LDP al governo giapponese sulla difensiva in vista dei sondaggi parlamentari | Notizie di politica


I quotidiani Nikkei e Yomiuri Shimbun pubblicano sondaggi che mostrano che LDP fatica a mantenere 233 dei 456 seggi della Camera bassa.

Il Partito Liberal Democratico (LDP) al governo del Giappone affronta una lotta per mantenere la sua unica maggioranza nelle elezioni della camera bassa di questo fine settimana, secondo i sondaggi di opinione di venerdì, anche se è probabile che lo stesso governo di coalizione rimanga al sicuro.

Le elezioni di domenica si stanno rivelando più dure del previsto per l’LDP, la cui immagine è stata colpita dalla sua percepita cattiva gestione della pandemia di coronavirus.

Perdere la sua unica maggioranza nella camera bassa più potente del parlamento potrebbe indebolire il primo ministro nominato di recente Fumio Kishida e renderlo vulnerabile alla sostituzione prima del voto della camera alta del prossimo anno, dicono alcuni analisti.

Un ex banchiere la cui immagine poco brillante e le cui promesse di un “nuovo capitalismo” non sono riuscite a ispirare gli elettori, Kishida ha fissato l’obiettivo della coalizione per una maggioranza di 233 seggi nella camera bassa di 465 seggi, ben al di sotto dei 276 seggi detenuti dal solo LDP prima la camera bassa è stata sciolta all’inizio di questo mese.

Venerdì, sia i quotidiani Nikkei che Yomiuri Shimbun hanno pubblicato sondaggi che mostrano che l’LDP potrebbe avere difficoltà a mantenere 233 seggi, sebbene il suo partner minore della coalizione, Komeito, dovrebbe aiutare la coalizione a mantenere la maggioranza assoluta.

È probabile che il principale partito di opposizione del Partito Democratico Costituzionale del Giappone ottenga alcuni seggi in più, ha affermato il Nikkei, stimando che circa il 40 percento delle gare nei distretti con un solo seggio dovrebbero essere combattute da vicino.

In vista delle elezioni del 31 ottobre, l’LDP ha perso contro un candidato indipendente una delle due elezioni suppletive della camera alta che si sono svolte domenica, mentre il suo partner minore ha vinto l’altro seggio, indicando una possibile sfida elettorale per il partito di governo.

Il sostegno è leggermente diminuito per il governo di Kishida, nonostante la sua chiamata a elezioni poche settimane dopo il suo insediamento, che secondo alcuni analisti potrebbe essere stato un tentativo di sfruttare il periodo di “luna di miele” di buon sostegno spesso concesso a un nuovo leader.

Circa il 47 percento degli intervistati ha dichiarato di sostenere il governo, mentre il 32 percento ha affermato di no, ha affermato il Nikkei.

Una domanda simile all’inizio della gara aveva il sostegno del governo al 46 percento e la mancanza di sostegno al 29 percento.

Kishida ha sostituito Yoshihide Suga, che ha ricoperto l’incarico solo un anno prima di dimettersi tra il diffuso malcontento per la sua gestione della pandemia e la determinazione a tenere le Olimpiadi nonostante l’opposizione dell’opinione pubblica.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *