Bruno Fernandes: come un uomo ha trasformato le fortune del Manchester United


Una vittoria della FA Cup nel 2016 sotto Louis van Gaal e la gloria dell’Europa League sotto Jose Mourinho nel 2017 sono stati due dei momenti salienti in quello che è stato un periodo poco entusiasmante da quando Ferguson si è ritirato nel 2013 – e molto lontano dai 38 trofei vinti da Scot nel suo 26 anni al club.

Il futuro non sembrava molto più luminoso a gennaio. Il club, ora gestito dall’ex giocatore Ole Gunnar Solskjaer, si è ritrovato quinto in classifica entro Capodanno.

Il calcio era scadente, l’atmosfera era tossica e il protagonista Paul Pogba, una volta visto come la grazia salvifica, sembrava destinato a partire il prima possibile.

Quello che ho imparato guardando 92 partite di calcio della Premier League di fila

Ma, sette mesi dopo, e ora ci sono segni di nuova vita sotto Solskjaer, in particolare dall’arrivo di un certo Bruno Fernandes.

Il regista portoghese è arrivato all’Old Trafford dallo Sporting Lisbona a gennaio ed è stato gettato in una squadra priva di creatività, qualità e leadership.

Fortunatamente per i suoi nuovi dipendenti, sembra che Fernandes abbia tutti e tre questi attributi in abbondanza.

Dal suo debutto all’inizio dell’anno, lo United non ha perso una partita in campionato, risalendo la classifica per finire terzo e qualificarsi per la UEFA Champions League della prossima stagione per la prima volta dalla stagione 2018-19. È stata un’impresa notevole considerando che il club ha iniziato la campagna facendo il suo peggior inizio di una stagione di campionato in 33 anni.

Inoltre, Fernandes ha riportato l’entusiasmo nella metà rossa di Manchester dopo anni di esibizioni poco entusiasmanti e spesso dolorose.

I suoi otto gol in campionato e sette assist dimostrano il tipo di giocatore che lo United ha ora tra le mani.

“Lui [Fernandes] mi ha parlato del campionato, di quanto sia intenso giocare in quel campionato”, ha detto alla CNN Sport la star del Porto Danilo Pereira.

“Non è una sorpresa per me vedere l’impatto che ha avuto a Manchester. Penso che lo United possa tornare ai suoi anni d’oro con lui, Pogba e altri giocatori”.

Bruno Fernandes ha avuto un impatto immediato sul Manchester United.

“Un ottimo acquisto”

Se esistesse un tipico giocatore del Manchester United, Fernandes sarebbe sicuramente quello.

Un amante del rischio, emozionante da guardare e in grado di far fronte alle pressioni estreme di giocare in uno dei più grandi club del mondo, il centrocampista offensivo è diventato un successo immediato.

È stato un leader dal primo giorno; si è fatto avanti per prendere (e segnare) sei rigori durante il suo breve periodo al club, incluso il fondamentale calcio di rigore contro il Leicester City che ha aiutato lo United a raggiungere la Champions League la prossima stagione.

Sia gli ex giocatori che gli esperti hanno adulato le sue prestazioni da quando si è trasferito in Inghilterra, dove ha vinto il premio Man of the Match in quasi tutte le partite a cui ha giocato.

“Puoi vedere che ha il talento e non ha paura. Vuole la palla, che mi aspetterei da un ottimo giocatore”, ha detto alla CNN Sport l’ex stella della Premier League e attuale giocatore del Monaco Cesc Fabregas.

Ma quello che mi piace è che è intelligente nei movimenti in campo. Sa quando mettersi tra le linee. Sa quando andare nello spazio quando vede che qualcuno è disponibile per fare un chip. Arriva al seconda riga fantasticamente.

“Supporta il centrocampo quando si sta costruendo e lotta un po’, e quando le squadre stanno mettendo molta pressione su di loro.

“Può giocare a lungo, può giocare brevi, piccoli passaggi. Ha la personalità per prendere punizioni e rigori. Non ha paura. Non si nasconde. Penso che il Manchester United abbia fatto davvero una buona scelta. Un ottimo acquisto .”

Il regista ha contribuito a proiettare il club nella UEFA Champions League della prossima stagione.

Impatto istantaneo

Adattarsi alla Premier League non è un’impresa semplice. Di solito i giocatori impiegano tempo per abituarsi alla fisicità e alla natura frenetica del campionato, ma non è stato un ostacolo per Fernandes.

Sebbene le sue esibizioni in Portogallo abbiano dato un’indicazione di ciò che sarebbe accaduto, un impatto così immediato ha colto molti di sorpresa.

“Hai guardato il giocatore allo Sporting Lisbona e chiaramente era qualcuno che ha segnato molti gol e qualcuno che ha creato molti gol, ma c’è sempre una sfida sul fatto che possano tradurlo in un campionato migliore e in un nuovo club ,” ha detto il giornalista britannico Richard Jolly CNN Sport, aggiungendo che non vedeva alcun modo realistico per lo United di finire tra i primi quattro senza Fernandes.

“Ma è stato un giocatore trasformativo e una rivelazione in termini di velocità con cui lo ha fatto, voglio dire che lo è stato davvero dal primo giorno.

“Guardi sia il conteggio dei goal che quello degli assist, e sono fantastici. Se riuscissi a mantenere quella forma per l’intera stagione, sarebbe un giocatore incredibile”.

Miglioramento Pogba

Mentre la sua brillantezza individuale è evidente, l’arrivo di Fernandes ha visto l’aumento sotto forma di giocatori intorno a lui.

Il trio d’attacco formato da Anthony Martial, Mason Greenwood e Marcus Rashford ha segnato a piacimento dopo che il calcio è tornato dal blocco (la squadra ha segnato 22 gol nelle ultime nove partite di campionato), e artisti del calibro di Pogba e Nemanja Matic sono sembrati più stabili a centrocampo.

Pogba, in particolare, è un giocatore diverso da uno che apparentemente era appesantito dalla pressione di essere la più grande stella nella formazione iniziale.

Il rapporto del francese con il club sembrava aver toccato il fondo all’inizio di questa stagione, con voci costanti che collegavano il centrocampista a un allontanamento dal club.

I fan sono anche diventati frustrati con Pogba per aver trascorso gran parte della stagione sul lettino dopo aver subito due infortuni alla caviglia. Quando lo vedevano di sfuggita sul campo, spesso rimaneva deluso.

Ma ora, da quando è tornato dal suo ultimo infortunio dopo il blocco, ci sono stati i primi segnali che una partnership con Fernandes potrebbe fiorire e il vincitore della Coppa del Mondo sembra improvvisamente più a suo agio.

“Penso che a Pogba piaccia essere circondato da grandi giocatori e grandi personaggi a pieno titolo, non penso che voglia essere l’unico grande nome lì, e quindi avere tutta la pressione su di lui”, ha detto Jolly.

“Penso che probabilmente non voglia stare in un centrocampo dove è circondato da mediocrità. Penso che tu abbia già visto segni di un po’ di chimica tra Pogba e Fernandes che aiuta, ma penso che apprezzi anche l’elemento che sta giocando con altri giocatori di qualità intorno a lui”.

Paul Pogba è notevolmente migliorato da quando è entrato Fernandes.

Il nuovo Cantone?

Fernandes era stato collegato a un trasferimento all’Old Trafford per tutto il 2019 e c’era stata delusione quando l’accordo non era stato completato in tempo per la nuova stagione.

Quindi, quando il trasferimento ha superato la linea a gennaio per un iniziale $ 61 milioni (£ 47 milioni), i fan erano pronti a vedere di cosa si trattava. È sicuro dire che non sono stati delusi.

Mark Goldbridge, sostenitore dello United e presentatore del canale dei fan Lo stand unito, non vedo l’ora di vedere come si svilupperà la squadra.

“In un certo senso lo paragono a quello che ha fatto Eric Cantona quando è arrivato al Manchester United dal Leeds [in 1992] e abbiamo vinto il nostro primo titolo in Premier League”, ha detto. “È stato una sorta di inizio per un vero successo.

“Ora, non sto dicendo che Bruno Fernandes porterà il Manchester United allo stesso livello di successo di Cantona, ma non è solo un giocatore che entra e ci rende grandi.

“È un giocatore che è entrato e ha reso tutti gli altri intorno a lui migliori”.

È facile dimenticare che Fernandes è al club solo da pochi mesi, ma si è già affermato come uno dei beniamini dei tifosi, con un momento particolare, in una partita contro i rivali locali del Manchester City, che ha segnato il suo breve periodo al club.

Fernandes è stato coinvolto in una faida a margine con Pep Guardiola, con il risultato che il giocatore portoghese si è messo un dito sulle labbra e ha messo a tacere il manager della città.

“Penso che Bruno, in un periodo di tempo molto breve, sia sicuramente arrivato e abbia davvero capito cosa sia il Manchester United”, ha detto Goldbridge.

“In definitiva, c’è una linea sottile tra la comprensione di ciò che è il Manchester United e l’essere semplicemente qualcuno che ama il gioco, vuole giocare nel modo giusto ed è appassionato di vincere.

“Ricordo la sua piccola discussione con Pep quando abbiamo giocato a Man City, e ai fan è piaciuto perché penso che Fernandes voglia solo vincere”.

Fernandes ha fornito più possibilità ai primi tre dello United.

Un’altra falsa alba?

Mentre la forma dello United è scesa per le ultime due partite della stagione, i fan si aggrapperanno a quei segnali incoraggianti di vita e sperano che questa non sia l’ennesima falsa alba per il club.

Il terzo posto, anche se non all’altezza delle vere ambizioni del club, deve essere visto come un progresso e l’attenzione può ora rivolgersi alla vittoria dell’Europa League, che dovrebbe riprendere il 5 agosto.

Lo United deve affrontare un compito semplice nella partita di ritorno contro il LASK mercoledì, in vantaggio per 5-0 dall’andata e quasi garantito un posto nei quarti di finale.

Anche se vincere la seconda coppa europea per club non è niente da ridere, il vero premio è ancora la Premier League.

Nonostante tutti i miglioramenti osservati al club nelle ultime settimane, il divario tra il club e giocatori del calibro di Liverpool e Manchester City rimane ampio: ha concluso 33 punti dietro l’eventuale campione del Liverpool in questa stagione.

Un’estate produttiva nel mercato dei trasferimenti potrebbe essere proprio ciò di cui lo United ha bisogno, e Jadon Sancho del Borussia Dortmund è solo uno dei nomi legati al passaggio all’Old Trafford.

C’erano stati segni di successo sia durante il periodo di Van Gaal che di Mourinho al club, ma qualcosa sembra diverso nello United sotto Solskjaer.

Forse un ritorno ai suoi giorni di gloria non è troppo lontano.

“Sembra più sostenibile e una delle cose che stanno facendo è che non stanno solo battendo le squadre ma, se guardi a quella serie vincente, hanno vinto un bel po’ di quelle partite comodamente e con enfasi, e , piuttosto divertente”, ha detto Jolly.

“Penso che quello che potresti vedere l’anno prossimo non è necessariamente che lo United vinca il campionato, ma che si trovi tra i primi quattro molto più comodamente”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *