Twitter Blue è per le persone che amano leggere le notizie

Dovresti ottenere Twitter blu? Dipende se ti consideri un “utente esperto”. Il nuovo servizio di abbonamento della piattaforma, che costa $ 3 al mese, viene fornito con una suite di funzionalità richieste: cartelle di segnalibri per organizzare i tweet salvati, una “modalità di lettura” che elimina i thread lunghi e un pulsante di modifica (una specie di) valido per 30 secondi di revisioni dopo l’invio di un tweet. Include anche l’accesso senza pubblicità agli articoli di una serie di riviste giornalistiche, come Il Washington Post, Rolling Stone, e L’Atlantico.

Rispetto al numero di app di terze parti che danno a Twitter più forza, plug-in che ti aiutano a eliminare automaticamente i tuoi tweet o a cercare all’interno dei tweet che ti sono piaciuti, Twitter Blue sembra un po’ opprimente. Ma considerando che è il primo prodotto a pagamento dell’azienda, Twitter ha scelto di restringersi, rivolgendosi a un piccolo gruppo di persone dando loro esattamente le funzionalità che desiderano.

Fotografia: Twitter

Twitter Blue non elimina gli annunci nel feed di un utente né cambia molto l’esperienza di tweeting stessa. Ma fa parte del piano dell’azienda per diversificare le proprie entrate oltre la pubblicità e diventare più di un luogo per condividere pensieri in 280 caratteri. A gennaio, Twitter ha acquisito la società di newsletter Revue and Breaker, un servizio social audio, per creare nuove offerte di prodotti in giro Sottoscrizione alla Newsletter e chat audio. A marzo ha acquisito Scroll, un lettore di notizie senza pubblicità.

Le persone a cui è piaciuto Scroll troveranno molto da amare su Twitter Blue. È quasi esattamente lo stesso servizio, ma meno costoso: Scroll ha addebitato $ 5 al mese. Parte delle quote di abbonamento a Twitter Blue andrà direttamente agli editori con cui collabora. Twitter non ha rivelato quanto ma ha scritto in a post sul blog che “il nostro obiettivo è aiutare ogni partner editoriale a guadagnare il 50 percento in più a persona di quanto avrebbe fatto pubblicando annunci a quella persona”.

Fotografia: Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *