Perché un tostapane del 1949 è ancora più intelligente di qualsiasi altro venduto oggi?

Il mio collega Tom una volta ti ha presentato un tostapane moderno con due pulsanti apparentemente ingegnosi: uno per sollevare brevemente il pane per verificarne l’avanzamento e un altro per tostarlo “un po’ di più”. Con tutto il rispetto, sottopongo che non dovresti aver bisogno di un pulsante.

Questo perché nel 1948, l’ingegnere Sunbeam Ludvik J. Koci ha inventato il tostapane perfetto, uno in cui il semplice atto di inserire una fetta in una delle sue due fessure si traduce in un delizioso pezzo di pane tostato. Nessun pulsante, nessuna leva, nessun altro input richiesto. Lascia cadere il pane, prendi il toast.

Alcuni di voi sono senza dubbio già intenditori che sanno a cosa mi riferisco: il tostapane Sunbeam Radiant Control, venduto dal 1949 fino alla fine degli anni ’80. (Va sotto molti nomi, tra cui T-20A, T-20-B, T20-C, T-35, VT-40, AT-W e persino 20-30-AG.) Nel 2019, il canale YouTube Connessioni tecnologiche spiegate in modo famoso proprio perché l’antico Sunbeam Radiant è migliore del tuo, e potrebbe essere la cosa più intelligente che guardi oggi.

Ma se non hai tempo adesso, riassumo: quando infili un pezzo di pane in questo tostapane, questo spinge verso il basso una serie di leve abilmente progettate che hanno una tensione appena sufficiente per abbassare e alzare due fette tutte loro stessi – e ha un termostato meccanico all’interno che impedisce la tostatura del pane quando è tostato e pronto, NON dopo un periodo di tempo arbitrario.

Con il Sunbeam, il calore irradiato dal pane stesso riscalda una striscia bimetallica (uno dei tipi più semplici di termostati) che, essendo composta da due diversi tipi di metallo che si espandono a velocità diverse, finisce per piegarsi all’indietro per recidere il collegamento e fermare il flusso di elettricità quando il brindisi è finito. Ed ecco la parte più geniale: quando il filo riscaldante si restringe mentre si raffredda, Quello è ciò che innesca la reazione a catena meccanica che solleva il tuo pane. Ecco come lo descrive Sunbeam nel tostapane manuale di servizio ufficiale:

L’innalzamento o l’abbassamento del pane si ottiene sfruttando l’energia di espansione e contrazione del filo dell’Elemento Centrale. Naturalmente, questo movimento è molto piccolo e viene misurato in millesimi di pollice, ma un movimento del carrello più che adeguato è ottenuto da un semplice collegamento che moltiplica questo movimento circa 175 volte.

E quel meccanismo non si consuma solo dopo quasi tre quarti di secolo di utilizzo: c’è una sola vite sotto il vassoio delle briciole per regolare la tensione del filo, e da sola è sufficiente per riportare in vita molti vecchi tostapane.

Quindi sì: lascia cadere il pane, prendi il toast. E come sottolinea Technology Connections, ottieni toast indipendentemente dal fatto che il tuo pane sia a temperatura ambiente, refrigerato o congelato quando lo infili nel dispositivo.

Ciò rende anche notevolmente difficile bruciare accidentalmente il pane tostandolo troppo a lungo! Ricordi il pulsante “Ancora un po’” sul tostapane di Tom? Il tostapane Sunbeam Radiant Control lo fa semplicemente rimettendo un pezzo di pane tostato nella fessura: riscalda il pane fino alla temperatura alla quale si dora, che fa dorare leggermente il pane di più, prima che faccia scattare di nuovo il termostato e si spenga stesso spento.

Il mio raggio di sole T-35.
Foto di Sean Hollister / The Verge

A questo punto, potresti aver indovinato che non ero soddisfatto di guardare un video di YouTube: ho comprato il mio su eBay. E poi ne ho comprati un secondo e un terzo, perché si scopre che un artefatto dell’era spaziale che produce cibo delizioso è proprio il tipo di meraviglioso pezzo di conversazione che fa anche un regalo meraviglioso. (Prima di darli, li ho aperti e ho sostituito i loro vecchi cavi di alimentazione con quelli moderni a tre poli con messa a terra, poiché molti di questi precedono anche le spine polarizzate e non sono nemmeno lontanamente sicuri per i moderni standard di prevenzione della folgorazione.)

Ci sono buone argomentazioni sul fatto che il tostapane Sunbeam Radiant Control non sia ancora perfetto. Per prima cosa, non c’è nessun suono che ti ricordi quando il brindisi è finito, anche se questi tostapane da 1275 e 1375 watt sono abbastanza potenti che potresti anche restare per il minuto o due necessari. (Lascia in infusione il tè, prendi il burro e le conserve.)

Inoltre, non tostare facilmente i bagel in questi, dal momento che il termostato è puntato al centro del tuo pezzo di pane. I waffle congelati vengono benissimo, ma devo dividere con cura i muffin inglesi perfettamente a metà in modo che non si impiglino nei fili guida. E mentre le fette di pane per tramezzini quadrate si croccano magnificamente, incluso il toast di Taiwan tagliato sottile dal mio panificio locale, i pani spessi o oblunghi non si adattano necessariamente. (Un’ampia fetta di latticello Oroweat o Nature’s Own Brioche Style potrebbe richiedere una rapida rotazione e tostatura per diventare croccante fino in fondo.)

Ma quando funziona, che è la maggior parte delle volte, il risultato è il tipo di toast croccante all’esterno, soffice e umido all’interno che mia madre mi dice che non ha più mangiato da allora lei se n’è andata suo cucina della mamma.

Solo le varianti T-20 originali hanno questo design art déco.
Foto di Sean Hollister / The Verge

Ammetto di non aver mai provato a Balmuda, il tostapane da 300 dollari in cui si aggiunge una spruzzata d’acqua in modo che “blocca l’umidità interna del pane prima che la superficie diventi dorata”. Ma devo chiedermi se croccare velocemente l’esterno con un tostapane verticale dedicato, invece di cuocerlo una seconda volta in un forno in miniatura, potrebbe essere una soluzione più elegante? io possiedo un Panasonic FlashXpress, che spesso porta a casa i premi come miglior tostapane, e le sue fette perfettamente dorate non hanno sicuramente lo stesso gusto che può dare il raggio di sole.

Ho trovato il T-20B leggermente più facile da lavorare rispetto al T-35 oa un modello Vista successivo. La Vista aveva un paio di pannelli rivettati che qui erano facili da svitare.
Foto di Sean Hollister / The Verge

Se ti ritrovi nel mercato per un Sunbeam Radiant, dovresti sapere che non sono tutti uguali: puoi leggere le differenze qui e qui – e potresti dover pagare un bel po’. Vanno in media a $ 130 su eBay, con modelli completamente restaurati che vanno da due a quattro volte quelli all’asta. (Anche i tostapane di Tim promette di ripristinare il tuo raggio di sole esistente per $ 250, anche se non posso garantire personalmente il loro lavoro.)

È davvero tanto? Il raggio di sole T-20 secondo quanto riferito, venduto al dettaglio per oltre $ 22,50 nuovo di zecca nel 1949. Sono $ 260 in denaro di oggi, il che potrebbe essere il motivo per cui nessun’altra azienda si è apparentemente preoccupata di replicare il suo fascino completamente automatico.

Questo Ringraziamento, ho pensato di brindare al tostapane definitivo. Potremmo non vedere mai più come è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *