Ho passato ore ad aspettare di scoprire che aspetto avesse un NFT IRL

New York City è stata piena di NFT questa settimana. Da lunedì, centinaia, se non migliaia, di persone si sono lanciate tra conferenze, gallerie, ritrovi, feste e altri eventi riuniti per e dalla comunità NFT, solitamente tutta online, per parlare del futuro dell’arte, promuovere lo spazio e scoprire progetti nuovi e potenzialmente esplosivi. Il risultato è stato un numero eccezionale di ore trascorse a Times Square, un concerto a sorpresa degli Strokes e molti tizi che indossavano criptovalute.

A coronare il tutto è stato un evento in due parti giovedì chiamato Dreamverse, ospitato presso l’ampio locale di musica Terminal 5. Il locale è nascosto tra le concessionarie di auto e i negozi di abiti da sposa che inspiegabilmente fiancheggiano il confine occidentale di Manhattan sotto Central Park. Per la maggior parte del pomeriggio, l’evento ha trasformato il Terminal 5 in una galleria d’arte digitale, che metteva in mostra artisti NFT emergenti. Come Cenerentola, la sera si è trasformato di nuovo in una discoteca, attirando folle con una performance da protagonista di Alesso, un famoso DJ svedese, e ciò che gli organizzatori dell’evento avevano promesso sarebbe stata la “vetrina inaugurale” della NFT di $ 69 milioni di Beeple.

Ho saltato la maggior parte della programmazione della settimana ma mi sono sentito in dovere di scoprire cosa significasse vedere il cosiddetto debutto “autorizzato” di un’opera che ho già visto tante, tante volte online e che posso scaricare in risoluzione 21,069 x 21,069 ogni volta che Mi piacerebbe (il file è grande 319 MB che rompe il browser). Sono stato anche, convenientemente, assegnato a coprire l’evento dopo che ne ho parlato in una riunione questa settimana. Il nostro caporedattore mi ha chiesto di riferire sulla festa, quindi sono andato al Terminal 5 non una ma due volte per dare un’occhiata. (La galleria e la successiva festa/inaugurazione sono state separate da un intervallo di 4 ore, durante le quali ho mangiato un burrito e guardato i video di YouTube in Il Vergeufficio.)

La galleria stessa era molto simile a una normale galleria d’arte, tranne che piena di televisori e tizi che indossavano felpe con cappuccio WAGMI. Per tutte le discussioni su cosa significano gli NFT per l’arte, risulta che finora significano molto poco per mostrare l’arte al pubblico. Decine di pezzi erano in mostra intorno alla sede, ruotando dentro e fuori sui numerosi televisori che erano stati montati in tutto lo spazio per presentare le opere interamente digitali. Alcuni erano animati; alcuni erano ancora. Ma soprattutto, era uno spazio per mostrare uno stile d’arte popolare online – lucido, con un tocco fantascientifico e occasionali elementi grotteschi – ma che non si presentava in una galleria tradizionale.

Al centro della galleria del Dreamverse c’era una serie di televisori montati su tubi di luce che cambiavano colore.

L’evento è stato organizzato da Metapurse, il gruppo dietro l’acquisizione da 69 milioni di dollari di una Beeple NFT a marzo, e l’arte che hanno curato in gran parte sembrava opere che potevano vivere nello stesso mondo di Beeple. Un pezzo, da Pussy Riot, mostrava un ibrido uomo/maiale che strisciava verso una tomba con una grande apertura vaginale. Un altro lavoro ha mostrato una figura in una maschera di Guy Fawkes con in mano un bitcoin luminoso. Le opere d’arte sono state etichettate con codici QR, che sembravano tutti indirizzare ad account Twitter piuttosto che a un indirizzo blockchain o al mercato NFT.

La sede conteneva tre piani di questo: serie occasionali di TV, tubi luminosi luminosi per l’arredamento e un’installazione VR in un punto, in cui si poteva camminare attraverso un virtuale Galleria NFT all’interno di questo vero Galleria NFT – più uno spazio sul tetto in cima dove, in particolare, c’era la luce del sole ed era permesso fumare.

Quando sono salito sul tetto, ho trovato un gruppo di persone accalcate intorno a un uomo che reggeva quello che sembrava essere un mazzo di tarocchi. La gente è rimasta a bocca aperta e le telecamere sono entrate mentre mostrava una singola carta come parte di quello che pensavo fosse una sorta di trucco magico.

“Sai chi è questo ragazzo?” chiese un uomo accanto a me. Nessuno di noi sapeva chi fosse. Si è rivelato essere Twobadour, uno dei gestori di Metapurse e figura centrale della manifestazione.

C’erano molte piccole confusioni come questa. Molte delle persone con cui ho parlato mi hanno detto che lo erano interessato in NFT, ma non lo erano come in esso come le altre persone lì – o, almeno, i demoni NFT che tutti immaginavamo fossero intorno a noi. Questi frequentatori di gallerie non avevano in mano i Blue Chip NFT. Non riuscivano a riconoscere Twobadour o Metakovan, i due capi di Metaborse. (Anche se a un certo punto si è formata una fila di diverse dozzine di persone per fare selfie con Beeple, che era ben vestito con un maglione blu sopra una Oxford bianca.)

Una persona con cui ho parlato, che mi ha detto che è più interessato a Bitcoin che a NFT, ha detto di essere scettico sul valore delle NFT, ma è venuto perché voleva vedere come fosse una galleria d’arte digitale. Quando me ne andai, mi seguì per darmi un suggerimento per il mio articolo, implorandomi di “metterci qualcosa sui vestiti nuovi dell’imperatore”.

Quando sono tornato intorno alle 20:00 per la festa e l’inaugurazione di Beeple, molte delle mostre d’arte erano scomparse e il locale si stava riempiendo. C’erano un sacco di ragazzi con le felpe del Bored Ape Yacht Club, qualcuno che andava in giro con una tuta spaziale e un numero spropositato di donne che indossavano berretti.

Un ragazzo che indossava una felpa con cappuccio Bored Ape mi ha detto che l’evento Dreamverse era troppo costoso, e un’altra festa NFT era più vivace. Non possedeva una scimmia, ma è stato invitato come plus-one a la festa della scimmia annoiata la sera prima, dove Aziz Ansari è salito sul palco per introdurre una performance di Beck. Successivamente, Chris Rock è salito sul palco per presentare una performance di The Strokes. Ah, penso, quindi queste persone possiedono centinaia di migliaia di dollari di NFT che si rifiutano di vendere e vedere la mia band preferita suonare gratis? Che bello.

Il DJ di apertura, PLS&TY, suona per il locale non ancora affollato.

Un altro ragazzo con una felpa con cappuccio Bored Ape (che possiede una scimmia mutante ma non una scimmia vera e propria) mi ha detto che gli è stato dato un biglietto per Dreamverse gratuitamente da un ragazzo che aveva appena incontrato e che non ce l’ha fatta. Riguarda l’elemento della comunità NFT, ha detto. Lui e il donatore del biglietto avevano trascorso la notte precedente in una caccia al tesoro in tutta la città che era in qualche modo collegata a una figura pseudonima della NFT di nome Wagmi-san.

“È pazzesco, fratello, viviamo in un fottuto videogioco”, mi gridò.

Sfortunatamente per me, un giornalista che era venuto principalmente per riferire su come apparivano le opere d’arte di Beeple di persona, la NFT non era ancora in mostra a questo punto. Beeple in persona stava in un angolo tenendo la birra e chiacchierando con alcune persone, quindi ho pensato di salutare. Gli avevo parlato all’inizio di quest’anno e ho pensato che avrei dovuto chiedere un preventivo per questo articolo, ma un buttafuori mi ha allontanato quando mi sono avvicinato troppo. Beeple se ne andò pochi istanti dopo.

Alla fine, un DJ di apertura è uscito e ha suonato per un po’. Poi se ne andò, e un po’ di remix di Kanye suonarono per un po’. Il Beeple non era ancora in mostra.

Qualche tempo dopo, sono finito in una conversazione con un artista e un dipendente di un importante scambio NFT. Hanno chiesto i miei sentimenti onesti sugli NFT. Ho esitato prima di rispondere.

“Non ci offenderemo”, ha detto l’artista.

Ho detto che è affascinante quante comunità vivaci si siano formate intorno a loro e che adoro il modo in cui indirizzano i soldi agli artisti. io anche ha detto che penso che gli NFT siano uno schema piramidale.

L’artista si è offeso. L’altra persona ha detto che la blockchain è per sempre e che questo infonde valore.

Alla fine, la musica si è fermata, le luci si sono accese e un presentatore è salito sul palco. Indossava una giacca a fiori e reggeva un grande martelletto che non ha mai usato. Ha detto al pubblico che devono scaricare un’app in modo che tutti noi potessimo prendere parte a un’esperienza AR comune. “Non attivare l’app. Basta scaricarlo. Per favore», supplicò.

La gente ha iniziato a cantare per Alesso. Ha detto che devono aspettare e scaricare l’app.

A questo punto, il Beeple non era ancora apparso. Erano le 23:30 e il Terminal 5 è molto lontano da casa mia. Volevo andare a letto, ma ero anche curioso di sapere come avrebbero fatto emergere il Beeple poiché la presentazione promessa dal Dreamverse – “una struttura fisica e digitale ibrida alta tre piani su misura” – suonava elaborata e impressionante, e c’era nessuna struttura fisica e digitale ibrida alta tre piani elaborata e impressionante in vista.

Si è scoperto che quello squisito lavoro di pubbliche relazioni era solo un codice per uno schermo. Lo schermo, che è stato dietro i DJ di apertura per tutta la notte, ha iniziato a lampeggiare – il presentatore ha emesso un timido avvertimento di sequestro – e alla fine, il Beeple è apparso allungato sul display. Una breve animazione riprodotta, ingrandendo il Beeple, facendo una panoramica, rimpicciolendo, facendo una panoramica, ingrandendo, mostrando i dettagli e poi l’aggregato, ripetendo. Dura pochi minuti. Poi lo schermo è diventato nero e la gente ha esultato.

Una sezione ritagliata del Beeple viene visualizzata sul palco.  L'attrezzatura scenica si trova davanti al display.

Il Beeple da 69 milioni di dollari, visto dal retro del locale, da un’angolazione, perché chi sapeva che questa cosa sarebbe stata in mostra solo per pochi minuti? Uno sguardo parzialmente ingrandito all’opera d’arte è mostrato sopra.

Metakovan è salito sul palco e ha detto alcune parole. “Grazie mille, ragazzi. Ci vediamo nel metaverso.”

Si avvicinò Alesso. La gente ha applaudito.

Ero pronto ad andarmene, ma per adempiere ai miei doveri professionali, dovevo capire di cosa si trattasse l’app AR. Tutti intorno a me avevano i loro telefoni fuori, ma stavano tutti registrando il video del debutto di Beeple – nessuno stava effettivamente usando l’app.

La mia connessione a Internet era stata troppo lenta per scaricare l’app in tempo, quindi ho chiesto al ragazzo accanto a me com’era. Non riusciva nemmeno a far funzionare l’app. Ho lasciato.

Fotografia di Jacob Kastrenakes / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *