Come fare acquisti più etici durante le festività natalizie

Principali rivenditori online sono allettanti, con vantaggi come la spedizione in due giorni, la possibilità di provare a casa prima di pagare e la comodità di fare la spesa in pigiama. Il problema è che queste comodità hanno un costo per gli individui, le comunità e l’ambiente. Ma ci sono buone notizie: c’è qualcosa che puoi fare al riguardo e hai più controllo di quanto pensi.

Il voto tradizionale, con il tuo voto, è più importante che mai, ma c’è un enorme potere nel decidere dove e come spendere i tuoi soldi. Fare acquisti con coscienza è un modo per fare piccole scelte che si sommano a grandi cambiamenti.

Resta vicino a casa

Fare acquisti a livello locale è il modo migliore per sostenere la tua comunità. Il Amministrazione delle piccole imprese degli Stati Uniti ha iniziato la National Small Business Week nel 1963 e ha co-sponsorizzato Small Business Saturday con American Express dal 2011. Lancio di AmEx Acquista piccolo, che include Small Business Saturday, nel 2010 per aiutare i rivenditori durante la recessione e ha speso 200 milioni di dollari per sostenere le piccole imprese durante la pandemia.

Bill Brunelle è cofondatore di Indipendente We Stand, sviluppato per celebrare i marchi locali e fornire alle piccole imprese kit di strumenti di marketing che offrono infrastruttura e supporto. I membri ricevono tutto, dalla grafica con slogan come “Compra cose buone da persone reali” e guida sui social media fino a consigli sui sistemi di punti vendita. IWS è ora una rete di oltre 10.000 negozi a conduzione familiare e ha un app mobile per aiutare i consumatori a individuare i negozi.

Brunelle afferma che c’è una componente emotiva nello shopping vicino a casa e, dalla pandemia, le persone sono più motivate che mai. “Mantenere più soldi nella comunità significa strade migliori, scuole migliori, parchi migliori, insegnanti più pagati”, dice, “Il tuo sudato dollaro va ancora oltre quando viene mantenuto locale”. Per ulteriore motivazione, IWS fornisce un elenco di 10 cose che succede quando fai acquisti localmente.

Il Studio di Andersonville sull’economia al dettaglio, pubblicato nel 2004, ha stabilito che per ogni 100 dollari spesi localmente, 68 dollari rimangono nella comunità. Quando gli stessi $ 100 vengono spesi in una catena nazionale, solo $ 43 rimangono nella comunità. Brunelle mette in guardia i consumatori sul “lavaggio locale”, quando i grandi magazzini utilizzano “locale” nel loro marketing, ma sono vaghi su come lo definiscono.

“Sai che il potere del locale è reale quando catene nazionali e internazionali come Walmart e Target usano la parola Locale nel loro marketing perché si rendono conto che le persone vogliono fare acquisti locali”, afferma Brunelle. Incoraggia gli acquirenti a pensare in modo critico per evitare di cadere vittime del lavaggio locale. “Un supermercato può pubblicizzare i prodotti con ‘compriamo locali'”, afferma Brunelle, “ma la loro definizione di locale potrebbe essere a 500 miglia di distanza. Semplicemente non puoi comprare un ananas coltivato localmente in Minnesota a gennaio”.

Acquista di seconda mano

Fare acquisti nei negozi di proprietà locale è un inizio, anche se c’è un avvertimento, e questa è una pillola difficile da ingoiare per molti americani: mentre potresti volere roba nuova, non necessariamente bisogno cose nuove. Fare acquisti nelle vendite di garage, nei negozi dell’usato, nelle vendite immobiliari, nei negozi di seconda mano e nei negozi di antiquariato utilizza beni già in circolazione ed è anche un modo fantastico per conoscere i tuoi vicini.

A Missoula, nel Montana, dove ho vissuto la maggior parte della mia vita da adulto, abbiamo negozi come La porta della cantina, che utilizza l’hashtag #nothingnewforyou e la cui missione è “curare ritmoѕ e luogoѕ con ciò che è già qui”, e @pezzo, che rifinisce pezzi in legno, pelle e corda e modernizza i mobili imbottiti con divertimento, funky tessuto. È probabile che nella tua zona ci siano negozi di seconda mano gestiti da enti di beneficenza o negozi simili, e non devi sempre correre direttamente a Goodwill o all’Esercito della Salvezza, anche se anche queste sono opzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *