Pikmin Bloom hands-on: un’app carina che cerca di rendere la camminata un po’ più magica

C’è qualcosa di stranamente soddisfacente nel lasciare una scia di fiori colorati sulla tua scia mentre esplori un quartiere. È anche uno dei principali ganci di Pikmin Bloom, la prossima uscita dal creatore di Pokémon Goe un’altra app progettata per farti muovere nel mondo reale. Sono stato in grado di giocare negli ultimi giorni, e anche se è meno di un gioco di Pokémon Go, aggiunge sicuramente un po’ di magia e divertimento a una passeggiata quotidiana.

Pikmin Bloom sta iniziando il suo lancio graduale oggi e fa parte di una nuova partnership tra Nintendo e Niantic. Il gioco è annunciato come una collaborazione tra Nintendo e lo studio di Tokyo di Niantic e il creatore di Mario Shigeru Miyamoto appare anche nel trailer di lancio. Pikmin non è necessariamente la scelta più ovvia per dare il via alla partnership, in quanto è uno dei franchise più oscuri di Nintendo. Ma in un incontro con i giornalisti, il CEO di Niantic John Hanke ha affermato che è anche un mondo immaginario che si adatta bene al tipo di gioco che lo studio voleva realizzare.

“Abbiamo sperimentato una varietà di diversi tipi di gameplay e diversi personaggi con Nintendo”, spiega. “E dopo molte sperimentazioni e discussioni, abbiamo deciso Pikmin come il veicolo perfetto per esprimere ciò che Nintendo fa bene e ciò che fa bene Niantic in un singolo gioco.”

Per chi non lo sapesse, i pikmin sono creature vegetali senzienti che funzionano bene in gruppo e hanno abilità uniche a seconda del loro colore. Nei giochi principali, i giocatori controllano grandi gruppi di loro per risolvere enigmi. È una sorta di mix tra un puzzle game e una strategia in tempo reale. In Pikmin Bloom — almeno all’inizio — l’obiettivo è principalmente quello di raccogliere e far crescere nuove creature. Lo fai, ovviamente, camminando. Puoi raccogliere nuovi semi da piantare nel tuo zaino (per qualche motivo) e ognuno richiede un certo numero di passaggi per diventare un pikmin completo.

Puoi anche nutrire il tuo nettare di pikmin, che li fa sbocciare, raccogliendo i tuoi petali, che possono quindi essere usati per piantare fiori durante le tue passeggiate. Questo ha due vantaggi. Dal punto di vista del gameplay, le tue piantine di pikmin cresceranno più velocemente mentre lasci anche una scia di fiori. Ma fanno anche sembrare le cose belle. Proprio come in Pokémon Go, la visualizzazione principale del gioco è una mappa in stile cartone animato del mondo intorno a te. È per lo più vuoto a parte alcuni germogli di pikmin che puoi raccogliere in luoghi specifici. Ma sei in grado di abbellire le cose con quelle tracce di fiori.

Da quello che ho giocato, Pikmin Bloom è molto meno di un gioco tradizionale di Pokémon Go. (Questo è particolarmente vero se guardi la versione attuale di andare, che è cambiato molto dal suo debutto nel 2016.) È un’esperienza più passiva. Finora, l’ho lasciato per lo più in sottofondo durante la mia giornata, controllando periodicamente per vedere se qualche pikmin è sbocciato o per attivare il sentiero dei fiori quando esco. Per andare d’accordo con questo, fioritura ha un’interessante funzione simile a un diario che riassume le tue attività per ogni giorno. Alla fine della giornata, potrai vedere cosa hai fatto e quanto hai camminato in un piccolo video e potrai accedere a tali informazioni da un calendario. C’è anche la possibilità di aggiungere foto o note per personalizzare ulteriormente le cose, così puoi tornare indietro e vedere cosa hai fatto veramente in un determinato giorno.

Quindi, mentre ci sono alcune ovvie somiglianze tra Pikmin Bloom e Pokémon Go – che include una funzione AR in modo da poter vedere le simpatiche creature vegetali che camminano nel mondo reale – filosoficamente, sembrano andare in direzioni leggermente diverse. Invece Pokémon Go era un tentativo di trasformare un amato mondo immaginario in un’esperienza IRL, Pikmin Bloom usa invece un simpatico franchise Nintendo come un modo per gamificare la camminata.

Detto questo, sono ancora all’inizio del gioco e ci sono anche ottime possibilità che venga regolarmente aggiornato con nuove funzionalità nelle prossime settimane e mesi. In effetti, sembra che altri elementi simili a un gioco siano già in lavorazione. Durante una telefonata con i giornalisti, Madoka Katayama, direttore dell’UX presso lo studio di Tokyo di Niantic, ha menzionato elementi più pericolosi che potrebbero potenzialmente mettere in pericolo il tuo pikmin.

“La maggior parte delle volte, è abbastanza sicuro, ma ci sarà un certo gameplay in cui alcuni di loro potrebbero non tornare”, dice. “Ma è qualcosa che accade raramente nel gioco, e succede un po’ più avanti nel gameplay.” Il che solleva una domanda molto importante: la morte è sempre stata una parte del Pikmin Esperienza – così sarà presente in Pikmin Bloom?

“Non usiamo il termine morte”, dice Katayama. “In realtà non muoiono mai concettualmente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *