La tenuta di Tolkien ha ottenuto il token JRR, ma gli NFT persistono

Sembra nostra previsione che a Signore degli Anelli-la criptovaluta a tema “JRR Token” era destinata agli incendi del Monte Fato era accurata: l’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (o WIPO) ha dichiarato di aver violato un marchio appartenente alla proprietà dell’autore JRR Tolkien e ha ordinato che uno dei domini web essere trasferiti a quella proprietà (tramite il Financial Times).

Se non hai familiarità con JRR Token (non Tolkien), ecco la tradizione: è stato un progetto di criptovaluta che ha attirato pesante ispirazione da Il Signore degli Anelli. Il suo slogan era “L’unico token che li governa tutti”, il suo sito Web presentava immagini in stile Tolkien di dolci colline e maghi, e c’era anche un video promozionale con un attore dei film che fa giochi di parole su Hobbit e afferma che il token stava andando “sulla luna”. Prometteva una serie di funzionalità finanziarie chiamate “Tokenomics”, i cui dettagli effettivi erano lasciati fastidiosamente poco chiari dal suo (Signore degli Anellia tema) white paper e sito web.

Come molte, molte persone avevano previsto, tutto questo non andava d’accordo il famoso litigioso Tenuta di Tolkien — it ha presentato un reclamo all’OMPI il 7 agosto, il giorno dopo la messa in vendita dei gettoni. La proprietà ha affermato che il sito del progetto, jrrtoken.com, ha violato i suoi marchi e ha fornito paragrafi di spiegazioni dettagliate su come il sito web stava violando Il Signore degli Anelli. Onestamente, però, probabilmente puoi ottenere il succo da solo guardando un archivio web o screenshot di esso.

Se guardi da vicino, puoi vedere sottili riferimenti a Signore degli Anelli.
Via: The Wayback Machine

(Nota: il progetto aveva anche un altro sito, thetokenofpower.com – basato sugli archivi di Wayback Machine, i due siti sembrano avere lo stesso contenuto, ma solo il primo è menzionato nel resoconto del WIPO. Nessuno dei due siti contiene più informazioni sul token. )

In sua difesa, gli avvocati del token hanno tentato di sostenere che le persone non confonderebbero JRR Token con JRR Tolkien perché la “L” e la “I” in Tolkien sono “visibilmente assenti” in Token e le due frasi sono pronunciate in modo diverso. La risposta recita anche, in parte:

JRR TOLKIEN non è confusamente simile a JRR TOKEN. Il primo è un cognome utilizzato come marchio e il secondo è una parola inglese che significa una forma di valuta digitale.

Stranamente, il panel dell’OMPI (da non confondere con il Consiglio di Elrond), non era convinto da questi argomenti, o da quelli che dicevano che doveva essere una parodia – ha detto nella sua decisione che il nome di dominio è stato registrato “in malafede” e che “è stato selezionato al solo scopo di creare una falsa associazione con” l’autore JRR Tolkien. Tutti i Signore degli Anelli I riferimenti e le immagini sul sito Web del token non hanno aiutato nemmeno il caso del progetto, secondo l’OMPI, né il fatto che fosse un’impresa commerciale.

Il panel ha anche affermato che la spiegazione alternativa dello sviluppatore secondo cui il “JRR” in “JRR Token” in realtà stava per “Journey through Risk to Reward” era probabilmente falsa, dato che la frase non sembrava essere utilizzata sul sito. Nelle sue stesse parole:

Non è chiaro al Panel cosa significhi effettivamente “Viaggio attraverso il rischio per la ricompensa” e perché il termine “viaggio” sia rilevante per l’acquisto di token.

“Non c’è dubbio che il convenuto fosse a conoscenza delle opere di Tolkien e abbia creato un sito web per barattare la fama di queste opere”, si legge parte della decisione dell’OMPI.

Secondo Il guardiano, la proprietà di Tolkien sta ora lavorando per “cancellare qualsiasi contenuto online illecito” – e in effetti l’account Twitter, il canale YouTube e i siti Web del token sembrano essere spariti. citare male Compagnia dell’Anellola scena di apertura: uno per uno, i siti e gli account dei social media di JRR Token sono caduti sotto il potere della legge internazionale sul copyright.

Ma, come si suol dire, alcuni hanno resistito.

Come l’Unico Anello nella storia di Tolkien, il token è sopravvissuto in qualche modo – sotto forma di una collezione OpenSea. Certo ci sono JRR Token NFT, e se pensavi che il progetto principale fosse sfacciatamente pungente LotR aspetta solo di rifarti gli occhi con questi (simile a come Gollum banchetta disgustosamente con un pesce vivo in quella scena che odio ancora guardare).

Questo potrebbe essere l’ultimo rifugio per la presenza online di JRR Token.

Anch’io amo affermare che i cattivi di LotR erano pro-centralizzazione, e quindi fare in modo che tutti i miei NFT rappresentino i cattivi della storia.

È interessante notare che le NFT non sono state menzionate nel resoconto del caso dell’OMPI, sebbene la cronologia possa offrire alcune informazioni al riguardo. Come notato in precedenza, la proprietà di Tolkien ha presentato la sua denuncia all’inizio di agosto e gli NFT non sono stati pubblicizzati sul sito Web di JRR Token fino a un periodo compreso tra il 31 agosto e l’11 settembre, secondo cattura dalla Wayback Machine.

Guardare la blockchain ci dà un tempismo ancora più preciso: Spettacoli OpenSea che le NFT sono state coniate il 31 agosto e sono state quotate per la vendita o trasferite su altri conti il ​​1° settembre. Questo è, tra l’altro, lo stesso giorno esatto in cui il rapporto dell’OMPI afferma che JRR Token ha presentato la sua risposta al reclamo. Prego che un giorno mi venga concessa la fiducia (ma non l’audacia) della persona che crea NFT con personaggi di Signore degli Anelli mentre combatteva una denuncia per infrazione dalla proprietà di Tolkien.

Non sono sicuro di cosa accadrà agli NFT Token JRR, anche se non immagino che la tenuta di Tolkien sarà felice se scopre di loro. Per quanto riguarda il resto del progetto, se devo essere onesto, questo è più o meno esattamente quello che mi aspettavo che accadesse. L’Occhio di Sauron può essere sempre vigile, ma l’occhio della Tenuta di Tolkien lo è ancora di più – e non ci si può aspettare che un semplice segno resista ai poteri del WIPO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *