World Series: un tributo a Hank Aaron darà il via ai giochi in Georgia


ATLANTA — Truist Park, la casa degli Atlanta Braves, è stata messa da parte dalla Major League Baseball ad aprile quando la lega ha privato la squadra della possibilità di ospitare l’All-Star Game e di raccogliere l’attenzione e il denaro che l’evento fornisce.

In una decisione che ha ispirato molto dibattito, la MLB ha spostato la partita a Denver per segnalare l’opposizione della lega alla nuova legge elettorale della Georgia che limita il voto e, secondo i democratici e i gruppi per il diritto di voto che hanno condannato la legge, prende di mira ingiustamente gli elettori di colore . La squadra è rimasta amaramente delusa dalla mossa e lo ha detto in una rara affermazione che ha contestato la decisione della Lega.

Ma il destino ha costretto tutto il baseball a tornare ad Atlanta, non per l’All-Star Game, ma per le World Series, con grande gioia della squadra – e di alcuni residenti e politici locali che si sono risentiti del fatto che la MLB si tuffi nella mischia politica.

Quel gruppo include David Ralston, il presidente della Georgia House of Representatives, che è un repubblicano ed è stato critico nei confronti del commissario MLB Rob Manfred per aver annullato un gioco che era in preparazione da anni.

“Non ho intenzione di sedermi qui e dirti che non ci ho pensato”, ha detto Ralston in un’intervista telefonica questa settimana.

Ashley Barnes, un impiegato dell’ufficio postale che vive a pochi isolati dallo stadio, è un ardente fan dei Braves, ma ha applaudito la decisione della MLB di spostare l’All-Star Game. Barnes, che è afroamericano, ha detto che Atlanta fare le World Series è stato un giusto ritorno per il sacrificio di aver perso l’All-Star Game.

“Penso che sia andato tutto alla grande”, ha detto mentre teneva in mano una bandiera dei Braves che aveva appena acquistato per il suo appartamento. “Era la cosa giusta allora, ed è la cosa giusta adesso. Questo è grande per i Braves e Atlanta.

Il team stesso non si vanta pubblicamente delle circostanze, ma è felicissimo di avere una seconda possibilità per qualcosa di speciale che è andato perso a causa della cancellazione: un tributo a Hank Aaron di fronte a un vasto pubblico televisivo internazionale.

Il team intendeva una cerimonia per onorare la Hall of Famer e Brave di lunga data, che è morto a gennaio e ha fatto parte dell’organizzazione per decenni. Parte della ricaduta involontaria della decisione della MLB è stata che ad Aaron, un atleta trascendente che ha affrontato un intenso razzismo durante la sua ricerca del record di home run di Babe Ruth, non è stato dato il dovuto.

Ora che Atlanta è nella World Series, quella percezione sbagliata può essere corretta.

Pochi istanti prima del primo lancio di gara 3 delle World Series, venerdì sera al Truist Park, la squadra onorerà finalmente Aaron davanti a circa 40.000 fan e a un pubblico televisivo nazionale di milioni di persone. La cerimonia dovrebbe essere breve perché gli organizzatori ritengono che il discreto Aaron si sarebbe opposto a qualsiasi presentazione sontuosa.

Ma in collaborazione con MLB e Fox, l’emittente del gioco, la cerimonia includerà un video tributo che verrà trasmesso durante la trasmissione, abbastanza vicino al primo campo da essere catturato da un vasto pubblico, a differenza di molte cerimonie pre-partita che sono non è andato in onda pubblicamente.

La vedova di Aaron, Billye Aaron, dovrebbe essere al gioco e sarà brevemente evidenziata. Uno o più membri della famiglia di Aaron lanceranno il primo lancio cerimoniale.

La MLB ha onorato Aaron all’All-Star Game di Denver, ma per alcuni è stato inadeguato.

“La celebrazione a Denver, è stata disconnessa dalla realtà”, ha detto Ralston. “Aaron non ha mai suonato lì; ha suonato a Milwaukee e ha suonato ad Atlanta. Quindi, sono felice che ci sarà un tributo a lui tributato ad Atlanta. Era un ragazzo molto, molto meritevole che ha aggiunto così tanto al gioco del baseball, così tanto alla città di Atlanta e allo stato della Georgia”.

Per alcuni, quelle parole suonerebbero vuote considerando il sostegno di Ralston alla legge sul voto, che secondo lui è stata fraintesa da MLB e altri critici.

Ma per altri, ogni disposizione della legge ha lo scopo di privare i voti degli elettori neri e democratici limitando l’accesso alle urne nelle grandi contee urbane e suburbane che ospitano molti di loro. Inoltre, dimezza il tempo a disposizione per richiedere un voto per corrispondenza. Nelle ultime elezioni, il 26% dell’elettorato georgiano ha utilizzato il voto per corrispondenza e il 65% ha votato per il presidente Biden.

Una disposizione rende reato offrire acqua agli elettori in attesa in coda, che tendono ad essere più lunghi nei distretti densamente popolati.

MLB ha preso la posizione che la legge era discriminatoria e limitava l’accesso equo al voto, portando alla sua decisione di guadare nel panorama politico.

Abbiamo sempre cercato di essere apolitici”, ha detto Manfred martedì prima di Gara 1 delle World Series a Houston. “Ovviamente, quest’anno c’è stata una notevole eccezione. Penso che il nostro desiderio sia quello di cercare di evitare un’altra eccezione a quella regola generale. Abbiamo una base di fan che è diversificata, ha diversi punti di vista e vorremmo mantenere l’attenzione sul campo sul gioco”.

Ciò sarà doppiamente impegnativo ad Atlanta a causa del nome della squadra e dell’uso persistente da parte dei suoi fan del canto “tomahawk chop”, che molti considerano razzista e insensibile agli indigeni. In aggiunta all’atmosfera carica, l’ex presidente Donald J. Trump dovrebbe partecipare a Game 4 sabato.

A Manfred è stato chiesto se è possibile, nel clima politico odierno, evitare di schierarsi.

È più difficile di prima”, ha detto.

Ma Aaron il giocatore di baseball è una figura unificante. Coloro che camminano dentro e intorno allo stadio di Atlanta vedono la sua immagine e il suo nome ogni pochi metri, ed era amato nella regione.

Inizialmente ha firmato con i Braves quando erano a Boston, ma non ha giocato per la squadra fino a quando non si è trasferito a Milwaukee nel 1954. Si è poi trasferito con la franchigia ad Atlanta nel 1966 e nel 1974 ha battuto il record di 714 fuoricampo in carriera di Babe Ruth. , nonostante gli orrendi abusi razzisti subiti durante l’inseguimento.

Concluse la sua carriera a Milwaukee, con i Brewers, e terminò con 755 fuoricampo, un record che rimase fino a quando Barry Bonds superò il record di Aaron e terminò con 762.

La straordinaria corsa di Atlanta alle World Series di quest’anno è, in un certo senso, il tributo della squadra ad Aaron. Prima la squadra ha battuto il Milwaukee nella serie division e ora deve affrontare gli Astros, che sono gestiti da Dusty Baker, protetto di Aaron e amico di sempre. Baker cita spesso l’influenza di Aaron su di lui e generazioni di giocatori di tutte le razze.

Penso che Hank abbia una brutta reputazione di essere arrabbiato o di essere questo o quello”, ha detto Baker. “Aveva motivo di esserlo, ma Hank era buono con i ragazzi latini come lo era con i ragazzi bianchi come lo era con i ragazzi neri. Hank, era come un padre per molte persone”.

Questo, quasi tutti concordano, vale la pena onorarlo.

Alan Blinder e James Wagner segnalazione contribuito.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *