Un attacco pianificato per la genitorialità a Los Angeles colpisce 400.000 pazienti

Per mesi, hacker hanno preso di mira le infrastrutture pubbliche iraniane, colpendo di tutto, dai treni alle stazioni di servizio alle compagnie aeree. Sembra essere un’escalation delle tensioni di lunga data con Israele, che mostra come gli attacchi informatici possono avere un impatto nel mondo reale. In questo caso tali ripercussioni sono particolarmente preoccupanti perché avvertite principalmente dai civili.

In altre notizie regionali, secondo quanto riferito, spyware del gruppo NSO con sede in Israele è stato trovato sui telefoni di quasi una dozzina di funzionari del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. Le vittime vivevano in Uganda o lavoravano su questioni relative al Paese. L’incidente mette a nudo quanto sottili siano sempre state le razionalizzazioni del suo prodotto di sorveglianza di punta del Gruppo NSO, anche se non è chiaro se qualcosa potrà frenare gli abusi quasi costanti compiuti dai governi autoritari.

I ricercatori della sicurezza pensano di aver trovato un modo migliore per individuare i troll sponsorizzati dallo stato su Reddit. App dannose progettate per rubare informazioni bancarie si sono intrufolate nel Google Play Store e sono state scaricate più di 300.000 volte prima di essere avviate. E un bug nel servizio di criptovaluta MonoX Finance ha permesso agli hacker di farla franca con una rapina da 31 milioni di dollari.

Facebook richiederà ai suoi utenti più a rischio di inserire l’autenticazione a due fattori sui propri account. Man mano che Android 12 viene distribuito su più dispositivi, abbiamo dato un’occhiata alle impostazioni sulla privacy che dovresti controllare in questo momento. E i cosiddetti attacchi ai pozzi d’acqua sono diventati sempre più comuni; abbiamo parlato di cosa sono e perché sono così insidiosi.

Infine, tutte le scuse a Scarpe da ginnastica, hacker, e Giochi di guerra, ma La matrice è il miglior film di hacker di tutti i tempi.

E c’è di più! Ogni settimana raccogliamo tutte le notizie sulla sicurezza che WIRED non ha trattato in modo approfondito. Clicca sui titoli per leggere le storie complete.

Tra il 7 e il 19 ottobre, un hacker ha ottenuto l’accesso alla rete dell’avamposto di Los Angeles di Planned Parenthood e ha rubato i dati relativi a 400.000 pazienti. L’organizzazione ha rivelato alle vittime che le informazioni includevano non solo il loro nome, indirizzo e altre informazioni identificative, ma anche dettagli sulle loro procedure e prescrizioni. Mentre la notizia arriva la stessa settimana in cui la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ascoltato le argomentazioni orali in un caso relativo a una controversa legge sull’aborto del Mississippi, l’hack stesso sembra essere stato correlato al ransomware piuttosto che motivato politicamente.

Abbiamo già scritto delle carenze della cosiddetta polizia predittiva, in cui le forze dell’ordine utilizzano i dati per indovinare dove si verificheranno i crimini e chi li commetterà e alloca le risorse di conseguenza. Questa settimana, nuovi rapporti di Markup e Gizmodo hanno mostrato che questi sistemi influenzano in modo sproporzionato i quartieri neri e latini. È un tuffo dannatamente profondo che merita il tuo tempo.

Tor è un prezioso strumento di anonimato che si basa su migliaia di server proxy per instradare il traffico crittografato. Si scopre, tuttavia, che un attore sofisticato ha gestito centinaia di quei server in malafede. A un’osservazione più attenta, un ricercatore sospetta che stiano cercando di raccogliere informazioni sulle persone che utilizzano la rete Tor. Il Tor Project ha iniziato a rimuovere i server dannosi dalla rete come sono stati segnalati, ma a un certo punto l’autore delle minacce ha eseguito fino a 900 alla volta.

All’inizio di quest’anno, il produttore di router Ubiquiti ha subito un attacco che un apparente informatore ha attribuito a hacker esterni. Ora, un’accusa del Dipartimento di Giustizia sostiene che l’incidente sia stato in realtà un lavoro da addetti ai lavori e che l’informatore sia stato in effetti l’aggressore per tutto il tempo. Se le accuse resistono, si tratta di una serie di azioni incredibilmente sfacciate e vale la pena dedicare qualche minuto a esaminarle.


Altre fantastiche storie WIRED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *