Felice Halloween! Theranos si è presentato con un costume Pfizer

Oggi abbiamo imparato di più sulla fantasia di Theranos per il cosplay aziendale. All’azienda piaceva vestire i propri rapporti con i loghi delle aziende farmaceutiche, usare il tempo presente quando il tempo futuro sarebbe stato più appropriato e ripetere le sue parole d’ordine preferite in una diapositiva di PowerPoint dopo l’altra.

Gli avvocati di Elizabeth Holmes, nel difenderla dalle accuse di frode telematica avanzate dal governo, hanno ripreso il controinterrogatorio di Lisa Peterson, che lavorava per i family office DeVos ed era coinvolta nell’approvazione del loro investimento nell’azienda. (Gli uffici familiari sono una cosa per i ricchi – un braccio di investimento per tutto quel dolce, dolce denaro.) La difesa ha cercato di screditare la testimonianza di Peterson della scorsa settimana su un memorandum chiave della Pfizer, che secondo lei era la chiave per pensare che l’azienda fosse su qualcosa di grande .

L’unico problema? Pfizer non l’ha scritto. Un ex scienziato dell’azienda ha testimoniato che Theranos ha cambiato un rapporto che la startup di analisi del sangue aveva fatto per includere l’uso non autorizzato del logo Pfizer. I risultati effettivi di Pfizer erano che le conclusioni di Theranos in quel rapporto erano “non credibili”, aveva testimoniato l’ex scienziato Pfizer. Ma Peterson non lo sapeva e si era affidato al promemoria come una vera conferma.

L’avvocato difensore di Homes, Lance Wade, ha sottolineato che l’indirizzo fisico e il sito Web di Theranos erano in fondo a quel memo Pfizer, nel piè di pagina. Il testo del piè di pagina era considerevolmente più piccolo del logo Pfizer nella parte superiore della pagina, a suggerire l’importanza relativa di ogni informazione.

Quando l’accusa ha avuto la possibilità di parlare di nuovo con Peterson, le hanno chiesto se le informazioni a piè di pagina l’avrebbero convinta che il memo non era di Pfizer. No, ha detto – il logo in alto era grande. Quando lei e i suoi colleghi stavano valutando un investimento, “ci siamo davvero affidati al fatto che da anni lavoravano per le aziende farmaceutiche e il governo”, ha detto.

È così che siamo finiti a parlare dei tempi verbali. Dopo aver stabilito che Peterson sa quale sarà il futuro, l’accusa ha esaminato alcune diapositive di Theranos. “La tecnologia proprietaria di Theranos esegue esami del sangue completi da un polpastrello”, si legge in uno. “Runs” è il tempo presente e indica che i test sono attualmente accadendo.

In effetti, abbiamo esaminato diverse diapositive per discutere i tempi verbali, che erano tutti presenti o passati, non futuri. Durante il controinterrogatorio, Wade era tornato a un’idea che aveva lanciato in precedenza nel processo: che gli investitori in Theranos erano sofisticati e che avevano persino firmato documenti in cui affermavano che Theranos era un investimento speculativo. L’implicazione sembrava essere che Theranos non fosse subdolo: Peterson era solo sciatto e Theranos stava promettendo cosa avrebbe fatto in futuro.

Ma il linguaggio nella presentazione ha indebolito quell’idea. Da qualche parte, un grammatico si rallegrò.

Dopo che Peterson ha lasciato lo stand, abbiamo ricevuto ulteriori testimonianze di Big Pharma, questa volta da Constance Cullen, che ha lavorato presso Schering-Plough, che è stata poi acquisita da Merck. Nel 2009, il capo di Cullen le aveva chiesto di valutare la tecnologia di Theranos. Nel fare ciò, Cullen ha incontrato Holmes e altre persone a Theranos, ma sembra che fosse Holmes a parlare. “In un paio di occasioni ho tentato di porre domande ad altro personale di Theranos durante la riunione e la risposta è stata interrotta dalla signora Holmes”, ha testimoniato Cullen.

Durante l’incontro, Cullen ha detto di aver trovato le risposte di Holmes alle domande tecniche “cagey”. In origine, avrebbero dovuto esserci dati di convalida a quell’incontro, ma in realtà non sono stati consegnati da Theranos fino a dicembre 2009 – e poiché Theranos era la parte che conduceva gli studi di convalida, sul rapporto è apparso solo il logo di Theranos. Né lei né nessun altro alla Schering-Plough hanno detto che le sue conclusioni erano accurate, ha testimoniato.

Le cose erano frenetiche per Cullen, dal momento che Merck aveva appena acquisito la sua azienda e ora stava gestendo una squadra più grande. Ha rinviato la discussione del rapporto e non è tornato su di esso.

Tuttavia, Theranos si è rivolta a Walgreens nel 2010 con una versione di quel rapporto di convalida. Questo la versione aveva il logo Schering-Plough sopra. In un’e-mail che accompagna il rapporto, Holmes ha scritto: “Secondo la nostra discussione, si prega di trovare tre rapporti di due diligence indipendenti sui sistemi Theranos allegati a questa e-mail. Questi rapporti provengono da GlaxoSmithKlein, Pfizer e Schering-Plough dopo la loro convalida tecnica ed esperienza con i sistemi Theranos sul campo.

La nuova versione del rapporto ha avuto una nuova conclusione. Mentre la versione originale affermava che i dispositivi Theranos “danno risultati accurati e precisi”, il nuovo logo report affermava che i dispositivi Theranos “danno risultati più accurati e precisi… rispetto agli attuali metodi di riferimento ‘gold standard’.Schering-Plough non aveva approvato la vecchia lingua; di certo non aveva approvato la nuova lingua — Theranos aveva scritto entrambe le versioni del rapporto. Schering-Plough non aveva risposto in alcun modo all’originale e probabilmente non era a conoscenza del… diciamo migliorato versione.

I promemoria e le presentazioni sono riemersi nella testimonianza di Daniel Mosley, che ha investito “poco meno di $ 6 milioni” in Theranos, dopo che il suo amico Henry Kissinger, membro del consiglio di amministrazione di Theranos, gli ha chiesto di valutare l’azienda.

Come Peterson, Mosley è stato conquistato dal lavoro che Theranos ha affermato di aver svolto con il governo e le grandi aziende farmaceutiche. Nel promemoria che Mosley scrisse a Kissinger, sembrò molto colpito dal promemoria non Pfizer, dedicando persino un’intera sezione del suo promemoria alle sue scoperte. Non era solo il logo a fargli pensare che dietro il rapporto ci fosse la Pfizer; le conclusioni si leggono come se provenissero da terzi, ha testimoniato.

Mosley pensava anche che tutti i test di Theranos fossero fatti con il polpastrello, in gran parte a causa dei materiali che Theranos gli aveva fornito. Abbiamo visto una diapositiva generata da Theranos di un bambino con la didascalia “Arrivederci, ago grosso e cattivo” e un’altra che diceva “I nostri laboratori certificati eseguono test precisi su un campione 1/1.000 delle dimensioni di un tipico prelievo di sangue. Non ci sono grandi fiale da riempire. non cercare più una vena.”

A volte, la testimonianza di Mosley sembrava una lettura dal vivo del registro sociale. Aveva lavorato in uno studio legale famoso e sofisticato, Cravath, dove il suo lavoro era consigliare i ricchi su come rimanere ricchi. Alcuni dei suoi clienti hanno investito in Theranos: la famiglia DeVos ha ricevuto 100 milioni di dollari; gli eredi di Walmart, i Walton, hanno ricevuto 150 milioni di dollari; la famiglia Cox ha investito 10 milioni di dollari della sua ricchezza via cavo; e la fiducia di Kissinger è stata di $ 3 milioni. Andreas Dracopolous della Fondazione Stavros Niarchos ha investito $ 25 milioni e John Elkann, della famiglia proprietaria della Ferrari, ha investito $ 5 milioni.

La testimonianza ha posto Mosley al centro di un gruppo di persone estremamente ricche e influenti, ma come per portare a casa il punto abbiamo visto una sua e-mail a Holmes. Il giorno dopo aver parlato con lei per la prima volta, si offrì di presentarla alla famiglia Walton. Poi, ha continuato: “Rob Walton si è imbattuto in uno dei membri del tuo consiglio durante il fine settimana al Grove”.

Non sono sicuro di quale membro del consiglio si trattasse – la testimonianza non ha specificato – ma con “the Grove”, Mosley intendeva il club per ragazzi ultra-esclusivo Il boschetto boemo. Sfortunatamente non è entrato negli strani rituali nudi o in qualsiasi altra cosa di interesse per noi plebei.

Con Mosley, come con Peterson, la difesa sembrava suggerire che gli investitori di Theranos fossero semplicemente scemi: ricchi, ottusi e incapaci di controllare le cose in cui hanno versato i loro soldi. Ma tra il linguaggio usato da Theranos nelle sue presentazioni, i suoi memo ottimizzati che non lo erano in realtà dalle aziende farmaceutiche, e la sua continua enfasi sul fatto che i suoi test fossero più veloci e migliori di qualsiasi altra cosa, sembra ovvio che Theranos ricercato i suoi investitori a credere al clamore. Solo perché qualcuno è negligente non va bene cercare di ingannarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *