Alvarez vs. Plant: come guardare la lotta di sabato


LAS VEGAS — Saúl Álvarez e Caleb Plant si batteranno sabato sera per tutti i titoli dei supermedi. Álvarez, 31 anni, possiede i titoli della World Boxing Association, del World Boxing Council e della World Boxing Organization; Plant è campione della International Boxing Federation dal 2019.

Il prezzo al dettaglio per guardarlo in TV o guardarlo in streaming legalmente online? 79,99 dollari.

È ripido, ma standard in un’era di TV ad alta definizione e streaming online affidabili. Il prezzo di la carta venduta da Showtime aiuta anche a finanziare i pagamenti dei combattenti – un totale di $ 50 milioni riportato per il solo evento principale.

I combattenti non divideranno equamente quei soldi, ovviamente. Ad Álvarez, noto come Canelo, sono garantiti $ 40 milioni, e il giorno di paga è un cenno al suo status di uno dei migliori pareggi nel pugilato. Il suo incontro più recente, una vittoria a eliminazione diretta su Billy Joe Saunders, ha attirato più di 73.000 spettatori all’AT&T Stadium. Il denaro riconosce anche lo status di Álvarez come sport il miglior combattente libbra per libbra, a meno che Plant non lo sconvolga sabato sera.

Ecco alcune altre sottotrame chiave:

Álvarez, che è la stella di boxe attiva di più alto profilo del Messico, avrebbe preferito combattere Plant il 18 settembre, che si sarebbe schierato vicino al Giorno dell’Indipendenza del Messico e avrebbe reso l’incontro per il titolo parte di una celebrazione più ampia. Il suo record include cinque combattimenti per il titolo nel fine settimana dell’Indipendenza e altri sei nel fine settimana di Cinco de Mayo.

In piena estate, un affare per un settembre l’incontro era quasi concluso – e poi è crollato.

Álvarez e Plant hanno concordato i termini entro agosto, per un incontro previsto per il 6 novembre. Il nuovo contratto ha soddisfatto entrambi i combattenti, ma la nuova data lo metterebbe in diretta concorrenza con UFC 268 per l’attenzione degli appassionati di sport e per i dollari in pay-per-view.

Caleb Plant è schietto sulla sua educazione difficile. Lui, sua sorella e suo padre, Richie, viveva in una casa mobile nella piccola Ashland City, Tenn. Plant ha detto ai giornalisti che il trailer diventava gelido ogni inverno e insopportabilmente caldo ogni estate, ma dice anche che l’esperienza lo ha reso quasi a prova di proiettile come pugile.

“Non puoi rompere il mento di un povero ragazzo”, Plant ha detto più volte alla vigilia del suo incontro contro Álvarez.

Da parte sua, Álvarez ha familiarità con il mantra di Plant e, in un’intervista di ottobre, lo ha respinto con un sorrisetto e un cenno della mano.

“Parla di dove viene e cosa ha passato, così la gente si sente dispiaciuta per lui”, ha detto Álvarez, che è cresciuto a Guadalajara, in Messico. “Ma veniamo tutti dalla stessa parte. Anch’io ero povero, ma non ne parlo così la gente si sentirà dispiaciuta per me”.

Una vittoria a sorpresa di Caleb Plant potrebbe effettivamente semplificare le cose per Showtime, la piattaforma pay-per-view che manda in onda la carta di combattimento. Plant potrebbe non avere il potere da star di Álvarez e il pubblico integrato, ma ha firmato con Premier Boxing Champions, un gruppo manageriale che collabora con Fox e Showtime nella programmazione della boxe. Una vittoria di Plant garantisce che il prossimo incontro per il titolo dei super-medi atterrerà su una piattaforma partner della PBC.

Ma se Álvarez, un free agent promozionale e broadcast, vince sabato, Showtime dovrà competere con altre piattaforme per il suo prossimo combattimento. Questa lotta è arrivata su Showtime perché la PBC aveva Plant e Plant possedeva il titolo della International Boxing Federation, che lvarez voleva. Se Álvarez vince, Showtime dovrà tentare di attirarlo indietro.

“Questo è comprensibile, dato che vuole i più grandi combattimenti che definiscono l’eredità disponibili a questo punto della sua carriera”, ha affermato Stephen Espinoza, presidente di Showtime Sports. “Siamo ottimisti sul fatto che saremo in grado di continuare la relazione. Non vediamo l’ora di realizzare un evento di successo e di continuare a lavorare sia con Canelo che con Plant in futuro”.

Secondo quanto riferito, i due incontri di Álvarez con Gennadiy Golovkin hanno generato a 2,4 milioni di acquisti pay-per-view combinati, numeri impressionanti che aiutano a spiegare il suo appello alle emittenti di boxe. Da dicembre 2018 fino allo scorso maggio, Álvarez ha combattuto esclusivamente sul servizio di streaming DAZN, prima sotto contratto con Golden Boy, suo ex promotore, e poi come free agent in una serie di una tantum.

I funzionari di DAZN avevano sperato di organizzare un terzo incontro Álvarez-Golovkin. Álvarez ha detto di non essere interessato. Showtime potrebbe attirare il vincitore di sabato con potenziali matchup contro il contendente imbattuto David Benavidez, o Jermall Charlo, un campione dei pesi medi aperto a salire di una classe di peso.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *