DoorDash aggiunge funzionalità di sicurezza in-app, ma i corrieri hanno bisogno di maggiore protezione

DoorDash è aggiungendo una serie di strumenti per i suoi addetti alle consegne chiamati “SafeDash”, che include un modo per contattare un agente della società di sicurezza ADT o per chiamare il 911 tramite ADT. La società sta lanciando lo strumento per la prima volta nelle principali città come Detroit, Los Angeles, New York e San Francisco, ma afferma che verrà distribuito a tutti i suoi corrieri statunitensi entro la fine dell’anno.

Sebbene sia positivo che DoorDash riconosca i pericoli che i suoi addetti alle consegne devono affrontare, alcuni sostenitori affermano che SafeDash non aiuterà a risolvere i problemi dei ladri che li prendono di mira per i loro soldi o le loro biciclette, e le app che danno loro percorsi che li mettono in pericolo.

Secondo DoorDash, SafeDash fornirà agli addetti alle consegne un pulsante che verrà chiamato da un agente ADT se non si sentono al sicuro. Quell’agente ADT sarà anche in grado di contattare le autorità se il conducente non risponde o se qualcosa ovviamente va storto. Gli addetti alle consegne potranno anche saltare la chiamata in una situazione di emergenza e chiedere ad ADT di contattare il 911 per loro. La società di sicurezza sarà in grado di fornire la posizione GPS del Dasher alla polizia e comunicherà con l’addetto alle consegne tramite testo in modo che possano trasmettere informazioni alle autorità senza dover effettivamente parlare ad alta voce.


Puoi connetterti con un agente ADT o fargli contattare il 911 per te.
GIF: DoorDash

Coloro che lavorano per DoorDash e altri servizi simili devono affrontare una serie di pericoli posti da conducenti disattenti, infrastrutture scadenti, condizioni meteorologiche e altre persone. Un rapporto da Il Verge dettagliato il pericolo che i lavoratori delle consegne di biciclette a New York City possono affrontare quando il loro percorso include il superamento di ponti o tunnel dove sono spesso vittime di un’imboscata da parte di persone che cercano di rubare le costose e-bike di cui hanno bisogno per rimanere competitivi. Nonostante tutto, ci si aspetta che completino le consegne in tempo, altrimenti temono di essere declassati e di ricevere meno offerte di concerti.

Uno dei concorrenti di DoorDash, Uber, ha anche un pulsante antipanico che funziona in modo simile per autisti, corrieri e motociclisti. Ma alcuni addetti alle consegne, il cui lavoro li mette a rischio di lesioni e rapine, ritengono che una soluzione basata sulla tecnologia non risolverà il problema. “Non abbiamo bisogno di un’app per chiamare il 911”, ha detto Hildalyn Colón-Hernández del Worker’s Justice Project Il Verge. Invece, afferma, i lavoratori devono essere in grado di scegliere le aree in cui si sentono sicuri lavorando e non devono affrontare sanzioni per aver dato priorità alla loro sicurezza rispetto a una consegna completata. Mentre New York City sta lavorando alla legislazione per codificare in legge questo tipo di tutele, saranno comunque necessarie tutele per i lavoratori di altre città.

Hernández afferma che aggiungendo la funzione SafeDash, DoorDash segnala che sa di avere la responsabilità di proteggere i propri dipendenti, cosa che non ha necessariamente fatto abbastanza in passato. I pericoli che i lavoratori delle consegne devono affrontare sono stati mostrati nei rapporti di entrambe le organizzazioni di advocacy come il WJP e Los Deliveristas Unidos, e dai media come Il Verge, ma fino a poco tempo non sono stati affrontati frontalmente da aziende, legislatori o anche i clienti. Tuttavia, sono ancora una realtà quotidiana per i lavoratori delle consegne: Hernández afferma che solo 19 Deliverista di New York sono morti sul lavoro negli ultimi 18 mesi, e lì ci sono stati altri incidenti in tutto il paese anche.

Mentre le app di consegna potrebbero iniziare a riconoscere di avere un ruolo da svolgere nel mantenere i propri dipendenti al sicuro, la società è ancora alle prese con il modo in cui dovrebbero essere trattati i lavoratori dipendenti. Gli elettori della California hanno approvato la Proposition 22 quasi esattamente un anno fa, che ha reso legale per aziende come DoorDash, Lyft e Uber classificare i propri lavoratori come appaltatori anziché dipendenti (e quindi esentarli da benefici come l’assicurazione sanitaria fornita dall’azienda). Da allora la legge è stata dichiarata incostituzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *