La Francia invierà forze speciali in Guadalupa dopo il saccheggio, l’incendio doloso | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il dispiegamento arriva dopo che un coprifuoco notturno non è riuscito a sedare le violente proteste contro i cordoli COVID-19.

La Francia sta inviando dozzine di forze speciali di polizia per ristabilire l’ordine nell’isola caraibica della Guadalupa a seguito di disordini e saccheggi tra le proteste contro le misure COVID-19.

Parlando con i giornalisti sabato, il ministro dell’Interno francese Gerald Darmanin ha affermato che la Francia invierà circa 50 membri delle forze tattiche d’élite GIGN e RAID della gendarmeria e della polizia nel territorio d’oltremare, dove sono stati saccheggiati negozi, sparati contro la polizia e 31 persone. sono stati arrestati durante la notte.

Le forze extra aumenteranno il numero di poliziotti e gendarmi disponibili in Guadalupa a 2.250, ha detto Darmanin.

“Il primo messaggio è che lo stato resterà fermo”, ha detto.

Lo schieramento arriva dopo giorni di disordini, con i manifestanti che si sono radunati in diverse città sfidando il coprifuoco imposto durante la notte per sedare la violenza.

“La notte è stata molto turbolenta”, ha detto una fonte della polizia all’agenzia di stampa AFP.

Le forze di sicurezza hanno registrato “circa 20 episodi di saccheggio o tentata rapina” nelle località balneari di Pointe-a-Pitre e Le Gosier, tra cui una gioielleria, una banca, un negozio di scommesse e un centro commerciale, ha detto la fonte.

Nella località di Saint-Francois a est, “i gendarmi usciti dalla stazione sono stati minacciati da proiettili infuocati”.

“Sono state usate armi da fuoco contro le forze di polizia in quattro diverse aree” in tutta l’isola, ha aggiunto la fonte, con un agente leggermente ferito dopo che una pietra lo ha colpito in faccia.

Una seconda fonte all’interno della gendarmeria ha detto che un’armeria era stata saccheggiata.

Nella zona di Le Petit-Bourg, a ovest, i vigili del fuoco hanno dovuto spegnere gli incendi in due negozi di telefoni cellulari, anch’essi saccheggiati.

Il prefetto della Guadalupa Alexandre Rochatte, che rappresenta il governo francese nell’arcipelago, venerdì aveva imposto un coprifuoco dalle 18:00 alle 05:00 dopo cinque giorni di disordini civili durante i quali barricate bruciate nelle strade e vigili del fuoco e medici hanno scioperato.

In un bollettino su Twitter relativo al vandalismo, Rochatte ha poi affermato che i danni ai lavori elettrici vicino alle dighe, in particolare da uno a Capesterre-Belle-Eau, stavano causando interruzioni a molti clienti e ha avvertito che rappresentavano un rischio di elettrocuzione.

I sindacati hanno lanciato lunedì uno sciopero a tempo indeterminato per protestare contro la vaccinazione obbligatoria degli operatori sanitari contro il COVID-19 e i requisiti del pass sanitario.

Mentre la maggior parte delle persone nella Francia continentale ha ricevuto due dosi di vaccinazione, i tassi nei suoi territori d’oltremare sono rimasti indietro.

Entro il 16 novembre, circa il 46% degli adulti in Guadalupa aveva ricevuto almeno una vaccinazione contro il COVID-19.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *