I prezzi di Uber sono ancora in forte aumento, quindi l’azienda sta ripristinando il carpooling

Uber si sta preparando a rilanciare il suo servizio di carpooling per combattere l’aumento dei prezzi, hanno detto i funzionari in una telefonata con gli investitori. Uber Pool è stato chiuso nel marzo 2020 in risposta alla pandemia di COVID-19 ed è rimasto tale anche quando i vaccini sono diventati ampiamente disponibili e i clienti sono tornati all’app.

Ma questo potrebbe presto cambiare, secondo il CEO di Uber Dara Khosrowshahi, che ha lasciato intendere che un nuovo prodotto per le corse condivise potrebbe essere rilasciato presto. Insieme al suo rivale Lyft, Uber ha faticato a riprendersi dalla pandemia, poiché i conducenti hanno abbandonato la piattaforma, i tempi di attesa sono aumentati e il costo delle corse è aumentato vertiginosamente.

“Stiamo lanciando un prodotto per piscine condivise Uber”, ha affermato Khosrowshahi. “Investiamo da anni in un prodotto ad alta capacità, che sembra sempre più attraente in quanto legato a una base economica unitaria, dove può portare il prezzo significativamente più basso”.

I prezzi di Uber sono aumentati del 20% rispetto allo scorso anno, leggermente meno di quanto non fossero durante l’estate, ma ancora relativamente alti rispetto ai prezzi pre-pandemia. L’introduzione di un servizio di carpooling a basso costo contribuirà a ridurre la domanda dei principali prodotti Uber per il trasporto di passeggeri e, si spera, a ridurre ulteriormente i prezzi, ha affermato Khosrowshahi.

Uber Pool, il servizio che abbina fino a tre passeggeri in un’auto in base alle loro destinazioni, era una delle opzioni più economiche sulla piattaforma dell’azienda. Ma i conducenti lo odiavano, lamentandosi delle basse valutazioni dei clienti, di un algoritmo inefficiente e di indicazioni rotatorie che tendono a infastidire i passeggeri nonostante la tariffa bassa.

Il COVID-19 ha posto fine alla pratica degli estranei che condividono il sedile posteriore di un’auto. Città come New York hanno effettivamente vietato i viaggi condivisi nel tentativo di rallentare la diffusione del virus. Lyft ha anche sospeso il servizio di carpooling Lyft Line.

Quando Uber Pool tornerà, potrebbe sembrare diverso dalla versione pre-pandemia. Khosrowshahi ha suggerito che potrebbe essere più simile a un servizio navetta per i dipendenti che utilizza la tecnologia di corrispondenza di Uber che l’azienda può vendere al suo cliente aziendale. Un portavoce ha definito la navetta dei dipendenti uno “sforzo separato” dal servizio di carpooling, ma ha rifiutato di condividere ulteriori dettagli.

Tuttavia, ciò probabilmente non influirà sul prezzo di una corsa Uber a breve termine. Khosrowshahi ha riconosciuto che la società è attualmente coinvolta in “un gigantesco esperimento sui prezzi in cui nessuno voleva entrare”. La società continuerà a lottare con problemi di domanda e offerta poiché gli effetti della pandemia continuano a farsi sentire.

Ma Uber ha riferito che le sue prenotazioni lorde del terzo trimestre, o la quantità di denaro che prende prima di pagare i conducenti, hanno raggiunto il massimo storico di 23,1 miliardi di dollari, in crescita del 57 percento anno su anno, nonostante un aumento del 20 percento dei prezzi.

“Stiamo vedendo che quando le città riaprono, le persone iniziano a utilizzare il prodotto”, ha detto Khosrowshahi, “e usano molto il nostro prodotto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *