Roku lancia un nuovo kit di sviluppo per uso personale

Roku sta lanciando un nuovo kit per sviluppatori indipendenti che consentirà agli sviluppatori di “sperimentare e personalizzare i propri dispositivi” nelle capacità di uso personale. Roku spera che l’IDK porti all’innovazione riguardo alle applicazioni Internet of Things, come la connessione di un dispositivo Roku a un termostato o lo sviluppo di giochi.

Roku ha svelato i suoi piani per il nuovo IDK al vertice degli sviluppatori online questa settimana. La società ha chiarito in un annuncio sull’IDK che il suo Roku SDK rimarrà il kit di sviluppo del canale principale per le applicazioni commerciali, ma ha affermato che il nuovo kit per sviluppatori “consente agli sviluppatori di esplorare le capacità della piattaforma e personalizzare la loro esperienza Roku”.

La società non è del tutto chiara su come gli sviluppatori utilizzeranno il nuovo IDK, ha detto il vicepresidente delle partnership sui contenuti di Roku Tedd Cittadine durante un discorso principale, ma il suo scopo principale è aiutare Roku a continuare a innovare la sua piattaforma. Alcune applicazioni potrebbero includere la creazione di giochi che funzionano specificamente con il telecomando Roku o la creazione di app per controllare i dispositivi domestici intelligenti in casa.

“Gli sviluppatori possono utilizzare l’IDK e il codice nel loro linguaggio di programmazione preferito per creare applicazioni oltre i canali di streaming”, ha affermato la società in un FAQ sul nuovo kit di sviluppo. “Ad esempio, gli sviluppatori possono creare applicazioni in JavaScript che raccolgono dati da varie fonti, trasformando efficacemente il monitor TV in una visualizzazione istantanea delle notizie quotidiane, del meteo, degli appuntamenti del calendario e persino delle condizioni del traffico per il tragitto giornaliero in ufficio”.

Roku ha specificato che le applicazioni IDK non saranno supportate su Roku TV, streambar o lettori di streaming legacy. I dispositivi Roku dovranno anche eseguire Roku OS 10.5 o versioni successive. Oltre al lancio di IDK, Roku ha annunciato che sta anche lanciando un nuovo strumento di canale beta per consentire agli sviluppatori di testare le proprie app prima di apportare modifiche dal vivo sulla piattaforma.

Infine, la società ha dichiarato che rimuoverà i canali non certificati dalla sua piattaforma entro marzo del prossimo anno. Questi canali sono canali SDK utilizzati per i test dagli sviluppatori. Lo ha detto un portavoce dell’azienda Il Verge che “non sono pubblicati nel negozio del canale Roku o condivisi pubblicamente perché nella maggior parte dei casi sono canali che vengono testati prima del lancio”. La società ha rifiutato di commentare quanti canali non certificati sarebbero stati interessati dal cambiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *