Il governo degli Stati Uniti sequestra 56 milioni di dollari in criptovalute dal “promotore numero uno” di BitConnect

Il governo degli Stati Uniti ha sequestrato 56 milioni di dollari di criptovaluta da un partecipante ammesso alla truffa BitConnect e intende vendere le monete e utilizzare i proventi per rimborsare le vittime. Il Dipartimento di Giustizia afferma che è il più grande recupero di criptovaluta fino ad oggi e che è stato volontariamente rinunciato da Glenn Arcaro, residente a Los Angeles, che si è definito il “promotore numero uno” di BitConnect.

Secondo la Securities and Exchange Commission (SEC), BitConnect ha convinto le persone a investire un totale di $ 2 miliardi dicendo loro che aveva un bot in grado di generare tassi di rendimento incredibilmente alti dal trading di criptovalute. In altre parole, BitConnect si è venduto come un modo per le persone di investire facilmente in criptovaluta e di fare un sacco di soldi così, in un momento in cui le persone sentivano molto parlare di criptovalute ma non ne sapevano molto (intorno al 2016 attraverso 2018).

In realtà, il Dipartimento di Giustizia dice che era tutta una truffa — BitConnect ha utilizzato i soldi di nuovi investitori per pagare quelli vecchi (altrimenti noti come schema Ponzi) e i suoi sostenitori hanno costruito schemi piramidali in cui avrebbero ottenuto un taglio per convincere gli altri a investire promettendo loro lo stesso accordo. A settembre, Arcaro si è dichiarato colpevole di aver partecipato a entrambe le parti della truffa mentre presumibilmente pubblicava video online per prendere in giro i dubbiosi di BitConnect. Ha detto di aver guadagnato quello che è stato poi valutato 24 milioni di dollari dalla sua partecipazione.

Alcuni potrebbero anche ricordare BitConnect da una presentazione pesantemente memed dato da uno dei suoi investitori, che ha ripetutamente gridato “BitConneeeeeect” e ha detto che sua moglie lo ha accusato di essere caduto in una truffa.

Mentre BitConnect in gran parte scambiato in Bitcoin (le vittime acquisterebbero i token BCC di BitConnect utilizzando Bitcoin e potrebbero apparentemente riconvertire BCC in Bitcoin attraverso un processo complicato), il governo prevede di rimborsare le vittime in USD. Il comunicato stampa del DOJ afferma che il braccio delle forze dell’ordine del servizio postale degli Stati Uniti aiuterà a convertire la criptovaluta in valuta legale. Il governo ha creato un sito web per le vittime che chiedono un risarcimento dopo la sentenza del tribunale di Arcaro nel gennaio 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *