Le classifiche dei playoff del college football sono un’ode al potere 5


Le polemiche sono positive per il marchio, così come i nomi dei marchi. (Non sottovalutare la mano invisibile di ESPN – che ha i diritti di trasmissione per i playoff e lo spettacolo di rivelazione settimanale nelle prossime cinque settimane – nell’influenzare gli incontri delle semifinali.)

Ciò potrebbe aiutare a spiegare perché l’Alabama, con il suo pedigree di campionato e una sconfitta al Texas A&M, è stato inserito al n. 2, lasciando aperta la possibilità che una perdita rispettabile contro la Georgia potrebbe rendere i Crimson Tide la prima squadra a raggiungere i playoff con due sconfitte .

Barta ha detto che la decisione dell’Alabama non è stata difficile. “È stato un forte consenso”, ha detto.

Che Cincinnati fosse classificata al n. 2 nei sondaggi era irrilevante, ha detto Barta, che ha aggiunto che i Bearcats non hanno avuto vittorie significative oltre a Notre Dame e che nelle ultime due settimane avevano giocato a calcio poco brillante vincendo su due vittorie della Marina. e una vittoria Tulane.

Questa valutazione è certamente vera. Ma non è nemmeno uno standard a cui sono tenuti gli altri.

I Bearcats non giocano in conferenza con i rigori settimanali della SEC o dei Big Ten. Ma avevano battuto l’Indiana in modo più deciso rispetto a Michigan State (Michigan State aveva bisogno di radunarsi per vincere nel quarto trimestre). Cincinnati ha anche sconfitto Miami (Ohio) con molta più forza del Minnesota, che è in testa alla divisione Ovest della Big Ten. E quella vittoria lenta a Tulane è stata molto più comoda della vittoria casalinga dell’Oklahoma sul Green Wave, che non è stata assicurata fino a quando un quarterback all’ultimo respiro si è arrampicato sul quarto e 13 non è arrivato a un metro di distanza.

Tutto ciò porta a chiedersi quanto divario ci sia davvero tra l’AAC e le migliori squadre del paese. Memphis, una squadra mediocre dell’American Athletic, ha battuto il Mississippi State, che è classificato 17 ° dal comitato di selezione. Tulsa, un’altra squadra AAC pedonale che fa visita a Cincinnati sabato, era in testa nel quarto trimestre all’Oklahoma State, che è all’11° posto. Era anche entro 27-20 e minaccioso nel quarto trimestre a Ohio State prima di essere respinto.

Quindi, con Southern Methodist e Houston non classificate – entrambe squadre con una sola sconfitta che potrebbero rafforzare il registro di Cincinnati nel prossimo mese – la migliore possibilità per i Bearcats di salire tra le prime quattro senza essere scavalcati è continuare ad accumulare vittorie, avere un bell’aspetto farlo e sperare nel caos intorno a loro.

“Quello che senti è frustrazione”, ha detto Aresco, membro del comitato di gestione dei College Football Playoff, mentre diventava sempre più esasperato al telefono. Il comitato sta lavorando alla potenziale espansione del campo dei playoff. “In un certo senso ci imbattiamo negli stessi problemi. Non credo ci siano abbastanza sfumature. Non credo che ai nostri migliori team venga dato abbastanza credito per quanto sono bravi. Cincinnati è una buona squadra e lo ha dimostrato, proprio come ha fatto Houston e proprio come ha fatto la Florida centrale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *