L’FBI ha pubblicato un PSA su un’interessante truffa crittografica

L’FBI è avvertendo le persone di una nuova generazione di truffe che coinvolgono ATM di criptovaluta. Un truffatore convince una persona a mettere contanti in un bancomat di criptovaluta e inviare le monete acquistate al truffatore utilizzando un indirizzo memorizzato in un codice QR (attraverso CoinDesk). Sebbene la truffa vera e propria sia relativamente a bassa tecnologia, è un interessante uso improprio della tecnologia e mostra come i criminali utilizzano le criptovalute per “migliorare” i vecchi metodi.

Come descritto dall’agenzia, il truffatore contatterà la vittima e in qualche modo la convincerà che devono inviare denaro, con promesse d’amore, ulteriori ricchezze o impersonando un’istituzione reale come una banca o una società di servizi pubblici. Dopo che il marchio è stato convinto, il truffatore gli farà ottenere denaro (a volte da conti di investimento o pensionistici) e si dirigerà verso un bancomat che vende criptovalute e supporta la lettura di codici QR. Una volta che la vittima è lì, scansiona un codice QR che il truffatore le ha inviato, che dirà alla macchina di inviare qualsiasi criptovaluta acquistata all’indirizzo del truffatore. Proprio così, la vittima perde i suoi soldi e il truffatore li ha sfruttati con successo.

Se questa truffa suona familiare, potrebbe essere perché è fondamentalmente solo una svolta tecnologica frode di bonifico bancario. Con qualsiasi mezzo, qualcuno convincerà la sua vittima a inviare loro denaro, e poi gli farà farlo usando un metodo difficile da rintracciare e quasi impossibile da annullare. Come con i bonifici bancari, il sistema funziona come previsto: essere in grado di utilizzare un codice QR invece di dover digitare un lungo indirizzo di portafoglio è utile anche per gli acquisti legittimi di criptovalute. È solo che invece di andare nel tuo portafoglio, i fondi vanno a qualcun altro.

L'”upgrade” (per così dire) per i truffatori con il metodo crypto ATM è duplice: può essere meno attrito rispetto all’invio di un bonifico bancario, e alla fine il truffatore ha criptovaluta invece di fiat. Con i bonifici, devi compilare un modulo e puoi consegnarlo a una persona reale (che potrebbe potenzialmente controllarti). Utilizzando il metodo ATM, c’è meno tempo per riflettere sul fatto che stai per inviare denaro a uno sconosciuto. E se sei un criminale che cerca di mettere le mani su Bitcoin, non dovrai insegnare ai tuoi bersagli come acquistare monete su Internet e trasferirle su un altro portafoglio: probabilmente sanno già come usare un bancomat e scansionare un codice QR.

entrambi i FBI e FTC hanno alcune buone linee guida su come evitare di essere truffati, ma ciò a cui si riducono davvero è questo: se qualcuno che non conosci ti sta chiedendo di inviargli denaro, non farlo usando alcun metodo, cripto o altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *