Il capo della Fed degli Stati Uniti afferma che Omicron presenta “rischi al ribasso” | Notizie di affari ed economia


Jerome Powell ha affermato che il recente aumento dei casi di COVID e la nuova variante potrebbero “rallentare i progressi” nel mercato del lavoro.

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell, nelle sue prime osservazioni pubbliche sulla variante omicron del coronavirus, ha affermato che comporta rischi per entrambe le parti del mandato della banca centrale di raggiungere prezzi stabili e massima occupazione.

“Il recente aumento dei casi di Covid-19 e l’emergere della variante omicron pongono rischi al ribasso per l’occupazione e l’attività economica e una maggiore incertezza per l’inflazione”, ha affermato Powell in una testimonianza preparata rilasciata lunedì, un giorno prima della sua apparizione davanti al Comitato bancario del Senato. . “Una maggiore preoccupazione per il virus potrebbe ridurre la disponibilità delle persone a lavorare di persona, il che rallenterebbe i progressi nel mercato del lavoro e intensificherebbe le interruzioni della catena di approvvigionamento”.

Powell, nel testo relativamente breve, non ha discusso di azioni specifiche di politica monetaria o della possibilità di cambiare il ritmo della riduzione del suo acquisto di attività, una questione chiave che altri funzionari hanno segnalato in recenti osservazioni.

Powell – che una settimana fa è stato selezionato dal presidente Joe Biden per un secondo mandato come capo della banca centrale – apparirà davanti al panel martedì alle 10, insieme al segretario al Tesoro Janet Yellen, nel primo dei due giorni di udienze di supervisione del Congresso relative a stimolo pandemico. La Commissione per i servizi finanziari della Camera seguirà mercoledì con un’audizione separata.

Da parte sua, Yellen ha affermato in un commento preparato al panel che mentre segue le notizie sulla variante dell’omicron, “a questo punto, sono fiducioso che la nostra ripresa rimanga forte”.

Yellen ha anche chiesto al Senato di approvare la legge sulla spesa sociale di Biden nota come Build Back Better, e ha avvertito i legislatori che devono presto aumentare il limite del debito nazionale. In precedenza aveva indicato che il Tesoro potrebbe rimanere senza contanti dopo il 15 dicembre.

“Non posso sopravvalutare quanto sia fondamentale che il Congresso affronti questo problema”, ha detto Yellen del limite del debito. “Se non lo faremo, svisceraremo la nostra attuale ripresa”.

La scoperta della nuova variante del Covid-19 ha innescato nuove incertezze sull’economia. I governi di tutto il mondo hanno intensificato le restrizioni ai viaggi e l’Organizzazione mondiale della sanità ha avvertito che il ceppo di omicron potrebbe alimentare una nuova ondata di infezioni.

Nonostante la forte crescita dell’occupazione quest’anno, “c’è ancora molto da fare per raggiungere la massima occupazione sia per l’occupazione che per la partecipazione alla forza lavoro, e prevediamo che i progressi continuino”, ha affermato Powell, aggiungendo che la disoccupazione continua a diminuire “sproporzionatamente” su neri e ispanici. .

Anche tra le sfide poste dalla pandemia, l’economia statunitense sta andando avanti. Gli economisti di JPMorgan Chase & Co. hanno aggiornato la loro stima per la crescita annualizzata al 7% dal 5% per gli ultimi tre mesi dell’anno. Il boom ha alimentato un’elevata inflazione, con i prezzi al consumo in ottobre che sono aumentati al ritmo più veloce degli ultimi 30 anni.

“La maggior parte dei previsori, inclusa la Fed, continua ad aspettarsi che l’inflazione diminuirà in modo significativo nel prossimo anno man mano che gli squilibri tra domanda e offerta diminuiranno”, ha affermato Powell. “È difficile prevedere la persistenza e gli effetti dei vincoli di offerta, ma ora sembra che i fattori che spingono l’inflazione al rialzo rimarranno nel prossimo anno”.

I funzionari della Fed nelle ultime settimane avevano discusso della possibilità di accelerare il ritmo con cui ridimensionano gli acquisti mensili di attività della banca centrale, il che darebbe loro la possibilità di aumentare i tassi di interesse prima del prossimo anno, se necessario, per tenere sotto controllo le pressioni sui prezzi.

“Sono molto aperto ad accelerare il ritmo del nostro rallentamento degli acquisti”, ha detto a Fox News in un’intervista venerdì il presidente della Fed di Atlanta Raphael Bostic, un elettore quest’anno del Federal Open Market Committee che definisce le politiche. Il presidente della Fed di San Francisco Mary Daly, che quest’anno è anche un elettore ed è stata una voce accomodante sulla politica, ha detto a Yahoo! Finance all’inizio della scorsa settimana che avrebbe accettato un ritmo più rapido di tapering se l’inflazione avesse continuato a salire troppo. L’intervista di Daly è stata condotta prima che si diffondesse la notizia di omicron.

I funzionari della Fed vedranno i rapporti sull’IPC e sull’occupazione per novembre prima della riunione finale dell’anno il 14-15 dicembre.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *