La schermata nera della morte di Windows 11 sta tornando al blu

Microsoft sta riportando il suo Black Screen of Death in Windows 11 al colore blu originale. Il gigante del software ha originariamente cambiato il suo famigerato Blue Screen of Death (BSOD) in nero in Windows 11 all’inizio di quest’anno, per abbinarlo alle nuove schermate di accesso e spegnimento nere. È stata la prima grande modifica al BSOD da quando Microsoft ha aggiunto una faccina triste allo schermo in Windows 8.

Questa modifica viene ora ripristinata in un aggiornamento di Windows 11 che dovrebbe essere rilasciato da un giorno all’altro. “Abbiamo cambiato il colore dello schermo in blu quando un dispositivo smette di funzionare o si verifica un errore di interruzione come nelle versioni precedenti di Windows”, ammette Microsoft nelle recenti note sulla patch, individuato da Windows Central, per l’aggiornamento di Windows 11.

Microsoft ha introdotto per la prima volta il BSOD in Windows 3.0, offrendo ai professionisti IT e al personale di supporto un modo per diagnosticare errori hardware e di memoria. Un BSOD è un errore del kernel di Windows e in genere include un dump di dati che gli amministratori IT possono analizzare per determinare la causa degli arresti anomali.

Non è chiaro il motivo per cui il BSOD sta tornando al blu in Windows 11, ma potrebbe essere correlato alle chiamate di supporto IT. La schermata blu della morte fa parte da tempo di Windows ed è un modo semplice per gli utenti finali di individuare un problema e chiamare l’assistenza IT. Immagina uno scenario in cui gli amministratori IT stanno cercando di risolvere i problemi da remoto in una pandemia ed è facile vedere dove una schermata nera, spesso associata a problemi di monitor, potrebbe essere più confusa della schermata blu della morte a cui tutti sono abituati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *