Il nuovo flagship Dimensity 9000 di MediaTek potrebbe competere con i chip Snapdragon di alto livello di Qualcomm

MediaTek ha appena annunciato il suo ultimo processore di punta: il Dimensity 9000, il chip più potente di sempre dell’azienda che sembra essere in grado di affrontare i migliori chip offerti dai concorrenti più popolari come Qualcomm e Samsung.

Dove i precedenti chip Dimensity di alto livello (come quelli dell’anno scorso Dimensione 1000) erano ancora meno potenti dei contemporanei come Snapdragon 888 di Qualcomm o Exynos 2100 di Samsung, il nuovo Dimensity 9000 sta uscendo dal cancello per creare un caso per le ammiraglie Android 2022.

Il nuovo Dimensity 9000 è il primo chip mobile ad essere costruito sul processo a 4 nm di TSMC, oltre a utilizzare la nuova architettura v9 di Arm. È anche la prima CPU annunciata a utilizzare i nuovi design dei core di Arm: un singolo core Cortex-X2 con clock a 3,05 GHz, tre core Cortex-A710 a 2,85 GHz e quattro core Cortex-A510 a 1,8 GHz. La GPU, nel frattempo, è un Arm Mali-G710 a 10 core, insieme all’APU di quinta generazione di MediaTek con sei core totali per l’elaborazione AI (che secondo l’azienda offre prestazioni ed efficienza energetica quattro volte superiori rispetto alla generazione precedente).

Il nuovo ISP Imagiq Gen 7 a 18 bit afferma di essere il primo chip al mondo in grado di acquisire un’immagine da 320 megapixel (supponendo che il telefono abbia un sensore in grado di scattare a quel livello), in grado di trasferire dati a 9 gigapixel al secondo .

Come ci si potrebbe aspettare da un moderno chip per smartphone, il Dimensity 9000 offre un modem 5G integrato con supporto per le specifiche Release 16 del 3GPP. In particolare, tuttavia, il nuovo chip è ancora in ritardo rispetto ai concorrenti offrendo solo il supporto 5G sub-6GHz integrato, senza lo standard mmWave più veloce. Il Dimensity 9000 afferma di essere il primo smartphone a supportare Bluetooth 5.3 e funzionerà anche con Wi-Fi 6E.

È probabile che MediaTek non sarà solo a lungo quando si tratta di utilizzare le ultime tecnologie Arm: Qualcomm, ad esempio, dovrebbe annunciare un successore del suo chipset Snapdragon 888 al suo annuale Snapdragon Tech Summit il 30 novembre. Ma anche se MediaTek scopre che il Dimensity 9000 è semplicemente nella stessa classe di peso di qualunque cosa Qualcomm annunci quest’anno, invece di un balzo in avanti, questa è una grande vittoria per MediaTek, che è rimasta ampiamente indietro fino ad ora.

MediaTek è stato a lungo anche quando si tratta dei principali dispositivi Android, ma il Dimensity 9000 mostra che sta finalmente cercando di competere davvero. La domanda ora è se i produttori di telefoni sono pronti a partecipare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *