Secondo quanto riferito, Apple fa affidamento sugli stati per pagare l’implementazione dell’ID digitale

Apple consentirà presto agli utenti degli stati partecipanti di archiviare digitalmente le patenti di guida o gli ID di stato sul portafoglio del proprio iPhone, ma secondo un rapporto di CNBC, l’iniziativa sarà parzialmente finanziata dagli stati e dai loro contribuenti.

La CNBC è entrata in possesso dei contratti firmati da Georgia, Arizona, Oklahoma e Kentucky e ha scoperto che Apple manterrà uno stretto controllo sulla sua distribuzione. Riferisce che Apple ottiene “esclusiva discrezione” su una serie di aspetti del programma, tra cui la compatibilità dei dispositivi, la data di lancio del servizio, le campagne di marketing degli stati e il modo in cui gli stati riferiscono sulle prestazioni dell’iniziativa.

Il contratto dice anche che ogni stato dovrà “allocare personale e risorse ragionevolmente sufficienti (ad esempio, personale, gestione del progetto e finanziamenti) per supportare il lancio del Programma in una tempistica che sarà determinata da Apple”. Ciò include il test del servizio su diversi tipi di dispositivi Apple “in conformità con i requisiti di certificazione di Apple”.

Inoltre, gli stati sono responsabili della promozione del servizio di identificazione digitale ai cittadini, oltre a incoraggiarne l’adozione tra i membri del governo federale e statale, compresa la polizia locale e l’Internal Revenue Service. Le agenzie statali sono tenute a “presentare il Programma in tutte le comunicazioni rivolte al pubblico relative alle credenziali di identità digitale”, che è soggetto a revisione e approvazione da parte di Apple.

E se ciò non bastasse, Apple sta ritenendo gli stati responsabili dell’autenticità della verifica dell’identità del programma. Il contratto assolve Apple da qualsiasi discrepanza nel suo sistema di verifica, affermando: “Apple non sarà responsabile per i risultati di verifica e l’Agenzia riconosce che tutti i risultati di verifica sono forniti “COS COME SONO” e senza alcuna garanzia, espressa, implicita o di altro tipo, in merito la sua accuratezza o le sue prestazioni”.

Nonostante sia un programma guidato da Apple, i contribuenti stanno pagando il conto per implementare questo programma di identificazione digitale a piattaforma singola nei loro stati, anche se non hanno un iPhone. Il contratto dice chiaramente “salvo diverso accordo tra le parti, nessuna delle parti deve all’altra parte alcuna commissione ai sensi del presente accordo”, il che significa che gli stati partecipanti finanzieranno la sua promozione e adozione utilizzando l’offerta del contribuente.

Avere un programma di identificazione digitale, in particolare uno pagato dagli stati, solleva una serie di preoccupazioni, la più ovvia è la sicurezza. Ci si aspetta che gli utenti trasferiscano i loro documenti più sensibili sui loro iPhone, stabilendo essenzialmente le loro identità su un singolo dispositivo. Se attuato in modo errato, costituisce un precedente per la sorveglianza; cosa succede alle informazioni dell’utente quando un ID digitale viene scansionato in un aeroporto o in un concerto con limiti di età? Questo tipo di informazioni di tracciamento è allettante per l’abuso.

Proprio come quello che Apple sta cercando di fare con il suo programma di identificazione digitale, Clear, un’app di identificazione digitale, funge da passaggio rapido per le linee di sicurezza negli aeroporti e negli stadi sportivi o come app per archiviare le prove del tuo COVID-19 vaccinazione. Come un articolo di UnoZero note, Clear ha considerato la vendita di dati utente in passato, ma utilizza invece tali dati per promuovere annunci pertinenti agli utenti. Indipendentemente dal modo in cui Apple sceglie di sfruttare questi dati, il suo sistema di identificazione digitale si sta dirigendo molto presto in Connecticut, Iowa, Maryland e Utah, oltre ai quattro stati sopra menzionati.

Il Verge ha contattato Apple con una richiesta di commento ma non ha ricevuto immediatamente risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *