No. 1 South Carolina ottiene una dichiarazione vittoria su No. 2 UConn


I Gamecocks, al contrario, hanno giocato in modo tagliente e si sono rivolti alla loro caratteristica difesa nella seconda metà, permettendo al Connecticut di segnare solo 3 punti nel quarto trimestre contro una stretta copertura da uomo a uomo.

L’attaccante junior Aliyah Boston ha quasi fatto una doppia doppia nel primo tempo e ha concluso la partita con 22 punti e 15 rimbalzi, il tipo di prestazione che la Carolina del Sud conta su di lei per tutta la stagione.

“È tempo che Aliyah Boston sia la giocatrice dominante che è”, ha detto Staley.

Le guardie Zia Cooke e Destanni Henderson sono le altre due chiavi dell’attacco del South Carolina. Cooke ha avuto 17 punti di tiri da circo, mentre il veterano di Henderson si è manifestato in canestri di transizione veloci e una linea statistica ben bilanciata di 15 punti, 4 rimbalzi, 6 assist e 6 palle rubate.

Nel complesso, il team ha mostrato la sua profondità e che ha ampio spazio per crescere. Se, ad esempio, i Gamecocks riuscissero a coinvolgere maggiormente Kamilla Cardoso, un trasferimento di 6 piedi 7 da Siracusa, nella vernice, potrebbero avere una risposta facile per una difesa interna dura come quella del Connecticut.

Questo è stato il primo grande test della stagione per gli Huskies. La guardia dell’UConn Paige Bueckers, capocannoniere della squadra, ha realizzato una serie di canestri da capogiro e nel primo tempo il movimento di palla degli Huskies è sembrato quasi trascendente. Quella il ritmo, però, si è disintegrato nella ripresa, quando solo Bueckers ha segnato più di un canestro.

Il Connecticut avrà molti tiratori pronti ad aiutare, però, una volta che avrà ridotto alcuni dei suoi errori più basilari. La guardia senior in maglia rossa Evina Westbrook è stata la scintilla per l’attacco del Connecticut in anticipo e il secondo capocannoniere della squadra. Con più opportunità, potrebbe essere in grado di sollevare parte del carico offensivo da Bueckers.

Azzi Fudd, una matricola molto apprezzata, ha giocato a malapena lunedì dopo aver segnato 18 punti contro la University of South Florida domenica, una decisione che Auriemma ha attribuito alla sua incapacità di muoversi all’interno della soffocante difesa della Carolina del Sud. Con più tempo nei grandi campionati di basket del college, tuttavia, Fudd potrebbe diventare una minaccia costante per il punteggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *