Rivian accusato di “bro culture tossica” nella causa per discriminazione di genere

L’ex vicepresidente vendite e marketing della startup di veicoli elettrici Rivian ha citato in giudizio la società sostenuta da Amazon per discriminazione, sostenendo che ha una “cultura tossica dei fratelli che emargina le donne”. La tuta, prima segnalato da Il giornale di Wall Street, arriva pochi giorni prima che Rivian diventi una società quotata in borsa e poche settimane dopo aver iniziato a consegnare i suoi primi veicoli elettrici ai clienti.

Laura Schwab, l’ex vicepresidente, afferma di essere stata licenziata il mese scorso dopo aver avvertito un dirigente delle risorse umane della discriminazione. Giovedì ha citato in giudizio la società presso la Corte Superiore della Contea di Orange, secondo il WSJ, sebbene il reclamo non fosse pubblicamente disponibile al momento della pubblicazione di questo articolo. Anche Schwhab ha pubblicato un post sul blog Giovedì intitolato “La vita al di fuori del club dei ragazzi: perché ho parlato della cultura tossica dei fratelli di Rivian (e sono stato licenziato).”

Un portavoce di Rivian ha rifiutato di commentare, citando il periodo di quiete obbligatorio nel periodo precedente all’IPO.

Schwab ha trascorso due decenni nell’industria automobilistica ed è entrata a far parte di Rivian nel novembre 2020. Dice nel post del blog che era “entusiasta di entrare a far parte di un’azienda che stava costruendo un marchio e i suoi veicoli orientati al pianeta da zero. e che ha portato ogni conversazione sull’importanza della cultura aziendale.” Ma mentre Rivian “si vanta pubblicamente di [that] cultura”, scrive Schwab che “è stato un duro colpo quando sono entrato in azienda e quasi immediatamente ho sperimentato una cultura tossica dei fratelli che emargina le donne e contribuisce a far commettere errori all’azienda”.

Scwab afferma di aver “sollevato preoccupazioni alle risorse umane sulla discriminazione di genere da parte del mio manager, la cultura del “club per ragazzi” e l’impatto che stava avendo su di me, sul mio team e sull’azienda”. È stata licenziata due giorni dopo.

Rivian è “dominato da uomini al vertice” e il CEO RJ Scaringe “si è circondato di un gruppo affiatato di uomini che hanno costantemente avuto il suo orecchio”, afferma Scwhab. Dice di aver dato suggerimenti sul piano aziendale dell’azienda che è stato abbattuto, solo per vedere gli uomini al vertice accettare alla fine le stesse idee lanciate dai colleghi maschi. “Mai nei miei anni nell’industria automobilistica avevo sperimentato un’emarginazione così sfacciata”, scrive.

Schwab ha detto che ha cercato di sollevare questi problemi con il suo capo, il direttore commerciale di Rivian, ma che non è stata in grado di programmare un incontro con lui. Dice anche che stava iniziando a essere esclusa da altri incontri di pianificazione. Quando ha chiesto a un’altra donna dirigente senior di aiutarla a includerla, la sua collega “mi ha informato che lei è stato anche escluso da questi incontri”.

“È incredibile che due dirigenti donne di alto livello siano escluse da questi incontri che hanno un impatto diretto sul loro lavoro”, scrive. “Questa non era la cultura di cui Rivian era orgoglioso, e ho capito che per cambiarla avevo bisogno di alzare la voce”. Dopo aver parlato con le risorse umane, Schwab afferma che il direttore commerciale ha finalmente programmato un incontro con lei, solo per licenziarla. Ha affermato che faceva parte di una “riorganizzazione”.

Il resoconto di Schwhab del suo tempo con Rivian arriva mentre i dipendenti del settore tecnologico si sono espressi con maggiore volume e frequenza. I dipendenti Apple hanno trascorso gli ultimi mesi a organizzare e portare alla luce storie di molestie e discriminazioni. Un informatore di Facebook ha recentemente fornito documenti ai giornalisti di tutto il mondo e al Congresso, dopo aver parlato internamente.

L’ex dipendente di Pinterest Ifeoma Ozoma ha dato il via a una resa dei conti all’interno di quell’azienda nel 2020 condividendo la propria esperienza con la discriminazione razziale e da allora ha lanciato il Tech Worker Handbook, che ha lo scopo di guidare i dipendenti che vogliono parlare di illeciti. Pinterest ha anche risolto una causa per discriminazione di genere con il suo ex amministratore delegato alla fine del 2020. Quell’ex dirigente era rappresentato dalla stessa azienda che si è occupata del caso di Scwhab, la WSJ Appunti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *