Porsche acquisisce una quota di maggioranza nel produttore di biciclette elettriche di fascia alta Greyp

Il produttore croato di biciclette elettriche Greyp Bikes ha un nuovo azionista di maggioranza: Porsche. Il ramo di capitale di rischio del produttore di auto sportive, Porsche Ventures, detiene una quota di circa il 10 percento nella società di e-bike dal 2018.

Greyp (pronunciato come il frutto) è stato fondato Mate Rimac – aka “Elon Musk della Croazia” — l’idea dietro la startup di supercar elettriche Rimac Automobili. L’azienda produce mountain bike elettriche altamente connesse ed estremamente potenti, inclusa l’ammiraglia da $ 10.000, la G6 full-suspension. L’azienda vende le sue biciclette in Europa e ha recentemente lanciato le sue operazioni negli Stati Uniti con sede a San Pedro, in California.

L’investimento è un altro segno della fiducia di Porsche nelle capacità imprenditoriali di Rimac. La casa automobilistica possiede anche una piccola partecipazione in Rimac Automobili, che ha acquistato contemporaneamente all’acquisto iniziale di azioni Greyp. Rimac ha recentemente annunciato che stava rilevando Bugatti dalla società madre di Porsche, Volkswagen, per formare una nuova società chiamata Bugatti Rimac.

L’aumento degli investimenti arriva in un momento di crescita accelerata nel mondo delle e-bike. Le vendite di e-bike stanno crescendo più velocemente rispetto alle biciclette tradizionali nella maggior parte dei principali mercati. La pandemia è stata un fattore importante, con un aumento delle vendite del 145% dal 2019 al 2020, più del doppio del tasso delle biciclette non motorizzate, secondo la società di ricerche di mercato NPD Group.

Porsche ha caratterizzato la decisione di assumere una partecipazione di controllo in Greyp come parte del suo più ampio piano di investimento in veicoli a zero e basse emissioni, compresi i veicoli ibridi plug-in e la Porsche Taycan completamente elettrica. La società ha affermato che avrà un “bilancio” a emissioni zero entro il 2030.

Porsche non è estranea al mondo delle e-bike. All’inizio di quest’anno, la casa automobilistica ha presentato un paio di mountain bike elettriche full-suspension, la Sport e la Cross.

La Sport è una bici da strada destinata all’uso quotidiano, con un telaio in fibra di carbonio a sospensione completa, luci anteriori e posteriori integrate, motore a trazione centrale Shimano e un prezzo di $ 10.700. La Cross, che è più per le avventure fuoristrada, sfoggia un mid-drive Shimano, un telaio in fibra di carbonio e un telaio a sospensione completa, oltre ai freni a disco idraulici Magura-MT Trail che sono extra-large e “resistenti al calore”. Pesa 48,7 libbre e viene venduto al dettaglio per $ 8.549.

Porsche è l’ultima azienda specializzata in veicoli con motore a combustione a tuffarsi nel mondo delle due ruote elettriche. Spesso, quando si sente parlare di case automobilistiche che rilasciano le proprie biciclette elettriche, si tratta solo di un accordo di licenza del marchio. (Pensa all’e-bike di Jeep o a quelle Biciclette dell’ultimo decennio.) Altre volte, è un progetto molto pubblicizzato che finisce per cadere vittima di una maggiore riduzione dei costi aziendali, come le e-bike Ariv di General Motors. Ma di tanto in tanto emerge qualcosa di interessante, come le e-bike Serial 1 di Harley-Davidson recentemente rilasciate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *