La polizia olandese spara colpi di avvertimento mentre le proteste COVID scuotono Rotterdam | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Decine di arresti e sette feriti dopo che le proteste contro il lockdown parziale sono diventate violente.

La polizia olandese ha sparato colpi di avvertimento, ferendo diverse persone, dopo che le proteste a Rotterdam contro un blocco parziale del COVID-19 sono diventate violente con alcuni manifestanti che hanno dato fuoco a un’auto della polizia e lanciato pietre.

Il caos è scoppiato dopo una protesta nella città portuale contro le restrizioni sul coronavirus introdotte di recente e i piani del governo per limitare l’accesso ad alcuni luoghi per le persone non vaccinate.

Decine di persone sono state arrestate e sette persone sono rimaste ferite in totale, compresi agenti di polizia, durante una furia notturna lungo una delle principali vie dello shopping di Rotterdam.

I Paesi Bassi sono tornati nel primo blocco parziale della stagione invernale dell’Europa occidentale una settimana fa. Le restrizioni, che interessano ristoranti, negozi e sport, dovrebbero restare in vigore per almeno tre settimane.

Il sindaco di Rotterdam Ahmed Aboutaleb ha descritto la scena come “un’orgia di violenza”.

“La polizia ha sentito il bisogno di estrarre un’arma della polizia alla fine per difendersi”, ha detto ai giornalisti.

La polizia ha dichiarato in un comunicato che la manifestazione iniziata in strada Coolsingel “ha provocato rivolte. Sono stati appiccati incendi in diversi luoghi. Sono stati fatti esplodere i fuochi d’artificio e la polizia ha sparato diversi colpi di avvertimento”.

“Ci sono feriti legati ai colpi sparati”, hanno aggiunto. Non hanno fornito un numero, ma l’emittente pubblica olandese NOS ha affermato che due persone sono rimaste ferite.

I media olandesi hanno affermato che diverse centinaia di manifestanti hanno gridato slogan tra cui “libertà”, poi hanno lanciato pietre contro polizia e vigili del fuoco e dato fuoco a diversi scooter elettrici. La polizia ha usato cannoni ad acqua per cercare di disperdere la folla.

La situazione si era ampiamente calmata venerdì sera, ma c’era una forte presenza della polizia.

I manifestanti prendono parte a una protesta contro un blocco parziale del coronavirus e un piano del governo per frenare i movimenti delle persone che scelgono di non farsi vaccinare contro il COVID-19 [Killian Lindenburg/AFP]

Le foto dei media olandesi mostrano almeno un’auto della polizia in fiamme e un’altra con una bicicletta sfondata dal parabrezza.

Il partito politico locale Leefbaar Rotterdam ha condannato le violenze in un tweet.

“Il centro della nostra bella città questa sera si è trasformato in una zona di guerra”, ha detto. “Rotterdam è una città in cui puoi non essere d’accordo con le cose che accadono, ma la violenza non è mai, mai la soluzione”.

La polizia olandese ha affermato che unità da tutto il paese sono state portate per “ristabilire l’ordine” in città.

Le autorità di Rotterdam hanno emesso un ordine di emergenza che vietava alle persone di radunarsi nell’area “per mantenere l’ordine pubblico”, mentre la sua stazione ferroviaria principale era chiusa.

Sabato sono previste manifestazioni ad Amsterdam e nella città meridionale di Breda. I media locali affermano che dovrebbero partecipare migliaia di persone.

I Paesi Bassi stanno cercando di controllare una nuova ondata di coronavirus, con oltre 21.000 nuovi casi segnalati venerdì

Il governo sta ora valutando di escludere i non vaccinati da bar e ristoranti, consentendo l’accesso solo a coloro che sono stati completamente vaccinati o che si sono ripresi dalla malattia.

Misure simili sono già state prese nella vicina Germania. L’Austria è entrata in un blocco completo e prevede di rendere obbligatori i vaccini.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *