I residenti all’ombra del vulcano indonesiano fanno i conti con la rovina | Notizia


Almeno 14 persone sono state uccise, dozzine ferite e centinaia di famiglie rimaste senza casa dopo l’eruzione del Monte Semeru di sabato.

Circondati da una scena apocalittica di cenere fusa e fango, i residenti che vivono all’ombra del Monte Semeru in Indonesia hanno setacciato le cose in rovina dopo che le loro case sono state ricoperte dall’eruzione vulcanica di sabato.

I padri cullavano le figlie in difficoltà, gli anziani del villaggio sollevavano materassi sulla schiena e i contadini portavano le capre sopravvissute, cercando di salvare ciò che potevano da dove un tempo esisteva il loro villaggio.

“Non sapevamo che fosse fango caldo”, ha detto Bunadi, un residente del villaggio di Kampung Renteng.

“All’improvviso, il cielo si è oscurato a causa della pioggia e del fumo caldo”.

Il personale di soccorso cerca gli abitanti del villaggio in un’area coperta di cenere vulcanica nel villaggio di Sumber Wuluh a Lumajang Juni Kriswanto/AFP]

L’eruzione ha ucciso 14 persone e ne ha ferite 56, ha detto domenica un funzionario dell’agenzia per la mitigazione dei disastri.

Le ferite, 35 delle quali gravi, sono state inferiori al precedente conteggio di 98. Il funzionario ha anche affermato che sono state evacuate 1.300 persone.

Ha anche lasciato molti senzatetto e centinaia nei rifugi.

In una moschea locale, le madri si sono sedute sul pavimento accanto ai loro bambini addormentati, fortunate ad essere sfuggite al diluvio che ha avvolto interi villaggi di cenere e ha lasciato dozzine di gravi ustioni.

‘Quasi salvato’

Alcuni sono tornati nelle loro città fantasma dopo l’eruzione nonostante i rischi per la loro salute causati dall’aria sporca, nel disperato tentativo di raccogliere i pezzi dall’acre mare di fango.

In una casa nel distretto di Lumajang a East Java, piatti, pentole e ciotole erano seduti su un tavolo come se venisse servita la cena, ma il cibo era stato sostituito con porzioni di cenere vulcanica.

Alcuni cercavano disperatamente amici e parenti scomparsi.

“C’erano 10 persone portate via dal flusso di fango”, ha detto Salim, un altro residente di Kampung Renteng. “Uno di loro è stato quasi salvato. Gli fu detto di scappare ma disse: ‘Non posso, chi darà da mangiare alle mie mucche?’”

Un uomo porta i suoi bufali per l’evacuazione oltre le case ricoperte di cenere a seguito di un’eruzione del monte Semeru, visto sullo sfondo, a Lumajang, East Java, Indonesia [AP Photo]

I tetti delle case nel villaggio di Sumber Wuluh spuntavano da strati di fango denso, evidenziando il volume a picco che scendeva sull’area.

Le mucche giacevano morte o si aggrappavano alla vita con la carne strappata via dal caldo torrido.

Una sigaretta pendeva dalla bocca di uno sfollato mentre veniva portato in salvo, mentre i soccorritori vestiti con uniformi arancioni lavoravano su uno sfondo grigio scuro infernale.

Un gruppo di residenti di Sumber Wuluh stava insieme nella cenere, guardando verso il cratere di Semeru mentre il fumo continuava a gonfiarsi.

Con alberi anneriti e spogli, macchine sommerse e edifici sformati tutt’intorno, loro e i loro animali erano l’unica vita in cui tutto il resto era taciuto.

L’Indonesia, un arcipelago con oltre 270 milioni di persone, è soggetta a terremoti e attività vulcanica perché si trova lungo l'”Anello di fuoco” del Pacifico, una serie di linee di faglia a forma di ferro di cavallo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *