Palestinese, colono israeliano ucciso in sparatoria a Gerusalemme | Notizie sul conflitto israelo-palestinese


Secondo quanto riferito, l’uomo palestinese ha usato un mitra e un coltello per compiere un attacco.

Gerusalemme Est occupata – Le forze di occupazione israeliane hanno ucciso a colpi di arma da fuoco un uomo palestinese dopo aver effettuato un attacco con arma da fuoco e accoltellamento che ha ucciso un colono israeliano e ferito altri tre, tra cui due agenti di polizia.

Le violenze sono avvenute domenica mattina nella Città Vecchia, al Bab al-Silsila (Porta delle catene) del complesso della Moschea di Al-Aqsa, nella Gerusalemme est occupata.

Secondo i rapporti locali, l’uomo palestinese è stato identificato come Fadi Abu Shkheidem, 42 anni, residente nel campo profughi Shuafat di Gerusalemme.

Il colono, sulla trentina, ha subito un trauma cranico ed è morto per le ferite riportate dopo essere stato trasferito in ospedale, secondo quanto riportato dai media israeliani.

Un altro colono israeliano, un 46enne, era in condizioni stabili, secondo una dichiarazione dell’Hadassah Medical Center. Feriti lievemente anche due agenti di polizia di 30 e 31 anni.

Secondo quanto riferito, l’uomo palestinese ha usato un mitra e un coltello per eseguire l’attacco.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *