Nel suo caso di frode a Theranos, Elizabeth Holmes parla da sola

Elizabeth Holmes, i suoi capelli sciolti e il suo trucco in sordina rispetto ai suoi giorni a Theranos, ha scritto il suo nome per la corte. Dopo che l’accusa ha chiuso il suo caso in mattinata, la difesa l’ha chiamata come terzo testimone, circa un’ora prima della fine della giornata. Indossava un blazer blu scuro con una camicetta bianca – nessuno dei famosi dolcevita neri è apparso in tribunale durante i mesi in cui il caso contro di lei si è trascinato.

Holmes sta affrontando 11 accuse di frode telematica dal suo tempo come fondatrice e CEO di Theranos. Sebbene la sua testimonianza di oggi sia la prima volta che parla da sola, abbiamo già sentito la sua voce – nelle registrazioni di Fortuna giornalista Roger Parloff. In quelle registrazioni, mente con sicurezza sulle capacità del suo dispositivo. E le bugie registrate da Parloff erano coerenti con le bugie che i suoi investitori hanno testimoniato che lei aveva detto loro.

Non credo di essere l’unica persona che si è chiesta come spiegherà questo. Ora, lo scopriremo.

Finora Holmes non ha detto molto: abbiamo appreso della sua educazione, del tempo che ha trascorso a Stanford e che ha abbandonato per formare i Theranos. Quando la sua testimonianza è terminata oggi, eravamo ancora nel 2006, ben prima del periodo in cui il governo sostiene che si verificasse qualsiasi frode, il che significa che la maggior parte delle cose succose dovrà aspettare fino alla prossima settimana.

Holmes era allegro, sorrideva al suo avvocato, Kevin Downey. Sembrava rilassata e concentrata. Tutti quelli che conosco hanno mi ha chiesto della sua voce. Per quel che vale, la parte più odiosa di The Voice Discourse è che la maggior parte di questi scrittori non ha una formazione musicale. Non è e non avrebbe mai potuto essere “baritono”, come Inc ha scritto — non è nemmeno un tenore! – e l’idea che sarebbe salita”parecchie ottave” quando parla normalmente, come scrive John Carreyrou in Cattivo sangue, suggerisce un tono “reale” più alto del voce parlante di Kristen Chenoweth. Questa è una sciocchezza.

Holmes mi sembra un contralto normale, anche se ha l’abitudine di abbassare la voce per dare un pugno alle parole che vuole enfatizzare. Poi, sembra che abbia il raffreddore, o forse, come Jezebel mettiamola, come se stesse usando la sua voce da “impressione di uomo stupido”. Se è un’affettazione, è una che ha avuto così a lungo che ora le è naturale. In ogni caso, la maggior parte del suo discorso non è al limite della sua portata.

Ma la voce fa parte del famoso personaggio di Holmes, di cui mi aspetto sentiremo parlare di più nei prossimi giorni. La difesa ha indicato che si aspettano di continuare a interrogarla per tutta la prossima settimana; se il controesame dell’accusa è più breve di due giorni, sarò sorpreso.

La storia raccontata da Holmes nella sua testimonianza è ben nota. Ha lasciato Stanford e ha usato il resto dei soldi che i suoi genitori avevano risparmiato dalla sua istruzione universitaria, così come un po’ di debiti e alcuni soldi da amici di famiglia, per fondare una società chiamata Real-Time Cures. In seguito ha cambiato il nome in Theranos.

In origine, l’idea era quella di creare una pillola o un cerotto, uno che analizzasse il sangue di una persona, consentendo un dosaggio più preciso dei farmaci. Ma le persone sembravano più interessate a un dispositivo da tavolo per l’analisi del sangue, piuttosto che a una pillola o un cerotto, quindi ha spostato la sua attenzione.

Ha raccolto fondi da Don Lucas, un investitore noto per la sua associazione con Oracle, e Larry Ellison, tra gli altri. Lucas voleva parlare con alcune delle aziende farmaceutiche con cui Theranos aveva lavorato come parte della sua due diligence, quindi ci è stata mostrata un’e-mail del 2005 in cui Holmes presentava Lucas a qualcuno con cui aveva lavorato alla Pfizer. Abbiamo anche visto la risposta: che sarebbe stato felice di parlare con Lucas.

Con i soldi raccolti da Holmes, ha creato un dispositivo chiamato Theranos 1.0, di cui è stata mostrata una foto per l’aula del tribunale, e che a me sembrava che qualcuno avesse attaccato una spessa antenna a una stampante grigia.

Durante quel periodo, il piano aziendale era quello di lavorare con le aziende farmaceutiche sui loro studi clinici. Ha parlato con Pfizer, GlaxoSmithKline, Novartis e Bristol Myers Squibb. Theranos ha firmato accordi con GSK nel settembre 2006 e con Pfizer nel novembre 2006. L’azienda ha anche realizzato dimostrazioni per Novartis ed Eli Lilly.

Ci è stata persino mostrata un’e-mail di Holmes a tutto lo staff di Theranos sulla demo di Novartis. Nell’e-mail del 19 novembre 2006, ha scritto: “Abbiamo inchiodato questo. Avete fatto tutti un lavoro incredibile per far sì che ciò accada: questo è il modo di Theranos. Siamo pronti a fare ciò che dobbiamo fare il prossimo mese e nel ’07”.

Abbiamo anche visto un’e-mail del 2006 da Holmes a Bob Grady, un partner del Carlyle Group, quando Holmes stava raccogliendo fondi. In esso, elenca le persone di Pfizer, GlaxoSmithKline e Novartis con cui può parlare se vuole confermare il loro lavoro con Theranos. Non tutti gli investitori hanno chiesto queste informazioni, ha testimoniato.

E poi abbiamo rotto per la giornata. Il periodo in cui il governo sostiene che le frodi sono avvenute è ancora davanti a noi. Sappiamo dalle dichiarazioni di apertura che Holmes potrebbe incolpare Sunny Balwani, il suo coimputato che è stato processato separatamente; la difesa ha suggerito che il suo errore era fidarsi troppo di lui.

Potrebbe anche affermare che lui ha abusato di lei. Negli atti giudiziari non sigillati ad agosto, ha affermato che controllava ciò che mangiava, come si vestiva e tutte le sue comunicazioni. (Balwani lo nega.) Le accuse di abuso spiegano perché i due vengono processati separatamente; un’esperta di relazioni abusive, Mindy Mechanic, è sulla lista dei testimoni della difesa, anche se potrebbe non essere chiamata.

Nella sua prossima testimonianza, che mi aspetto sarà lunga, attendo con ansia la sua spiegazione per il notevolmente coerente mente diverse persone hanno testimoniato: che i dispositivi Theranos sono stati utilizzati in Afghanistan e su elicotteri militari, che i dispositivi Theranos potrebbero eseguire più di 200 test e che l’azienda non ha utilizzato macchine della concorrenza per i test. Sono particolarmente interessato al prossimo controinterrogatorio, quando il governo potrà utilizzare il suo ampio corpus di dichiarazioni, comprese quelle sulla stampa, per porre le sue domande.

Ma in questo momento, abbiamo appena sentito la storia di una startup alle prime armi, una che non sarebbe interessante o insolita se non fosse per come è finita l’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *