World Series: l’attacco silenzioso di Houston ha la squadra sull’orlo


ATLANTA — L’attacco più produttivo nel baseball durante la regular season 2021 è andato in letargo nelle World Series. Negli ultimi giorni di ottobre, un brivido ha avvolto i pipistrelli degli Houston Astros e espressioni di frustrazione e confusione hanno annebbiato i loro volti.

Gli Astros hanno guidato le major nei punti segnati e nella media battuta nella stagione regolare – e hanno segnato una media di sei punti a partita nell’American League Championship Series – ma Houston è ora sull’orlo dell’eliminazione dopo che Atlanta ha vinto gara 4 delle World Series, 3-2 , sabato, cogliendo un vantaggio di tre partite a uno.

I deboli numeri offensivi di Houston nelle ultime due partite, entrambe giocate ad Atlanta, sono quasi sconcertanti. Gli Astros sono andati senza successo in 10 at-bat con corridori in posizione di punteggio nelle ultime due partite e hanno bloccato 17 corridori in base, di cui 11 in gara 4.

I primi cinque battitori della formazione – Jose Altuve, Michael Brantley, Alex Bregman, Yordan Alvarez e Carlos Correa – hanno totalizzato 5 su 36 in quelle due partite per una media battuta di 0,139.

In gara 3, Houston non riuscì a battere fino all’ottavo inning e terminò con solo due singoli in una sconfitta per 2-0.

Gli Astros, che stanno giocando la loro terza World Series negli ultimi cinque anni – sono andati all’ALCS negli altri due – sono stati sicuramente in una posizione disastrosa prima. A volte ce l’hanno fatta, come nel 2017, altre volte no. Hanno perso le prime tre partite dell’ALCS contro i Tampa Bay Rays l’anno scorso e hanno combattuto fino alla fine della serie, prima di perdere in gara 7.

Nelle World Series 2019, hanno perso le prime due partite in casa, hanno vinto le successive tre a Washington, ma hanno perso le ultime due in casa.

Il manager Dusty Baker ha detto che i suoi giocatori faranno affidamento su tutta quell’esperienza e la convinzione che solo perché la situazione è terribile non significa che acconsentiranno.

“Quanto è piccola la tua fede se ti sgretoli in ogni circostanza?” Egli ha detto. “Devi avere fede che puoi farcela, e sarà fatto.”

Questo è ciò che è successo per gli Astros: la fede.

Dopo aver visto la sua offesa inciampare e vacillare nelle ultime due notti nella fredda e umida Atlanta, non c’è da meravigliarsi che Baker senta di dover fare affidamento sulla fede. Ma ha anche lasciato intendere che avrebbe intercedeto con misure più pratiche, armeggiando con la formazione.

“Sì, ci ho pensato”, ha detto. “Ti farò sapere domani quando farò la scaletta.”

Bregman potrebbe scivolare verso il basso nell’ordine. Ha avuto un colpo, un singolo durante il turno difensivo che ha portato al nono inning in gara 3. Bregman è ora 1 su 14 nelle World Series dopo aver battuto solo .217 nell’ALCS

Correa ha segnato un grande fuoricampo in gara 1 dell’ALCS, ma nelle nove partite successive ha segnato 5 su 34 (.147) con una valida in più, due punti battuti e nove strikeout. Yordan Alvarez, che è stato il giocatore più prezioso dell’ALCS, è 1 su 11.

Affinché gli Astros possano rimbalzare e riportare la serie a Houston, più dei loro migliori giocatori devono iniziare a colpire meglio, oppure i loro lanciatori devono lanciare gli shutouts.

Altuve è la prima delle stelle principali della squadra a uscire dalla crisi a livello di squadra. Ha segnato un fuoricampo e un singolo in gara 4, il suo secondo fuoricampo delle World Series, e si è anche visto togliere due valide extra-base da superbe giocate difensive dei difensori di Atlanta.

Nel secondo inning, Austin Riley si tuffò alla sua destra per il line drive di Altuve e lo prese sulla linea di fallo. E con due out nell’ottavo, e gli Astros in svantaggio di un punto, Eddie Rosario ha allungato la mano per catturare in corsa il drive di Altuve verso il campo sinistro.

Houston ha avuto corridori in base ripetutamente nei primi tre inning, grazie in parte a quattro basi su ball, ma ha gestito solo un punto in quell’intervallo.

Se ciò accade di nuovo, la loro stagione potrebbe essere finita.

“Fondamentalmente concentrati su un gioco alla volta”, ha detto Altuve. “Questo è tutto. È più o meno quello di cui parliamo. Se vinciamo domani, prova a vincere gara 6 e guarda cosa succede. Ma dobbiamo concentrarci su una partita e quella partita è domani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *