La carenza globale di chip è un incubo prima di Natale

La carenza globale di chip ha avuto un effetto enorme sull’intero settore tecnologico per più di un anno, ma un’ondata di notizie sull’hardware di gioco nell’ultima settimana e il cambiamento hanno dimostrato che le cose non miglioreranno presto. Le aziende di gioco grandi e piccole sentiranno il colpo anche nel prossimo anno, e non sono solo le console di nuova generazione di Sony e Microsoft che potrebbero essere difficili da ottenere.

Nintendo è stata probabilmente la prima a dare il via alla cascata di notizie, rivedendo le sue Nintendo Switch previsioni di vendita per l’anno fiscale in calo di 1,5 milioni il 4 novembre “a causa degli effetti della carenza globale di semiconduttori”, secondo l’azienda. Il presidente di Nintendo Shuntaro Furukawa ha approfondito ulteriormente in una domanda e risposta, affermando che “non c’è stato un grande miglioramento della situazione” dall’inizio dell’anno fiscale (che inizia ad aprile). La società sta “valutando componenti alternativi e rivedendo i nostri progetti”, secondo Ko Shiota, GM della divisione di sviluppo tecnologico di Nintendo, ma al momento non è chiaro se qualcosa che sta guardando potrebbe rendere più facile trovare uno Switch sullo scaffale. (E se non hai già uno dei controller N64 compatibili con Switch, sei sfortunato fino al prossimo anno.)

PC da gioco portatile Steam Deck di Valve è stato ritardato di due mesi dal lancio di dicembre a febbraio l’11 novembre. “Abbiamo fatto del nostro meglio per aggirare i problemi della catena di approvvigionamento globale, ma a causa della carenza di materiale, i componenti non raggiungono i nostri impianti di produzione in tempo per rispettare le nostre date di lancio iniziali”, Valve ha detto in un post sul blog. Anche prima del ritardo, avevamo la sensazione che la fornitura di Steam Deck sarebbe stata ridotta, poiché la disponibilità stimata degli ordini è scivolata all’inizio del 2022 molto presto dopo l’attivazione delle prenotazioni iniziali. Ma ora, anche le persone che si erano assicurate una data dell’ordine di dicembre 2021 dovranno aspettare ancora un po’.

Secondo quanto riferito, Sony si aspetta di farne di meno PS5s, secondo Bloomberg. La società originariamente prevedeva di poter assemblare 16 milioni di console nell’anno fiscale in corso (che termina a marzo), ma ora prevede di realizzarne “circa 15 milioni”. Bloomberg dice. La PS5 è stata incredibilmente difficile da trovare da quando è stata lanciata nel novembre 2020 e probabilmente non diventerà più facile presto: hanno detto i partner di produzione di Sony Bloomberg che raggiungere l’obiettivo di Sony di 22,6 milioni di vendite di PS5 nel prossimo anno fiscale sarà difficile.

panico Data di gioco palmare è stato spostato dalla fine del 2021 all’inizio del 2022. Mentre il ritardo per le unità iniziali era dovuto a batterie difettose, i componenti per le future date di gioco sono difficili da trovare, secondo l’azienda. L’attuale CPU del Playdate, ad esempio, non è disponibile da due anni, il che ha costretto l’azienda a riprogettare la scheda madre con una CPU più facilmente disponibile per i Playdate realizzati più avanti nel 2022. Panic avverte che “ci sono una serie di altre parti carenze che stiamo cercando di superare in astuzia in questo momento”, quindi se non riesce a superarle, ciò potrebbe significare che sarà difficile ottenere un Playdate lungo la strada. Se sei interessato a un Playdate, potresti volerne preordinarne uno ora per assicurarti il ​​tuo posto in fila.

Questi sono solo alcuni cambiamenti recenti di cui siamo a conoscenza — potrebbero esserci altri problemi e ritardi dietro le quinte di cui non siamo a conoscenza. Il capo di Xbox di Microsoft, Phil Spencer, ha avvertito delle continue carenze a settembre, affermando che i problemi di fornitura di Xbox dureranno fino al 2022. E il problema va ben oltre i produttori di hardware di gioco, con Intel che afferma che la carenza di chip potrebbe durare almeno fino al 2023 e Apple, che è rinomato per la sua padronanza della sua catena di approvvigionamento, subendo un colpo di $ 6 miliardi nell’ultimo trimestre a causa di vincoli. Nonostante ciò, puoi ancora ottenere molti prodotti Apple entro Natale se li ordini ora dal sito Web dell’azienda, ma non è una cosa così sicura per la maggior parte dell’hardware di gioco.

Tra i molti ritardi, c’è un potenziale punto luminoso. Il palmare retrò Analogue Pocket, che è già stato ritardato alcune volte a causa delle sfide della catena di approvvigionamento, è “ancora sulla buona strada” per il lancio di dicembre, ha detto il fondatore e CEO di Analogue Christopher Taber Il Verge in una mail di mercoledì. Ma se anche Nintendo e Sony hanno problemi, potresti non volerti eccitare troppo finché non avrai il Pocket tra le mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *