La nuova Onewheel GT può percorrere 32 miglia con una singola carica

La startup californiana Future Motion ha rivelato due nuove versioni del suo funky cavalcabile elettrico autobilanciato che chiama Onewheel, con più autonomia, potenza e una migliore ergonomia.

Il più capace dei due è il nuovo Onewheel GT da $ 2.200, che Future Motion afferma che è stato “completamente ridisegnato da zero”. Impiega un sistema di controllo ad alta tensione che spinge più potenza al motore – Future Motion afferma che la GT è la “prima ruota singola da 3 cavalli”. La GT sta estraendo quella potenza da un pacco batteria composto da 21700 batterie agli ioni di litio (la stessa cella di dimensioni che alimenta molti degli attuali veicoli di Tesla), che gli conferiscono un’enorme autonomia di 32 miglia con una carica completa.

Prestazioni a parte, Future Motion afferma che Onewheel GT ora ha i piedini concavi per una migliore sensazione di bordo, fari più luminosi, una maniglia per il trasporto più robusta e un pneumatico battistrada opzionale per le persone che vogliono portare la loro Onewheel fuoristrada.

L’altro nuovo veicolo annunciato mercoledì è un aggiornamento del Onewheel più piccolo che Future Motion ha annunciato nel 2019, il Pint. La nuova Pint X da 1.400 dollari ottiene più del doppio dell’autonomia della Pint originale (18 miglia rispetto alle sei-otto miglia precedenti) e un leggero aumento della velocità massima (18 miglia all’ora rispetto a 16 miglia all’ora in precedenza). Ottiene anche alcuni piccoli aggiornamenti di vestibilità e finitura, modalità di guida regolabili tramite l’app per smartphone complementare e sarà persino disponibile in una colorazione al neon.

Bici elettriche, scooter e skateboard sono diventati sempre più popolari nell’ultimo decennio e la pandemia ha solo aumentato l’attenzione sui modi di trasporto alternativi. Onewheel è riuscita a sopravvivere ritagliandosi una nicchia estremamente specifica e realizzando prodotti davvero buoni, anche mentre aziende come Boosted o Inboard (che apparentemente vendevano skateboard elettrici più “avvicinabili”) hanno cessato l’attività. Questa attenzione appare evidente nei nuovi modelli, che sono perfezionamenti significativi, ma non ancora reinventazioni, della Onewheel che abbiamo incontrato per la prima volta sette anni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *