Un paio di hack per PS5 potrebbero essere i primi passi verso il jailbreak dell’ultima console di Sony

Gli hacker potrebbero aver appena fatto grandi passi avanti verso il possibile jailbreak di PlayStation 5 durante il fine settimana, con il gruppo di hacker Rivendicazione Fail0verflow essere riuscito a ottenere le chiavi di root di PS5 che gli hanno permesso di decrittografare il firmware della console.

Inoltre, Andy Nguyen (un ingegnere della sicurezza di Google meglio conosciuto sotto il nome di theflow0) riuscito ad accedere anche il menu delle impostazioni di debug della PS5 su una PS5 al dettaglio durante il fine settimana. Entrambi gli exploit sono stati notati da Wololo.net.

I due exploit sono particolarmente degni di nota per il livello di accesso che teoricamente danno al software di PS5. Il firmware decrittografato – che è possibile tramite le chiavi di Fail0verflow – consentirebbe potenzialmente agli hacker di decodificare ulteriormente il software PS5 e potenzialmente sviluppare i tipi di hack che consentivano cose come l’installazione di Linux, emulatori o persino giochi piratati su console Sony del passato.

Ovviamente, Sony è presumibilmente desiderosa di impedire agli utenti di fare questo genere di cose e presumibilmente farà tutto il possibile per impedire a quegli exploit di raggiungere un pubblico più ampio, oltre a tentare di correggere le vulnerabilità.

Per ora, i due exploit non comporteranno un grande cambiamento per i possessori di PS5: non è disponibile alcun jailbreak improvviso per PS5 oggi e né Nguyen né Fail0verflow hanno pubblicato i dettagli dei rispettivi hack, né è nemmeno chiaro se lo faranno mai . Nguyen ha già detto che “non ha piani per la divulgazione” del suo hack, mentre Wololo.net osserva che Fail0verflow ha trattenuto la pubblicazione dei suoi hack per PS4 nell’ultima generazione di console fino a quando Sony non ha corretto le cose, il che significa che è possibile che nulla di tutto ciò porterà a cambiamenti concreti nella scena dell’hacking di PS5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *