Indonesia, in aumento il bilancio delle vittime dell’eruzione del vulcano | Galleria Notizie


Il bilancio delle vittime a seguito dell’eruzione del vulcano più alto sull’isola più densamente popolata dell’Indonesia, Giava, è salito a 13, con sette persone ancora disperse, hanno detto i funzionari domenica mentre detriti fumanti e fango denso hanno ostacolato gli sforzi di ricerca.

Il monte Semeru nel distretto di Lumajang nella provincia di Giava orientale ha vomitato spesse colonne di cenere a più di 12.000 metri (40.000 piedi) nel cielo e gas incandescente e lava sono scesi lungo i suoi pendii dopo un’improvvisa eruzione di sabato innescata da forti piogge. Diversi villaggi sono stati ricoperti di cenere che cade.

Un temporale e giorni di pioggia, che hanno eroso e infine fatto crollare la cupola di lava in cima al Semeru di 3.676 metri (12.060 piedi), hanno innescato l’eruzione, ha detto Eko Budi Lelono, che dirige il centro di rilevamento geologico.

Ha detto che i flussi di gas bruciante e lava hanno viaggiato fino a 800 metri (2.624 piedi) fino a un fiume vicino almeno due volte sabato. Alle persone è stato consigliato di rimanere a 5 chilometri (3,1 miglia) dalla bocca del cratere, ha affermato l’agenzia.

“Spesse colonne di cenere hanno trasformato diversi villaggi nell’oscurità”, ha detto il capo del distretto di Lumajang Thoriqul Haq. Diverse centinaia di persone sono state trasferite in rifugi temporanei o lasciate per altre aree sicure, ha detto, aggiungendo che un blackout elettrico ha ostacolato l’evacuazione.

I detriti e la lava mescolati alla pioggia hanno formato fango denso che ha distrutto il ponte principale che collega Lumajang e il vicino distretto di Malang, nonché un ponte più piccolo, ha detto Haq.

Nonostante un aumento dell’attività da mercoledì, lo stato di allerta di Semeru è rimasto al terzo livello più alto di quattro da quando è iniziata l’eruzione lo scorso anno, e il Centro di vulcanologia indonesiana per la mitigazione dei rischi geologici non lo ha sollevato questa settimana, ha detto Lelono.

Il portavoce della National Disaster Mitigation Agency, Abdul Muhari, ha detto che almeno 13 abitanti del villaggio sono morti per gravi ustioni e 57 sono stati ricoverati in ospedale, di cui 16 in condizioni critiche con ustioni. Ha detto che i soccorritori stavano ancora cercando sette residenti e minatori di sabbia lungo un fiume nel villaggio di Curah Kobokan che sono stati segnalati come dispersi.

Intere case del villaggio sono state danneggiate da detriti vulcanici e più di 900 persone sono fuggite in rifugi temporanei del governo, ha detto Muhari.

Liswanto, il capo del posto di monitoraggio di Semeru, ha affermato che il suo ufficio ha informato la comunità e i minatori che la cenere calda potrebbe cadere dal cratere di Semeru in qualsiasi momento dopo che i sensori hanno rilevato una maggiore attività nell’ultima settimana.

Ma alcuni residenti che sono fuggiti in un rifugio governativo vicino alla sede del distretto di Lumajang hanno affermato che le autorità non hanno parlato loro delle attività del vulcano.

La portavoce del ministero dei trasporti, Adita Irawati, ha dichiarato che sabato il suo ufficio ha emesso un avviso affinché tutte le compagnie aeree evitino le rotte vicino al vulcano. Ha affermato che le operazioni di volo continuano come previsto e che le autorità continueranno a monitorare la situazione.

L’Indonesia, un arcipelago di oltre 270 milioni di persone, è soggetta a terremoti e attività vulcanica perché si trova lungo l'”Anello di fuoco” del Pacifico, una serie di linee di faglia a forma di ferro di cavallo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *