Il co-protagonista di Blizzard Jen Oneal si dimette tre mesi dopo aver assunto il ruolo

Jen Oneal si dimette da co-protagonista di Blizzard appena tre mesi dopo aver assunto il ruolo a seguito della causa per molestie sessuali intentata contro Activision Blizzard dallo stato della California. Mike Ybarra, un ex dirigente Xbox che era entrato nel ruolo di co-protagonista insieme a Oneal, sarà ora l’unico protagonista dello studio, con effetto immediato.

“Voglio che tu sappia da me personalmente che ho preso la decisione di abbandonare la co-leader Blizzard Entertainment e passerò a una nuova posizione prima di lasciare ABK alla fine dell’anno”, ha detto Oneal in un dichiarazione sul sito web di Blizzard. “Lo sto facendo non perché sono senza speranza per Blizzard, al contrario: sono ispirato dalla passione di tutti qui, lavorando per un cambiamento significativo e duraturo con tutto il loro cuore. Questa energia mi ha ispirato a uscire ed esplorare come posso fare Di più fare in modo che giochi e diversità si intersechino e, si spera, avere un impatto più ampio sul settore che andrà a beneficio anche di Blizzard (e di altri studi).

Blizzard concederà una sovvenzione di 1 milione di dollari a Women in Games International, dove Oneal è membro del consiglio di amministrazione. Prima di lasciare completamente Activision Blizzard, Oneal lavorerà per “determinare i primi passi su come verrà utilizzata la sovvenzione e la sua struttura”, ha affermato.

Activision Blizzard ha subito cambiamenti significativi da quando la causa è stata intentata a luglio. L’ex presidente di Blizzard J. Allen Brack (che Ybarra e Oneal hanno sostituito) e l’ex capo delle risorse umane globali Jesse Meschuck hanno lasciato l’azienda all’inizio di agosto. Il chief legal officer della società è partito a settembre. E il CEO di Activision Blizzard, Bobby Kotick, ha subito un massiccio taglio di stipendio e ha posto fine all’arbitrato forzato la scorsa settimana.

Oltre alle modifiche al personale, la società ha sospeso i piani per BlizzConline 2021 e ha apportato modifiche ai suoi giochi per rimuovere i riferimenti a personaggi o temi problematici. Blizzard ha cambiato il nome di di Overwatch Jesse McCree, che prende il nome da un ex lead designer, e ha promesso di rimuovere “i riferimenti che non sono appropriati per il nostro mondo” in World of Warcraft.

Anche Activision Blizzard ha annunciato martedì che Sorveglianza 2 e Diablo 4 sono stati di nuovo ritardati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *