Gli stati europei espandono i booster, stringono i cordoli in mezzo all’ondata di COVID | Notizie sulla pandemia di coronavirus


I paesi europei hanno ampliato le vaccinazioni di richiamo COVID-19, lanciato piani per iniettare vaccini ai bambini piccoli e inasprito alcuni cordoli mentre il continente combatteva un’ondata di casi di coronavirus e crescevano le preoccupazioni per le sue ricadute economiche.

La Slovacchia è entrata in un blocco di due settimane, il governo ceco ha dichiarato uno stato di emergenza di 30 giorni che prevedeva la chiusura anticipata di bar e club e il divieto dei mercatini di Natale, mentre la Germania giovedì ha varcato la soglia dei 100.000 decessi correlati al COVID-19.

L’Europa è al centro dell’ultima ondata di COVID-19, segnalando un milione di nuove infezioni circa ogni due giorni e ora rappresentando quasi i due terzi delle nuove infezioni in tutto il mondo.

La Commissione europea ha proposto giovedì che i residenti dell’UE dovranno sottoporsi a vaccinazioni di richiamo se vogliono recarsi in un altro paese del blocco la prossima estate senza la necessità di test o quarantene.

In Francia, le autorità hanno annunciato che i colpi di richiamo sarebbero stati resi disponibili a tutti coloro che hanno più di 18 anni, piuttosto che solo agli over 65 e a quelli con problemi di salute di base.

Molti paesi stanno introducendo o aumentando l’uso di colpi di richiamo, anche se l’Organizzazione mondiale della sanità vuole che le persone più vulnerabili in tutto il mondo vengano prima vaccinate completamente.

In Africa, dove solo il 6,6% della popolazione di 1,2 miliardi è completamente vaccinata, molti paesi stanno lottando con la logistica per accelerare le loro campagne di vaccinazione mentre le consegne di vaccini finalmente iniziano, ha detto giovedì il capo dell’organismo di controllo delle malattie dell’Africa.

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) mercoledì ha raccomandato i richiami del vaccino per tutti gli adulti, con priorità per gli over 40.

Giovedì il numero di nuovi casi giornalieri in Germania ha raggiunto il record di 75.961 e il bilancio delle vittime totale ha raggiunto 100.119 dall’inizio della pandemia, secondo il Robert Koch Institute per le malattie infettive.

Dominic Kane di Al Jazeera, riferendo da Berlino, ha affermato che le autorità tedesche stanno lottando con l’aumento dei casi e alcuni ospedali sono stati costretti a inviare pazienti in altri paesi europei.

“In Germania … molti ospedali si stanno riempiendo di persone che non sono state vaccinate e hanno preso la variante Delta del coronavirus, che come sappiamo è molto più contagiosa”, ha detto Kane.

“E con gli ospedali che si riempiono, non riescono a trovare abbastanza posti, quindi chiedono agli alleati europei di accogliere alcuni dei loro pazienti”, ha aggiunto.

Scatti per ragazzi

C’è una crescente spinta in alcuni paesi per inoculare i bambini più piccoli.

L’organismo di vigilanza sui medicinali dell’UE ha approvato giovedì l’uso del vaccino di Pfizer e BioNTech in bambini di età compresa tra 5 e 11 anni a una dose inferiore, dopo averlo autorizzato per i bambini di 12 anni a maggio. La Commissione europea emetterà una decisione finale, prevista per venerdì.

Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca si stavano preparando a inoculare i bambini più piccoli dopo l’approvazione dell’Agenzia europea per i medicinali, sebbene le consegne delle dosi inferiori non siano previste fino al 20 dicembre.

In Francia, dove il numero di infezioni raddoppia ogni 11 giorni, il ministro della Sanità Olivier Veran ha affermato che chiederà ai regolatori sanitari di esaminare se i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni dovrebbero essere in grado di vaccinarsi.

Quasi mezzo milione di vite in tutta Europa sono state salvate grazie alla vaccinazione, tra le persone di età pari o superiore a 60 anni dall’inizio del lancio del vaccino, ha affermato giovedì l’ufficio regionale dell’Organizzazione mondiale della sanità in uno studio con il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Cordoli più severi

Molti paesi europei stanno inasprendo i cordoli.

Lo stato di emergenza annunciato dalla Repubblica Ceca consente al governo di ordinare restrizioni alla vita pubblica. Le autorità hanno ordinato a bar e club di chiudere alle 22:00 (21:00 GMT), hanno vietato i mercatini di Natale e hanno limitato la partecipazione a eventi culturali e sportivi a 1.000 persone.

Il blocco di due settimane della Slovacchia da giovedì ha seguito la vicina Austria, che ha iniziato il blocco lunedì. La Slovacchia, con uno dei tassi di vaccinazione più bassi dell’UE, ha riportato una situazione critica negli ospedali e nuove infezioni in cima alle classifiche globali.

Le autorità hanno ordinato la chiusura di tutti i negozi e i servizi, tranne quelli essenziali, e hanno vietato alle persone di viaggiare al di fuori dei loro distretti a meno che non vadano al lavoro, a scuola o da un medico. Sono stati vietati gli assembramenti di più di sei persone.

Le autorità francesi hanno affermato che le regole sull’uso delle mascherine saranno rafforzate e saranno aumentati i controlli sui pass sanitari utilizzati per l’ingresso nei luoghi pubblici. Ma i funzionari hanno affermato che non era necessario seguire i paesi europei che hanno reintrodotto i blocchi.

In Germania, la co-leader dei Verdi Annalena Baerbock ha affermato che il nuovo governo, composto da socialdemocratici (SPD), Verdi e Liberi Democratici (FDP), si è fissato 10 giorni per decidere se sono necessarie ulteriori restrizioni.

Gran parte della Germania ha già introdotto regole per limitare l’accesso alle attività indoor alle persone che sono state vaccinate o si sono riprese.

Nei Paesi Bassi, il numero di pazienti affetti da coronavirus in ospedale ha raggiunto livelli che non si vedevano dall’inizio di maggio e gli esperti hanno avvertito che gli ospedali raggiungeranno la piena capacità in poco più di una settimana se il virus non sarà contenuto.

Il governo olandese ha affermato che adotterà misure forti per frenare le infezioni. L’emittente nazionale NOS ha riferito giovedì che il principale Outbreak Management Team del governo ha consigliato la chiusura di ristoranti, bar e negozi non essenziali entro le 17:00 come parte di un nuovo pacchetto di misure di blocco.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *