La pseudoscienza del linguaggio del corpo sta fiorendo su YouTube

“Quando gesti specifici sono associati a significati specifici, e quando questo è implicitamente o esplicitamente presentato come scientifico, allora inizia a cadere sotto l’ombrello della pseudoscienza”, afferma Denault. Mentre gli scienziati codificano determinati comportamenti per comprendere meglio la comunicazione in vari contesti, Denault afferma che questi sistemi non possono, a loro volta, essere utilizzati per “decodificare”.

“Il pubblico pensa che il comportamento non verbale serva solo a una cosa: scoprire chi sta mentendo e chi sta dicendo la verità. Non è il caso”, afferma Denault. Uno Studio 2020 dell’Università di Portsmouth persone incaricate di identificare i contrabbandieri nelle traversate in traghetto videoregistrate; mentre gli osservatori affermavano di cercare segni di nervosismo, solo il 39,2% ha identificato con precisione i contrabbandieri, “significativamente al di sotto del livello di probabilità”.

Nel suo video di settembre 2020 su Amber Heard, Portenier si filma mentre reagisce alla testimonianza dell’attrice, e ride, sorride e si strofina il viso incredulo prima di affermare che il suo spuntino con il cibo e l’apparente non entusiasmo è “non un buon indicatore del fatto che Amber sia la vittima. È un ottimo indicatore del fatto che lei sia un’abusatrice”. Col senno di poi, Portenier sostiene le affermazioni fatte nel video, ma dice che “probabilmente ha parlato un po’ forte” e sarebbe “un po’ più tranquillo” se dovesse fare un video del genere ora. Forse sorprendentemente, è d’accordo con Denault sui pericoli dell’analisi pseudoscientifica.

“Su Internet, è così facile in questo momento affermare di sapere le cose, e non c’è nessuno che possa davvero contrastarlo… È qualcosa che mi preoccupa di sicuro”, dice. La conoscenza del linguaggio del corpo di Portenier è in gran parte da autodidatta, sebbene abbia anche preso alcune lezioni di psicologia all’università. Dice di aver studiato l’argomento per un decennio, consumando il lavoro dell’ex agente dell’FBI Joe Navarro (che ha anche realizzato più video con WIRED). Portenier studia anche il lavoro dello psicologo Paul Ekman sulle microespressioni, che sono espressioni facciali che durano una frazione di secondo e sono difficili da nascondere. (Per stessa ammissione di Ekman, le microespressioni che rivelano emozioni nascoste non sono poi così comuni, e gli accademici notano che non ha pubblicato dati che dimostrino empiricamente che le microespressioni possono essere utilizzate per rilevare le bugie.)

Bruce Durham, un 41enne di Newcastle, in Inghilterra, che ha realizzato un video che mostra il “Momento esatto” Meghan Markle “bugia” a Oprah, è anche autodidatta. Durham afferma di aver lavorato nel coaching delle prestazioni per più di 20 anni. “Ho trascorso migliaia di ore seduto di fronte alle persone e lasciandole parlare”, afferma Durham. “Quando trascorri così tanto tempo a guardare le persone e metti in pratica le tue capacità di osservazione, puoi sviluppare rapidamente tendenze e analisi, in un certo senso unisci i puntini”. Il suo canale Credere Bruce, ha poco meno di 200.000 iscritti.

Sia Portenier che Durham sottolineano di non essere i massimi esperti nel loro campo, ed entrambi affermano che cercano di comunicare al pubblico i limiti di ciò che fanno. “Molte persone cercano chi sta mentendo e chi no, ma non puoi mai davvero dirlo. Quello che puoi fare è che rientrano in due categorie: sembrare a proprio agio e sembrare a disagio”, afferma Durham (la sua analisi di Markle è intervallata da clip del naso di Pinocchio che cresce nel film della Disney del 1940). Durham afferma che identificare quando qualcuno sembra a disagio fornisce un punto di partenza per porre ulteriori domande e non è una conclusione in sé, ma confessa che rende le miniature e i titoli dei suoi video più “evocativi” per ottenere clic. Tuttavia, sostiene: “Inizio o concludo sempre i miei video con ‘Devi essere corretto ed equilibrato.’ E lo dico sempre anche più volte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *