La FIFA sta sperimentando la tecnologia di tracciamento degli arti per catturare i giocatori in fuorigioco

La FIFA, l’organo di governo globale dello sport variamente noto come calcio e calcio, sta sperimentando una nuova tecnologia che tiene traccia degli arti dei giocatori per rilevare se sono in posizione di fuorigioco. Il sistema sarà impiegato alla Coppa Araba 2021, che prende il via oggi in Qatar, sede dei Mondiali del prossimo anno.

La FIFA chiama il sistema “tecnologia del fuorigioco semiautomatico.Si tratta di una configurazione della telecamera installata sul tetto dello stadio, con i dati degli arti estratti dal video e inviati alla sala operatoria degli ufficiali di gara in modo che la linea di fuorigioco possa essere calcolata in tempo reale. La BBC rapporti che da 10 a 12 telecamere raccolgono fino a 29 punti dati per ogni giocatore 50 volte al secondo.

Nel calcio, un giocatore è in fuorigioco se la palla gli viene passata con meno di due giocatori avversari (di solito incluso il portiere) tra loro e la linea di porta. È una regola fondamentale che spesso porta a gol annullati, ma può essere difficile per gli arbitri prendere la decisione giusta in tempo reale e le limitazioni della tecnologia VAR (Video Assistant Referee) non fanno che aumentare la controversia.

Attualmente, il VAR prevede l’analisi di un feed video e il disegno di linee sul campo per confermare se i giocatori sono in fuorigioco, ma il filmato non ha sempre la risoluzione o il frame rate per determinare il momento esatto in cui la palla lascia il piede di un giocatore, ad esempio. Può essere frustrante guardare una partita e aspettare diversi minuti dopo un goal apparentemente legittimo per scoprire se verrà annullato.

“Il VAR ha avuto un impatto molto positivo nel calcio e il numero di errori importanti è ridotto, ma ci sono aree in cui può essere migliorato – e il fuorigioco è uno di questi”, ha detto alla BBC Pierluigi Collina, chief arbitrale officer della FIFA. “Siamo consapevoli che il processo per controllare i fuorigioco può richiedere più tempo [than other decisions], soprattutto quando è molto stretto. Siamo anche consapevoli che il posizionamento delle linee potrebbe non essere accurato al 100%”.

Se i test alla Coppa Araba avranno successo, il sistema potrebbe essere utilizzato alla Coppa del Mondo del prossimo anno, secondo la BBC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.