Jair Bolsonaro fischiato e applaudito mentre viene onorato dalla città italiana | Jair Bolsonaro


Il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, è stato accolto con acclamazioni e fischi mentre lunedì ha visitato una piccola città italiana per raccogliere la cittadinanza onoraria.

Il trisnonno di Bolsonaro è nato ad Anguillara Veneta, un paese di 4.200 persone nel Veneto. La tensione cresce da quando il suo sindaco di estrema destra, Alessandra Buoso, ha approvato la concessione della cittadinanza onoraria al leader di estrema destra.

La scorsa settimana, i manifestanti hanno dipinto con lo spray il muro del municipio con la scritta “Bolsonaro Out” mentre il vescovo della vicina Padova ha descritto la cittadinanza onoraria come “un grande imbarazzo”.

Bolsonaro è arrivato ad Anguillara Veneta dopo aver partecipato al vertice del G20 a Roma, dove è stato filmato mentre passeggiava per i siti culturali della città e assaggiava il cibo.

Jair Bolsonaro
Jair Bolsonaro saluta mentre arriva ad Anguillara Veneta, dove è nato il suo trisnonno. Fotografia: Luca Bruno/AP

È stato salutato con acclamazioni dai sostenitori che si erano avvolti nella bandiera brasiliana, mentre circa 200 manifestanti hanno tenuto striscioni che dicevano: “Giustizia per l’Amazzonia” e “Nessuna cittadinanza per i dittatori”. La visita arriva giorni dopo che i senatori brasiliani hanno raccomandato a Bolsonaro di affrontare le accuse penali per gli oltre 600.000 decessi di Covid-19 nel Paese.

Tra i manifestanti c’era anche Andrea Zanoni, assessore all’Ambiente del Veneto per il Pd di centrosinistra.

Zanoni ha affermato che la cittadinanza onoraria è stata una “scelta incomprensibile” tra le accuse di “crimini contro l’umanità” contro Bolsonaro e la sua “scellerata” gestione della pandemia.

“Ma non solo: le politiche di Bolsonaro sono un disastro per il pianeta”, ha detto Zanoni. “Ha steso il tappeto rosso per le multinazionali che stanno devastando l’Amazzonia e smantellato i controlli ambientali. Le politiche di Bolsonaro sono pericolose non solo per il Brasile ma per il mondo intero”.

L’Anpi, organizzazione italiana antifascismo, ha definito “vergognosa” la visita e la cittadinanza.

Buoso, del partito di estrema destra della Lega, ha difeso la decisione, affermando che la mossa non era un voto sulla politica di Bolsonaro ma un riconoscimento degli italiani emigrati in Brasile, come il trisavolo di Bolsonaro Vittorio, che aveva 10 anni quando suo famiglia emigrata in Brasile.

La stampa italiana ha riferito che ospitare Bolsonaro e il suo entourage era costato al consiglio comunale circa 10.000 euro (8.500 sterline).

I voti di approvazione di Bolsonaro sono crollati prima della sua campagna di rielezione del 2022, in gran parte a causa del bilancio delle vittime del coronavirus nel Paese, che è il secondo più alto al mondo. La scorsa settimana, la commissione del senato brasiliano ha approvato formalmente un rapporto che chiede ai pubblici ministeri di processare Bolsonaro con accuse che vanno dalla ciarlataneria e incitamento alla criminalità all’uso improprio di fondi pubblici e crimini contro l’umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *