Il termostato intelligente Honeywell Home T9 ora funziona con Apple HomeKit

Honeywell Home T9, il primo termostato consumer di Resideo a supportare i sensori di temperatura remoti, ha finalmente offerto ai suoi utenti una funzionalità promessa da tempo: HomeKit.

Il marchio, che è concesso in licenza da Resideo e derivato da Honeywell nel 2018, ha già il supporto per il sistema di casa intelligente di Apple nel suo termostato T5, noto anche come Lyric T5, ma quel dispositivo non ha sensori esterni. I sensori possono aiutarti a sentirti a tuo agio nella stanza in cui ti trovi, anziché limitarti a mantenere la temperatura desiderata dove si trova il termostato.

Come Verge l’editor Dan Seifert ha scritto nella sua recensione dell’Honeywell T9, i suoi sensori sono molto buoni e in grado di misurare l’umidità oltre alla temperatura, cosa che né Nest né i sensori remoti di Ecobee possono fare. Possono anche rilevare il movimento e la presenza e adatteranno il sistema alle stanze in cui rileva le persone. Il T9 costa $ 199 e viene fornito con un sensore remoto nella confezione, con supporto per un massimo di 20.

Secondo Resideo, con l’integrazione di HomeKit, gli utenti possono controllare il proprio termostato intelligente Honeywell Home T9 utilizzando Siri o l’app Apple Home. Una volta connesso, puoi utilizzare le automazioni per regolare la temperatura o chiedere a Siri di farlo per te. A differenza di Ecobee SmartThermostat, non esiste un assistente vocale integrato, quindi è necessario utilizzare un HomePod Mini, iPhone, iPad o Apple Watch per richiamare l’assistente. Resideo non ha specificato se sarai in grado di utilizzare la temperatura o il movimento dai sensori per attivare le routine nell’app Home. Honeywell Home T9 supporta già Amazon Alexa e Google Home.

Se questo è davvero importante, considerando che i termostati intelligenti sono nella prima specifica Matter (il nuovo standard per la casa intelligente che promette di unificare i dispositivi connessi nella nostra casa), resta da vedere. Resideo è nel cda del Alleanza per gli standard di connettività, che sovrintende a Matter, quindi sembra probabile che i suoi termostati diventeranno abilitati per Matter quando lo standard verrà lanciato il prossimo anno. Ciò dovrebbe significare che gli utenti possono controllare il proprio termostato con qualsiasi ecosistema di casa intelligente di loro scelta, purché supporti Matter.

Ma nel frattempo, i possessori di T9 saranno in grado di tenere i piedi al caldo durante le festività natalizie con poche parole al loro assistente vocale Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *