari.

Ad esempio, nell’episodio quattro, “Lion in the Meadow”, Kendall e Logan sono costretti a riunirsi per placare un azionista in preda al panico, interpretato dal brillante Adrien Brody. Durante un’escursione con l’azionista ben vestito, Logan ha una crisi di salute, ma Kendall sembra concentrato solo sul parlare di affari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *