Tonga affronta il blocco dopo il rilevamento del primo caso di COVID | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il primo ministro Pohiva Tuionetoa afferma che una nazione del Pacifico meridionale di 106.000 persone potrebbe essere bloccata la prossima settimana se l’infezione si diffondesse.

Il primo ministro tongano Pohiva Tuionetoa ha avvertito sabato che i residenti sull’isola principale del paese Tongatapu hanno dovuto affrontare un possibile blocco la prossima settimana dopo aver registrato il suo primo caso di COVID-19.

Il minuscolo regno del Pacifico era stato finora solo una manciata di paesi a sfuggire al virus e l’infezione è stata rilevata in una persona in isolamento controllato dopo essere tornata a Tonga con un volo di rimpatrio dalla Nuova Zelanda.

“Il motivo per cui il blocco non avverrà questo fine settimana è perché mi è stato consigliato che il virus impiegherà più di tre giorni per svilupparsi in qualcuno che lo prende prima che diventi contagioso”, ha detto Tuionetoa.

“Dovremmo usare questo tempo per prepararci nel caso in cui più persone abbiano la conferma di avere il virus”.

La maggior parte della popolazione di 106.000 abitanti di Tonga vive a Tongatapu e meno di un terzo è stato completamente vaccinato contro il COVID-19.

Funzionari sanitari hanno affermato che la persona che è risultata positiva ha ricevuto il secondo vaccino a metà ottobre.

Il volo di rimpatrio includeva membri della squadra olimpica di Tonga che erano rimasti bloccati a Christchurch dai Giochi di Tokyo. Gli atleti sono stati completamente vaccinati prima di partire per le Olimpiadi.

Il ministero della salute della Nuova Zelanda ha confermato che la persona infetta era risultata negativa prima che il volo lasciasse Christchurch, dove ci sono solo quattro casi noti di COVID, tutti nella stessa famiglia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *